Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 24 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 28/03/2010
raccontiscaffali

Sommario

FATTI NOSTRI

Lettera di una professoressa a don Milani

di Mila Spicola
Nord e Sud: due scuole ma un unico dramma
di Giuseppe Aragno
Quello che succede
di Francesco Mele
Lettere da Carpi
di Assemblea docenti IIS Meucci, Carpi

DIRITTI E DOVERI

Rivolta dei precari

di Cosimo Scarinzi
Finalmente
di Libero Tassella
Detrazioni d'imposta
di Sindacato SAB

MENS SANA

Attraverso il sudore della solidarietà

di Vincenzo Andraous
Quanno ce vole ce vole
di Giocondo Talamonti


Lettera di una professoressa a don Milani
di Mila Spicola

Caro don Lorenzo,
sono passati quanti anni dalla lettera che mi hai inviato? 42? 43? Il mondo è cambiato mille volte da allora. E' cambiato il mondo, sono cambiata io, anche se ho esattamente gli stessi anni di quella lettera che tengo sul comodino e conosco a memoria. Eppure io mi ritrovo a insegnare incredibilmente nella scuola dei tuoi poveri Giovanni, sempre più distinti dai ricchi Pierini. Non a Barbiana, bensì in una periferia palermitana, in Sicilia, nella regione più povera d'Italia. Quella che avrebbe bisogno di attenzioni e aiuti e invece ha avuto, indistintamente, gli stessi identici tagli che si sono verificati altrove. Solo che qui un taglio è la decapitazione. "Non si divide una torta in parti uguali tra diseguali", così mi hai spiegato e mi avevi convinta. 40 anni fa, ci avevi convinti tutti. Noi insegnanti e quelli che decidono. Avevamo capito la tua lezione. Ci abbiamo provato a fare una scuola migliore. E l'avevamo fatta, lasciamelo dire, prima che arrivasse questo disastro.



Nord e Sud: due scuole ma un unico dramma
di Giuseppe Aragno

Fu il miraggio di una collaborazione con le forze della sinistra "liberale" a suggerire a Turati la formula ambigua che affidò la soluzione dei problemi del Mezzogiorno a una "egemonia della parte più avanzata del Paese sulla più arretrata, non per opprimerla, anzi, per sollevarla e per emanciparla". La scelta - una delle più infelici del riformismo di Turati - consolidò il fronte borghese e spaccò il movimento operaio a tutto vantaggio degli imprenditori. E' una lezione da cui la sinistra non ha mai ricavato le conseguenze. Lo dimostrano, qualora ce ne fosse bisogno, le idee che sulla scuola circolano in rete.

[ leggi (5 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Quello che succede
di Francesco Mele

Al Meucci di Carpi il preside ha impedito di mettere ai voti una mozione presentata dalla grande maggioranza dei docenti.
Davanti alla sua ostinazione ottusa e frustrante ho fatto una cosa che il giorno prima in assemblea avevo ventilato tra il serio e il faceto e della quale avevamo riso: ho chiamato il 113 e ho spiegato loro che era in atto un abuso istituzionale e veniva leso un mio diritto inviolabile, mi veniva impedito di votare.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Lettere da Carpi
di Assemblea docenti IIS Meucci, Carpi

E' un momento di grande fermento nella scuola modenese in generale e carpigiana in particolare. Non si è ancora alla reazione a catena ma la massa critica cresce sempre di più e ogni giorno è un passo avanti verso un coinvolgimento a macchia d'olio di realtà che tagliano trasversalmente i soggetti coinvolti nella scuola, dagli studenti, ai docenti, ai genitori, ai cittadini in generale. Comincio a raccontarvi dalle lettere che lunedì mattina [14 marzo - ndr], una quindicina di docenti del Meucci, dal decano ormai al suo ultimo anno di lavoro, alla giovane precaria 29enne, entrambi, e tutti, pieni della stessa passione ed eccitazione, hanno consegnato agli studenti davanti ai cancelli della scuola.



Rivolta dei precari
di Cosimo Scarinzi

Non bastava la Proposta di Legge Aprea, che propone l'aberrante soluzione dell'assunzione diretta da parte dei Dirigenti Scolastici degli insegnanti, sottoposti a valutazioni "anatomiche" del loro essere docenti e sottoposti a trattamenti economici subordinati a competenze stabilite sempre dai Dirigenti Scolastici, il Ministero ci stupisce con la nuova discriminazione sociale: la nuova formazione dei docenti targata Israel.

A 43mila docenti precari in Italia privi di abilitazione, insegnanti a tutti gli effetti, con servizi ormai decennali presso lo Stato italiano, il Ministero proporrà un esame sbarramento per poter accedere all'abilitazione.
I docenti non abilitati avranno solo due chances per potersi abilitare, due esami, dopodiché verranno esclusi definitivamente dal mondo dell'insegnamento, vedendo i propri titoli di studio non validi per la docenza dal 2013!



Finalmente
di Libero Tassella


Nasce la contestazione ai sindacati concertativi, era ora! Ora certi sindacati cominceranno ad avvertire sempre più i risultati della loro lunga inerzia, della loro opposizione parolaia, capiranno che il sindacato, ridotto a patronato in regime di monopolio, non basterà più; pagheranno quella loro preoccupazione, ormai ben visibile, di stare dalla loro parte, in difesa; e non dalla nostra e le classi dirigenti sindacali, in esonero permanente ed effettivo, inamovibili e mummificate pagheranno finalmente per la loro proterva politica conservatrice degli assetti del loro potere interno.



Detrazioni d'imposta
di Sindacato SAB

Al fine di dare massima informativa tra il personale scolastico interessato il sindacato SAB, tramite il segretario generale prof. Francesco Sola, informa che per continuare a godere delle detrazioni d'imposta per i familiari a carico deve essere fatta comunicazione al MEF con dichiarazione.



Attraverso il sudore della solidarietà
di Vincenzo Andraous

A volte lo sport entra in carcere esclusivamente per intrattenere e divertire, come unico obiettivo il gioco, eppure il detenuto corre e suda da quel "dentro", che è il frutto di un "fuori", che non può essere dissolto solo perché segregato e nascosto.
Nella differenza che diventa la forza e la magia dello sport in carcere, e si manifesta nel carico di "energie" che viene riversato sulla scena, un condensato di sofferenza e frustrazione, forzatamente compresso e coattato.



Quanno ce vole ce vole
di Giocondo Talamonti

Specialisti blasfemi, bestemmiatori per antonomasia, erano una volta i carrettieri, categoria oggi scomparsa, ma degnamente sostituita dai calciatori. I quali, caduti nelle ire della Lega Calcio, decisa a stroncare il deprecabile vizio, hanno pensato bene di farsi difendere, nientepopodimenoché, dall'Associazione Mondiale, dico mondiale, dei calciatori professionisti, rivendicando il diritto, tanto di moda in questi tempi, di libertà d'opinione.



 

Brevi di cronaca
Piccoli campani crescono in Europa
Ivana Sanna - 27-03-2010
La Regione Campania, con la Delibera di Giunta Regionale n. 1923 del 30 dicembre 2009, ha approvato il Progetto Piccoli campani crescono in Europa, finalizzato alla promozione dell'insegnamento delle lingue straniere nella scuole pubbliche statali campane.
Si tratta di un'azione per l'insegnamento delle lingue straniere in orario extra-curriculare per gli studenti delle scuole pubbliche statali della terza elementare e della prima media per l'anno scolastico 2010-2011.

[ leggi ][ commenta
La scuola e i soldi chiesti ai genitori
Corriere.it - 25-03-2010
«Non chiedere soldi alle famiglie? Senza il loro aiuto dovremmo chiudere oggi». Giuseppe Strada è il preside dell'Istituto tecnico Pacioli di Crema. I suoi 1.600 studenti pagano un «contributo volontario» di 140 euro l'anno. A cosa serve? «A tutto. A tenere in piedi i laboratori, all'acquisto di carta, di gesso, di tutto il materiale didattico... I fondi che arrivano dal ministero bastano solo per la carta igienica. A patto di farne un uso oculato».

[ leggi ][ commenta
Trasferimenti nel caos, le domande si fanno col passaparola
Il Giorno Milano - 23-03-2010
Se per quanto riguarda i presidi, a mancare sono le graduatorie e l'indizione di nuovi concorsi, su un'altra questione la lacuna è piuttosto di tipo informativo. Da un mese circa si è aperto per docenti e personale Ata (personale amministrativo tecnico e ausiliario) il periodo per fare richiesta di trasferimento in un'altra scuola. Tanti i motivi possibili: logistici (scuola più vicina a casa), prestigio di un certo istituto o la perdita del posto attualmente occupato. La scadenza delle richieste è fissata per lunedì 22 marzo. Fino a oggi, però, nessuna lista di posti disponibili è ancora apparsa, on line o negli uffici scolastici.

[ leggi ][ commenta
Assedio precario
Coordinamento Precari Modena - 22-03-2010
Centinaia di precari della Scuola hanno assediato [nel pomeriggio del 18 marzo] il Provveditorato di Modena. Dopo aver chiesto un incontro col provveditore Malaguti - che si è fatto sentire solo al telefono, negandosi all'incontro (accampando altri impegni), nonostante i precari fossero disposti ad aspettarlo ad oltranza - i precari hanno prima contestato il provveditore con slogan e fischi e sono poi entrati nel provveditorato insieme agli studenti e hanno appeso uno striscione alle finestre con la scritta: No ai tagli alla scuola, sì al ritiro della legge 133.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Violenze migranti
Medici senza frontiere - 27-03-2010
 donne 
Sono sempre di più le donne migranti, provenienti dall'Africa sub-sahariana, esposte a violenza sessuale durante il loro soggiorno forzato in Marocco, paese che sono costrette ad attraversare nel tentativo di raggiungere l'Europa. Il Governo del Marocco deve assumersi le proprie responsabilità e deve migliorare la presa in carico dei migranti sub-sahariani vittime di violenza sul proprio territorio.

[ leggi ][ commenta
La politica del cemento
Gianni Zappoli - 25-03-2010
 curiosità 
Tra il 1996 e il 2003 ogni giorno in provincia di Bologna 1,6 ettari sono stati sottratti all'agricoltura per trasformarli in terreno costruibile.
Risultato: sono stati cementificati 80mila ettari di suolo, pari a 14 volte la città di Bologna.
[ leggi ][ commenta
Riflessioni sull'Università
Giocondo Talamonti - 23-03-2010
 messaggio 
In un momento in cui l'economia nazionale costringe tutti a regolare la cinghia sull'ultimo buco (purtroppo il più stretto), razionalizzare le risorse e modularle su un progetto essenziale significa fare di necessità, virtù.
L'Atto d'indirizzo, stilato congiuntamente dai Consigli comunale e provinciale di Terni, indica esattamente le linee programmatiche da seguire per consolidare la presenza del Polo Universitario Ternano...

[ leggi ][ commenta
Gestione dei soprannumerari
Professione Insegnante - 22-03-2010
 proposta 
Una guida, in forma di breve saggio, corredata da numerosi esempi e tabelle nonché dalla scheda per l'individuazione dei docenti sopprannumerari 2010/11. Uno strumento tecnico di consultazione, non solo per i docenti che saranno individuati sovrannumerari per il 2010/11, ma anche per le commissioni, incaricate dai dirigenti scolastici della redazione delle graduatorie di Circolo d'Istituto.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Educazione Linguistica e Letteraria
In questo sito chi fosse interessato potrà trovare un'ampia selezione di scritti in formato scaricabile. Non tutti sono pubblicati. Non tutti sono scientifici, ci sono anche cose satiriche e fatte per gioco, che qualcuno potrebbe trovare per un attimo divertenti. Naturalmente non possono esserci gli scritti editi in libri che sono ancora in commercio o pubblicati di recente su riviste ancora attive.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva