Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 14 - a.s. 06/07
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 17/12/2006
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

Caro Babbo Natale...

di Francesco Mele
Lettera aperta alle case editrici scolastiche
di Barbara Pianta Lopis
Il confine.
di Giuseppe Aragno
La condanna del Bullismo è patetica, anzi ipocrita
di Giocondo Talamonti
Colpi di tosse ...
di Francesco Mele

MONDO PRECARIO

Felici con un non nulla

di Gianfranco Pignatelli
Precari senza qualità
di Monica Capezzuto

IL TEMPO E LA STORIA

Umberto Vanguardia

di Giuseppe Aragno

ORIZZONTI

Fermenti rivoluzionari in America Latina...

di Lucio Garofalo
La storia Ferid Sulejmanovic, espulso nel 2000.
di C.G. dal Manifesto




dalla redazione i migliori auguri e l'arrivederci all'anno prossimo!


Caro Babbo Natale...
di Francesco Mele

...è buffo che a 50anni suonati da quel po' io ritorni a scriverti, ma quei zuzzurelloni di ReteScuole che, in quanto milanesi, sono così poco pragmatici, hanno pensato bene di liberare la nostra bambinità e fare comunella con tante letterine sulla scuola per sollecitare un tuo intervento. Io spero che di questo passo non si arrivi a scomodare qualcuno più in alto di te, sarebbe veramente troppo disturbo per queste nostre basse questioni terrene.
In realtà la mia è una lettera di pura cortesia, un po' per salutarti un po' per farti i "complimenti per la trasmissione": in fondo sono vari secoli che ti occupi di noi, sin da quando eri vescovo a Myra in Turchia, dove c'è ancora la tua stupenda cattedrale. Certo in questi diciassette secoli di cose ne sono successe e se anche dobbiamo, ahimé, alla CocaCola la tua attuale immagine, non finisci ancora di rallegrare l'orizzonte delle nostre speranze e dei nostri desideri, di adulti rimasti un po' piccini e piccini che pedalano vigorosamente verso l'età adulta.
Dicevo che la mia è solo una lettera di cortesia perché in fondo non mi manca nulla e penso sia più utile che tu diriga le tue attenzioni verso dove c'è più bisogno.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Lettera aperta alle case editrici scolastiche
di Barbara Pianta Lopis

Chiediamo alle Case Editrici di garantire la possibilità reale di una libera scelta delle docenti e dei docenti nelle adozioni del prossimo anno, offrendo anche testi che sviluppino le tematiche e i contenuti dei Programmi ancora vigenti.
Sollecitiamo il Ministero della Pubblica Istruzione ad emanare, coerentemente con le posizioni espresse nel merito delle Indicazioni Nazionali, una nota di indirizzo alle case editrici, quantomeno perché le scuole si trovino di fronte ad opzioni realmente diverse sul piano dei contenuti, delle tematiche sviluppate e delle conseguenti modalità comunicative.



Il confine.
di Giuseppe Aragno

Perdonate colleghi, ma non firmo.
E se, malaccortamente, l'avessi già fatto per senso del dovere - non lo escludo ma non me ne ricordo - bene, se l'avessi già fatto vi dirò che ritiro la mia firma. Non sarà per voi grave perdita e, per i tempi che corrono, non sembrerà ch'io ci faccia un gran guadagno: un gesto di coerenza, la volontà di non mendicare ciò che ritengo mi spetti. Di queste cose non si diventa ricchi. Si rimane però se stessi e, non vi sembri strano, ci tengo.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La condanna del Bullismo è patetica, anzi ipocrita
di Giocondo Talamonti

Non sono un sociologo, ma poiché ho passato quaranta anni nella scuola, dividendo con generazioni di giovani ansie, paure e gioie dell'adolescenza, sento il dovere di dare una chiave di lettura del fenomeno, più in veste di addetto ai lavori che non presumendo di indicare soluzioni.
La filiera, dunque, si compone di tre soggetti: famiglia, scuola e società con quest'ultima in veste di giudice spietato, nel senso che rifiuta o emargina elementi di scarso valore, così come il mercato boccerebbe un prodotto difettoso o inutile.




Colpi di tosse ...
di Francesco Mele

Aaaah... meno male! Ora mi sento più tranquillo. È vero che i sindacati confederali hanno disdetto "la più GRANDE MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONFEDERALE SUL PRECARIATO E SULLA SCUOLA, mai vista in tanti anni" risolvendoci tutti i problemi organizzativi e di coscienza, però hanno assicurato che potrebbero esserci degli scioperi.
Il condizionale rimane d'obbligo perché ci vuole educazione nel dire le cose e non essere molto aggressivi, altrimenti possono sembrare delle minacce e non è una cosa bella specie nei confronti di persone amiche.
Ma la rassicurazione sta nel fatto che lo sciopero rimane uno strumento di lotta preso in considerazione dai confederali. Fiiiuuu! Volevo ben dire!

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Felici con un non nulla
di Gianfranco Pignatelli

Una lotta lunga e dura per riconquistare ciò che già si possedeva. Abbiamo vinto quanto era nostro, quanto ci apparteneva. Né una cattedra né un punto in più nelle graduatorie: solo il diritto di esistere. E' questo quanto accaduto ai precari della scuola, centrifugati per l'intero autunno nel perenne carosello di dichiarazioni e ritrattazioni connesse alla finanziaria. Cosa c'entrino la graduatoria per gli incarichi e le supplenze o il piano triennale per l'assunzione nella scuola con la legge di bilancio 2007 resta un mistero.
Certo è che, a giorni alterni, ci hanno prima sottratto e poi restituito il nostro diritto alla precarietà. Quello che, in attesa di meglio, ci accompagna da sempre. Quello che ci consente di restare nelle graduatorie, permanenti di nome e di fatto.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Precari senza qualità
di Monica Capezzuto

Noi, come ogni docente degno di tale nome, a prescindere se precario o di ruolo - perché essere precario non significa essere in SERIE B - non trasmettiamo semplicemente il sapere ex-cattedra, ma agiamo in un continuo interscambio con gli alunni, i ragazzi, per iniziare e completare nell'ambito dell'intero anno scolastico, seppur TD, un percorso di maturazione e acquisizione di competenze che vanno al di là della sterile programmazione e didattica, ma che coinvolge anche il lato umano. Precario è un aggettivo. Non un lavoro. Nè tantomeno una definizione dispregiativa. Noi non siamo precari di professione. Siamo INSEGNANTI.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Umberto Vanguardia
di Giuseppe Aragno

Se il silenzio può essere prigione, tutto ciò che lo rompe - parole, discorsi, libri - può servire a chiudere una cella meglio d'un catenaccio e, non di rado, più che del silenzio, siamo prigionieri del rumore suscitato ad arte da un uso strumentale della parola. D'altro canto, parole occorrono per mentire e parole servono a raccontare la verità: la guerra è una barbarie, certo, ma c'è chi la vuole santa e chi umanitaria. Se è stata partigiana, fu guerra comunista ed oggi, che regna il capitale, si dice terrorista. Sull'antifascismo non c'è chi non dica la sua: Galli Della Loggia piange la "morte della patria", Violante saluta con rispetto la Decima Mas e, stando a Pansa, gli antifascisti furono solo banditi comunisti. Se chiedi nomi, è un coro: Longo, Nenni, Pertini, Togliatti. Gli assassini di Mussolini e i fondatori della partitocrazia. Eppure la resistenza al fascismo durò vent'anni e visse nel silenzio: un silenzio che ebbe un'etica e rese carcerati i carcerieri.



Fermenti rivoluzionari in America Latina...
di Lucio Garofalo

Premetto che non ho nulla da eccepire sulla sulla tesi relativa al carattere antiimperialista della "rivoluzione bolivariana" (dal nome del celebre eroe nazionale venezuelano, Simon Bolivar), conseguita e rafforzata con successo dal governo di Hugo Chavez in Venezuela, che attualmente rappresenta il principale punto di riferimento di un movimento populista di sinistra che si sta espandendo in tutta l'America Latina, contagiando altre nazioni, quali l'Argentina, il Brasile, la Colombia, la Bolivia, senza dimenticare ovviamente la vecchia Cuba castrista, che avrebbe ancora qualche prezioso ed utile insegnamento storico da impartire alla sinistra europea ed internazionale.
Tuttavia, mi permetto di segnalare altri avvenimenti ed altri processi storici in atto nel continente latino-americano, e non solo in quel continente.



La storia Ferid Sulejmanovic, espulso nel 2000.
di C.G. dal Manifesto

Ferid, 33 anni, rom bosniaco, era stato cacciato sei anni fa dell'Italia, nel corso di un'espulsione di massa che la Corte di Strasburgo ha dichiarato illegale. Il suo cadavere è stato trovato sabato mattina nel cassone di un camion sbarcato al porto di Ancona.
Il tir, che trasportava lui e un altro uomo non ancora identificato era partito dal porto di Zara, in Croazia. I due viaggiatori «abusivi» sono stati uccisi dalle esalazioni sprigionate dai lingotti di alluminio, che erano destinati a un'azienda del nord, e dietro cui si erano nascosti. L'inchiesta aperta alla Procura sulla loro morte dovrà anche accertare se quelle sostanze sono consentite.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


 

Brevi di cronaca
L'authority sul pubblico impiego
La Voce.info - 16-12-2006
Il testo legislativo è opera di un gruppo di amministrativisti, costituzionalisti, giuslavoristi e dirigenti pubblici coordinato da Pietro Ichino e Bernardo Giorgio Mattarella. Esso prevede, all'art. 1, l'istituzione dell'Autorità per la valutazione delle strutture e del personale pubblico; negli altri tre articoli contiene altrettante deleghe legislative al Governo, rispettivamente: sulla valutazione del rendimento (art. 2), sulla responsabilità dei dipendenti pubblici (art. 3), sulle retribuzioni degli stessi (art. 4).

[ leggi ][ commenta
Nasce il primo osservatorio sulle criticità sociali
La Tecnica della scuola - 14-12-2006
Ad un anno dalla sua fondazione, "Aras - gli Angeli Restano in AScolto" è pronta a trarre i primi bilanci e a mettere fattivamente in campo progetti, idee e soluzioni per tentare di arginare il disagio sociale.
Mentre le città si preparano al Natale e l'atmosfera di festa è già nell'aria, c'è un popolo di emarginati, sofferenti e bisognosi che, più che negli altri periodi, avverte questo disagio. Un mondo eterogeneo, composto da persone assolutamente differenti tra loro, sia per l'età che, per le motivazioni alla base di questo malessere.

[ leggi ][ commenta
Estero, coefficienti di sede. Il giudice ordinario accoglie i ricorsi dei lavoratori.
Flc Cgil - 14-12-2006
Si tratta sicuramente di un pronunciamento del Giudice Ordinario, nella sua qualità di Giudice del Lavoro, destinato ad essere dirimente per il prosieguo e per l'esito deinumerosi ricorsi pendenti presso il Tribunale di Roma e promossi dal personale docente, Ata e direttivo, in servizio all'estero o che ha prestato servizio all'estero, nell'annosa battaglia di vedere riconosciuto il diritto ad avere i medesimi trattamenti di maggiorazione dei coefficienti di sede fino ad oggi riservati al solo personale amministrativo del MAE.

[ leggi ][ commenta
Afghanistan: l'eccidio delle insegnanti
Repubblica - 13-12-2006
Tra il 2005 e il 2006 circa cinquanta insegnanti donne sono state uccise da sicari legati ad ambienti talebani. In un rapporto stilato da Human Right Watch un paio di mesi fa, si legge che gli attacchi incendiari alle scuole sarebbero in netto aumento in tutto il paese, terrorizzando le famiglie che preferiscono tenere i figli a casa. Le conseguenze, sempre secondo Hrw, sono che la maggior parte delle bambine che avrebbero accesso alla scuola primaria non viene iscritta, mentre solo il 5% delle adolescenti frequenta le superiori.

[ leggi ][ commenta
Erasmus compie 20 anni
Tuttoscuola - 12-12-2006
Sono passati ormai venti anni da quando è partita la prima esperienza di Erasmsu nelle Università. L'Europa è cambiata: anche la formazione universitaria... Secondo l'analisi di Almalaurea, presentata al convegno "Academic Mobility: Blending Prespectives", sono però ancora troppo pochi gli italiani coinvolti dal fenomeno degli studi all'estero.

[ leggi ][ commenta
Non ci convince
Coordinamento Precari e Disoccupati della Scuola - Venezia - 11-12-2006
E' tornata, su iniziativa di rifondazione Comunista, nel testo dell'emendamento governativo la frase che prevede possibili "adattamenti", secondo noi, dell'attuale sistema di reclutamento durante la fase transitoria. Nonostante le rassicurazioni di Rifondazione, che la descrivono come una clausola per la salvaguardia dei titoli posseduti in un eventuale accesso dei precari delle GE nel futuro nuovo sistema di reclutamento concorsuale, noi restiamo convinti dell'inapplicabilità di una simile interpretazione e la vediamo invece come uno strumento utilizzabile per la modifica degli attuali criteri di reclutamento (probabilmente a svantaggio degli inclusi nelle GM).

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Costruire i libri-gioco
Andrea Angiolino - 16-12-2006
 giochi 
I libri-gioco, racconti a bivi.
Cosa sono e quali esistono. Il libro-gioco per chi non sa o non vuole leggere. Come usare un libro-gioco per letture collettive e animazioni. Come scrivere un libro gioco come attività collettiva con i ragazzi, a scuola e in biblioteca. Dal libro-gioco all'ipertesto, al teatro-gioco e ad altre applicazioni.

[ leggi ][ commenta
Nasce a Firenze il primo Master per mediatore sociale e interculturale
M.M. - 15-12-2006
 quaderni 
Il Master non
si rivolge soltanto a giovani laureati, ma costituisce
anche una preziosa occasione di aggiornamento
professionale per gli operatori degli enti locali,
delle ASL, dell'associazionism o e per tutti coloro
quotidianamente impegnati a realizzare progetti di
accoglienza, ad avviare nuove politiche pubbliche per
l'immigrazione, a contrastare l'emarginazione urbana,
a stimolare inedite forme di partecipazione
democratica nelle città e nel territorio.

[ leggi ][ commenta
La memoria illumini il nostro presente.
La rete - 14-12-2006
 storie 
Mezzanotte è passata da poco, ma è difficile dormire
bene dopo una giornata come quella del 15 dicembre
1969, dopo il funerale delle vittime della Banca
dell'Agricoltura. Come se tutta quell'angoscia fosse
entrata nelle ossa insieme a una nebbia mai vista che
rendeva bassissimo il cielo e nero il mezzogiorno. E
con ancora nelle orecchie l'eco dei singhiozzi delle
famiglie mentre il coro delle voci bianche in Duomo
pregava Dio di aprire le porte del cielo ai loro
parenti straziati.

[ leggi ][ commenta
Hunt e Puig, due fuorilegge speciali
il manifesto - 13-12-2006
 cinema 
Noir in Festival all'insegna della pena di morte. Con due storie molto diverse tra loro, pur ispirate a storie vere. Un documentario statunitense a lieto fine (se così si può dire per un uomo uscito di galera dopo quasi venti anni perché innocente) e un film spagnolo di fiction sulla vicenda del giovane Puig Antich, ultimo garrotato del periodo franchista.

[ leggi ][ commenta
Olmert è...
forumpalestina - 12-12-2006
 proposta 
Il governo italiano intende ricevere mercoledi 13 dicembre il premier israeliano Olmert ossia il responsabile della mattanza dei palestinesi a Gaza (456 uccisi solo da giugno a oggi) e del mattatoio di questa estate in Libano (centinaia di morti e migliaia di sfollati). Pochi giorni fa il governo italiano ha negato il visto di entrata in Italia al ministro palestinese dell'informazione. Il governo Prodi continua a rendere vigente l'accordo di cooperazione militare tra Italia e Israele siglato dal governo Berlusconi mentre mantiene in vigore l'embargo contro la popolazione palestinese. Siamo ben oltre i due pesi e due misure.

[ leggi ][ commenta
Cose che capitano
Diario - 11-12-2006
 diritti 
Si riconteranno tutte le schede bianche, nulle e contestate del Senato. La decisione è stata presa all'unanimità dalla giunta per le elezioni del Senato. Le prime regioni dove avverrà il riconteggio sono Calabria, Campania, Lazio, Lombardia, Puglia, Sicilia e Toscana.
Ma la decisione della giunta per elezioni del Senato non si ferma alle schede nulle, bianche e contestate. Il riconteggio riguarderà anche le schede valide. In questo caso il riconteggio non sarà totale, ma a campione secondo alcuni criteri prefissati: assenza di verbale, differenza sensibile tra verbale e dato ufficiale, assenza di schede nulle e contestate (ma non di bianche), presenza di rappresentanti di lista di un'unica coalizione o loro totale assenza.
Se si registreranno "scostamenti significativi" rispetto ai dati proclamati dalla Cassazione, il riconteggio continuerà sulle altre regioni e sui voti degli italiani all'estero. Finalmente una buona notizia.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Irre Lombardia
L'IRRE Lombardia, oltre a realizzare iniziative di supporto alle scuole, sviluppa studi e progetti di ricerca educativa per l'innovazione del sistema informativo e il sostegno alle istituzioni scolastiche della Lombardia. sull'innovazione metodologico-didattica e organizzativa, sui modelli di formazione in servizio, sulle pratiche di apprendimento e valutazione in ambito internazionale.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone, Anna Pizzuti
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva