Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 23 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 21/03/2010
raccontiscaffali

Sommario

ESPERIENZE

Fuori registro

di Laura Alberico
Una caramella
di Giulia Martorana
Un figlio dislessico, un figlio speciale
di Laura mamma di un bambino dislessico

DENTRO LA SCUOLA

Tappabuchi

di Marianna Palermo
Sul 5 in...
di Virginia Mariani
Nucleare sconcertante
di Mariangela Bastico
Collegio versus Gelmini
di Docenti Carpeggiani

ORIZZONTI

In difesa della scuola

di Dina Galdi
Non vinceremo subito
di Giuseppe Aragno
Che presa sarà?
di Giocondo Talamonti
Mai abbassare la guardia...
di Giocondo Talamonti


Fuori registro
di Laura Alberico

Non siamo nati con la penna in mano eppure sembra che il nostro lavoro sia sempre stato quello di uno scrivano fiorentino. Ma quelli erano altri tempi, luoghi e incontri di ideali e sentimenti, parole adesso vuote che nonostante tutto ci portiamo dietro come un bagaglio di ricordi su cui con fatica ricucire il presente.



Una caramella
di Giulia Martorana

Più volte avevo pensato di affidare alle pagine di un diario tutte le emozioni, ricordi, ansie, gioie, paure e timori che hanno accompagnato la mia carriera di insegnante di sostegno.Tra i tanti volti di ragazzi cari a me del passato e del presente quello che mi suscita un'emozione sempre grande, è quello di F.Vuoi perché ero all'inizio della carriera di " supplente " o perché mi ha colpito in modo profondo, ne porto sempre con me il ricordo.
E' d'uopo fare una premessa: poca esperienza didattica, fresca fresca di corso di specializzazione polivalente ( già il solo possedere un titolo con questo nome ti tranquillizzava ), la testa infarcita di nozioni, parole, idee e... tanta voglia di fare. Arriva il gran giorno...


Un figlio dislessico, un figlio speciale
di Laura mamma di un bambino dislessico

Gentile Direttore,
sono mamma di un bambino dislessico e mi trovo nuovamente di fronte ad insegnanti che intervengono non solo nelle scuole ma anche nei media ad inveire furiosamente contro il riconoscimento della dislessia e degli altri disturbi specifici di apprendimento (disgrafia, disortografia e discalculia) in nome di un egualitarismo tanto massificante quanto anacronistico.
Ma a cosa serve tutta la loro decantata esperienza di insegnamento se non hanno ancora capito che è la scuola che deve riconoscere le specificità individuali, che è la scuola che deve adattarsi ai bisogni formativi degli allievi (e non viceversa), che è la scuola che deve dare gli strumenti di apprendimento di cui ciascun bambino ha bisogno? Equità non significa dare a tutti la stessa cosa ma a ciascuno ciò di cui ha bisogno.



Tappabuchi
di Marianna Palermo

Sono una insegnante di sostegno di ruolo da un pò e vorrei gentilmente sapere i riferimenti legislativi per cui veniamo ancora utilizzati per sostituire i docenti che mancano nel momento in cui è assente il nostro alunno.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Sul 5 in...
di Virginia Mariani

... "comportamento", perchè mi pare non sia più "condotta".

In TV in questi giorni i Tg hanno evidenziato che se ne sono registrati troppi di 5 in condotta (come dicono loro).



Nucleare sconcertante
di Mariangela Bastico

L'idea di avviare approfondimenti a scuola sulla costruzione delle centrali nucleari dimostra, soprattutto, la distanza che separa il Ministro dalla realtà quotidiana delle scuole italiane: pensare, in un momento così difficile, a indottrinare gli studenti sulla scelta del nucleare, è un'operazione propagandistica che nulla ha a che vedere con la sostenibilità ambientale e tanto meno con la didattica.



Collegio versus Gelmini
di Docenti Carpeggiani

Noi ci opponiamo a questo attacco alla scuola pubblica, che peraltro non ci ha mai visto direttamente coinvolti/e come operatori/trici della scuola e portatori/trici di un'esperienza diretta che nessun Ministro dell'Istruzione a noi noto ha posseduto e possiede.
Sottolineiamo il caos in cui l'accelerazione imposta dal governo ha gettato le scuole, gli studenti e le loro famiglie, costringendole all'illegalità di procedere secondo provvedimenti non ancora dotati di valore normativo.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


In difesa della scuola
di Dina Galdi

Non sarà nuovo, ma è attuale. Molti certamente lo conosceranno, ma a nessuno spiacerà rileggerlo. Qualcuno può darsi non l'abbia mai letto e non c'è stato momento più adatto per farlo.

Discorso di Piero Calamandrei in difesa della scuola dell'11 febbraio 1950 ...



Non vinceremo subito
di Giuseppe Aragno

"Chiamare le cose col loro nome vero è il primo gesto rivoluzionario", affermava Rosa Luxemburg. Non prenderemo il Palazzo d'inverno, ma non ci farà male. "Il Manifesto" del 12 annunciava una mobilitazione a base di raccolta firme e rotoli di carta igienica. Anche questo va bene se altro non c'è: rotoli e carta igienica. Tuttavia, dietro l'enfasi rituale - prosa brillante, lustrini e paillettes - all'angolo, appesa al carro di una nebulosa. La "società civile", dicono gli ottimisti. Lo slogan è efficace, c'è la piazza in armi, un po' di folclore che peccato non è e la fede illuministica nelle virtù della "ragione". Senza intenti polemici, però, l'elemento di fondo ha un nome vero: si chiama scollamento e ci separa dalla realtà di un paese che annaspa, mentre sul fronte opposto un governo reazionario sa fare il suo mestiere: alzo zero e fuoco a volontà.



Che presa sarà?
di Giocondo Talamonti

Dunque, la Commissione Provinciale per l'Istruzione si è riunita per la seconda volta in pochi mesi per deliberare sul dimensionamento scolastico a Terni, che ha già visto accorpamenti impossibili, e decidere quello che aveva deciso nella precedente seduta. Cioè, niente.
Ai danni prodotti dall'uscente assessorato di Donatella Massarelli all'organizzazione scolastica della nostra provincia, quello attuale ha pensato bene di aggiungere la beffa (cosa che non guasta mai): far vedere che l'amministrazione è sensibile alle crescenti proteste delle vittime (studenti, famiglie, docenti, personale ATA) ma, contemporaneamente, non fare niente per cambiare le cose.



Mai abbassare la guardia...
di Giocondo Talamonti

177 morti, 177.228 infortuni, 4430 invalidi (dati del 3.3.2010 presi dal roller di Telegalileo) e la catena non si ferma nonostante che la Sicurezza sia diventata un problema sociale che investe non solo gli addetti ai lavori, ma ogni cittadino che considera questo dramma una priorità. Alla scuola spetta il compito di sensibilizzare e formare i giovani a comportamenti corretti e responsabili facendo loro acquisire la cultura della prevenzione...



 

Brevi di cronaca
Risoluzione e Costituzione
Giovanni Falcetta - 18-03-2010
E' totale l'incostituzionalità sia della legge 133/2008 che della successiva legge 102/2009, perchè esse confliggono palesemente con l'art. 3, comma 1, Cost. in quanto escludono dalla "risoluzione forzosa del rapporto di lavoro" i magistrati, i professori universitari (art. 72, comma 11, legge 133/2008) e i dirigenti medici di strutture complesse (art. 17, comma 35 novies, legge 102/2009).

[ leggi ][ commenta
Preservativi a scuola
ADL - 17-03-2010
In Vaticano è un motivo di grande preoccupazione, per i proponenti dell'iniziativa è un segno di grande coraggio.
Il liceo Keplero di Roma è il primo in Italia ad aver installato delle macchinette distributrici di preservativi nei bagni degli studenti.

[ leggi ][ commenta
Via i docenti di ruolo dalle graduatorie ad esaurimento
La Tecnica della scuola - 16-03-2010
Il personale docente ed educativo, iscritto nelle graduatorie ad esaurimento, che ha stipulato contratto a tempo indeterminato nella scuola statale per posto di insegnamento o classe di concorso, sarà depennato a decorrere dall'anno scolastico 2010/2011 dalle graduatorie sia ad esaurimento che di circolo e di istituto.
Lo ha comunicato il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca con decreto del direttore generale dell'11 marzo 2010.

[ leggi ][ commenta
Ricorsi contro D.M. 82 ed il D.M. 100
Anief - 15-03-2010
Al fine dell'impugnazione per motivi aggiunti degli elenchi prioritari definitivi come integrati a seguito della emanazione del d.m. 100/2009, abbiamo l'esigenza URGENTE ENTRO GIORNI 10 di individuare un controinteressato (soggetto inserito a pieno titolo negli elenchi prioritari di cui al d.m. 82 come integrati dal d.m. 100) per gli elenchi prioritari pubblicati dagli U.S.P. di...

[ leggi ][ commenta
Cassazione choc: via clandestini anche se hanno figli a scuola
L'Unità - 12-03-2010
È legittima l'espulsione del genitore clandestino, anche se i figli vanno ancora a scuola in Italia. Deve lasciare il paese, a meno che non ci siano «eventi o necessità eccezionali del bambino», che non possono essere però «l'assolvimento» dell'obbligo scolastico. Lo stabilisce la sentenza numero 5856 della Cassazione. La sicurezza prevale sul diritto allo studio e la presenza di figli minori «non può essere strumentalizzata» per «legittimare l'inserimento di famiglie straniere» irregolari in Italia. È una sentenza che fa discutere e che divide. Occorre attendere il dispositivo per valutarla appieno.

[ leggi ][ commenta
Anche noi aderiamo allo sciopero generale del 12 marzo!
Professione Insegnante - 11-03-2010
- Per protestare contro i tagli dissennati al sistema istruzione;
- per chiedere l'immediata stabilizzazione dei docenti precari su tutti i posti disponibili;
- contro la paventata regionalizzazione delle graduatorie permanenti e la chiamata diretta da parte dei Presidi;
- per l'immediata apertura delle trattative per il rinnovo del contratto, scaduto il 31 dicembre scorso;
- contro la riforma della scuola superiore e gli effetti negativi che essa avrà sugli studenti e sui docenti;
- per il ripristino delle regole democratiche nelle scuole, con l'indizione delle elezioni per il rinnovo RSU per la verifica della rappresentatività sindacale;
- contro provvedimenti di stampo razzista, che provocano l'allontanamento dalla scuola di bambini che hanno l'unica colpa di non essere italiani.
[ leggi ][ commenta
Disponibilità di posti all'estero per Dirigenti Scolastici
AA.VV. - 08-03-2010
Il Ministero degli Affari Esteri, Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione culturale, ai sensi dell'art. 46, commi 1 e 2, del CCNL relativo al personale dell'area V della dirigenza scolastica sottoscritto l'11 aprile 2006 rende noto che per l'anno scolastico 2010/2011 si rendono disponibili n.17 posti riservati a Dirigenti scolastici per lo svolgimento all'estero delle funzioni previste dall'art. 45 del CCNL/2006 dell'area V della dirigenza scolastica. I Dirigenti Scolastici che aspirino ai predetti posti dovranno presentare una dichiarazione di disponibilità.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Biodiversità: opportunità per la società e per l'ambiente
Celim - 18-03-2010
 pianeta 
A Milano dal 19 marzo al 12 maggio una serie di attività il cui obiettivo è analizzare gli scenari di sostenibilità di un ambiente e di una società diversificati, attraverso le specifiche prospettive e le competenze offerte da soggetti diversi: partecipano infatti accademici e Organizzazioni Non Governative lombarde.

[ leggi ][ commenta
Dipendenze
Centro Francescano di Ascolto - 17-03-2010
 proposta 
Confidando di fare cosa gradita si allega programma del seminario sulle dipendenze "Prima che suoni la campanella "d'allarme". A Rovigo il 7aprile.
[ leggi ][ commenta
Volti veri
Adriana Stazio - 16-03-2010
 storie 
In questi giorni l'attenzione dell'Italia è stata catalizzata dallo scandalo della Protezione Civile S.p.A. capeggiata dall' uomo del fare Guido Bertolaso. Uomo del fare, appunto, che non perde tempo con leggi e vincoli imposti dalla democrazia, ma avoca a sé il potere e decide senza discutere, al di sopra delle leggi. I risultati sono sotto gli occhi di tutti gli italiani, che hanno potuto ascoltare parte delle intercettazioni telefoniche e scoprire una parte del marcio che si nascondeva. Ma in Italia c'è un altro uomo del fare, si chiama Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno e candidato alla carica di Governatore della Regione Campania.

[ leggi ][ commenta
Roberto Piumini a Scivolanda
Ivana Sanna - 15-03-2010
 espressioni 
Il racconto in rima di Roberto Piumini Bumba, letto dall'autore, parla di Africa, acqua preziosa e generosità. Prima e durante la lettura, Monica Rabà e i bambini preparano semplici sagome colorate e arricchiscono il pannello/scena di stoffa.
[ leggi ][ commenta
Filosofia per tutti
Cidi Carnia e Gemonese - 08-03-2010
 quaderni 
La filosofia non dev'essere più il patrimonio di un'élite riservato a pochi o pochissimi, ma il libero pensare su tutto il reale, il possibile e l'irreale, oggetto di riflessione e discussione per tutti i cittadini di una società democratica, agganciata ad una tradizione culturale plurimillenaria che può diventare patrimonio di tutti coloro che esercitano la loro capacità razionale.
[ leggi ][ commenta
Mio figlio cerca lavoro, ma ...
Mauro Artibani - 14-03-2010
 consumo 
Simone, mio figlio 24 anni, cerca lavoro, si dà da fare, si informa; scrive, ciatta, invia curriculum. Qualcosa si muove, viene contattato dalla Adecco per conto di Alitalia Cai. Una segretaria gli offre di fare operazioni di check-in all'aeroporto di Fiumicino. Carico e scarico bagagli, 30 ore settimanali, 450 € lordi al mese e niente più.
Un reddito insufficiente per acquistare le quantità di merci necessarie a sostenere la crescita economica, inidoneo altresì per combattere efficacemente una eventuale crisi sistemica...

[ leggi ][ commenta
Proibizionismo e capitalismo
Lucio Garofalo - 12-03-2010
 sociale 
Bisogna rendersi conto che in una società di massa, in cui prevalgono comportamenti consumistici di massa, è inevitabile che anche il consumo di sostanze quali le "droghe" si affermi come un'abitudine diffusa, anzitutto per un effetto di emulazione ed omologazione, cioè in virtù di uno strumento di persuasione assai efficace, comunemente detto "moda".
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Mondo digitale
Lavoriamo per una società della conoscenza inclusiva coniugando innovazione, educazione, inclusione e valori fondamentali. I benefici che provengono da conoscenze, nuove tecnologie e innovazione devono essere a vantaggio di tutte le persone senza alcun tipo di discriminazione.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva