Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 19 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 14/02/2010
raccontiscaffali

Sommario

SCUOLA DEI LUNGHI NASI

Crolla il falso alibi delle scarse risorse

di Francesco Mele
Il confronto secondo il Ministro Gelmini
di Franco Labella
Giorgia Meloni, le foibe e gli insegnanti
di Giuseppe Aragno
Non è vero che la riforma delle superiori potenzia l'insegnamento delle lingue straniere
di Silvia Minardi
Musica e scuole secondarie
di Mario Piatti
Comportamenti illegittimi
di Francesco Sola

DENTRO DIFFICILI FUORI

Amore

di Giocondo Talamonti
Non c'è etica nel consumismo
di Laura Alberico
Libertà non è uno spazio libero
di Vincenzo Andraous
Punire chi bestemmia ... carenza educativa di famiglie, scuola e società
di Giocondo Talamonti


Crolla il falso alibi delle scarse risorse
di Francesco Mele

Crolla il falso alibi delle scarse risorse: le opzioni alternative all'insegnamento della religione cattolica hanno fondi cospicui per ogni regione e per ogni ordine di scuola. Il diritto deve, e può, essere garantito a tutti coloro che le scelgono.

Grazie al prezioso contributo di Antonia Sani e di Osvaldo Roman, sono riuscito finalmente a trovare la fonte normativa che dimostra che lo Stato, ad ogni finanziaria, stanzia una somma consistente per ogni Ufficio Scolastico Regionale e al suo interno per ogni ordine di scuola (materne, elementari, medie, superiori) per finanziare.....

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il confronto secondo il Ministro Gelmini
di Franco Labella

Il 4 febbraio, in occasione della conferenza stampa di presentazione del riordino, dal prossimo anno scolastico, delle scuole superiori italiane il Ministro Gelmini ha parlato di svolta epocale ed il presidente del Consiglio ha affermato che il riordino è il frutto di un ampio confronto con il mondo della scuola.

Il 5 febbraio, senza alcun preavviso e senza alcuna motivazione, sono stati oscurati tutti i Forum presenti sul sito istituzionale di Indire raccolti in un thread intitolato "Conosci e commenta la Riforma".

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Giorgia Meloni, le foibe e gli insegnanti
di Giuseppe Aragno

Il giudizio è secco e non ammette repliche: gli insegnanti che rifiutano di celebrare la giornata delle Foibe sono inadeguati. Lo afferma Giorgia Meloni, 33 anni spesi sui libri e donna di indiscussa cultura ... L'attacco del ministro non entra nel merito della libertà d'insegnamento ... a leggerlo però onestamente, si sente lontano un miglio che tende semplicemente a riaffermare un principio: "di fronte a una legge nazionale che esiste ed è stata votata dal parlamento", gli insegnanti e i dirigenti "che si rifiutano [...] sono francamente inadeguati". Il fatto è che, affermato un principio, è necessario avere l'onestà intellettuale per ricavarne le conseguenze ...

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Non è vero che la riforma delle superiori potenzia l'insegnamento delle lingue straniere
di Silvia Minardi

Il Consiglio dei Ministri ha approvato in data 4 febbraio 2010 la (non) riforma delle scuole superiori che prende avvio dal prossimo anno scolastico. Nei mesi scorsi, quando la rete ci consegnava versioni anche molto diverse tra loro sulle ipotesi di riforma, lend aveva messo in evidenza l'azione di propaganda del ministro che non solo elimina dal curricolo obbligatorio l'insegnamento della seconda lingua straniera, ma indebolisce anche l'insegnamento della lingua inglese.

Ieri, però, dalla propaganda sulle lingue nelle ipotesi di riforma siamo passati alle bugie. Infatti con l'approvazione della riforma si parla - anche su molti organi di stampa - di un potenziamento dell'insegnamento delle lingue straniere nella riforma delle superiori.

Così non è.



Musica e scuole secondarie
di Mario Piatti

Con l'emanazione del Regolamento recante "Revisione dell'assetto ordinamentale, organizzativo didattico dei licei ai sensi dell'articolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133", si prende atto che:

- "Musica", intesa come disciplina di studio e come esperienza formativa, viene bandita dal curricolo formativo di tutti gli studenti delle scuole secondarie superiori ... Alcuni insegnamenti musicali vengono relegati tra gli "Insegnamenti attivabili sulla base del Piano dell'Offerta Formativa nei limiti del contingente di organico assegnato all'istituzione scolastica"...

- Viene attivato il "Liceo musicale e coreutico", ma nel limite di 40 sezioni musicali e 10 coreutiche su tutto il territorio nazionale, come a dire circa un migliaio di possibili studenti sparsi non si sa bene ancora in quali sedi, e comunque attivate in "convenzione" con i Conservatori di musica, ovviamente senza oneri aggiuntivi per le Istituzioni: cioè a dire, a costo zero. Ma chi paga allora?
A questo punto lancio una proposta che, se si vuole, si potrebbe qualificare di "disobbedienza civile"...



Comportamenti illegittimi
di Francesco Sola

Continuano a pervenire nelle sedi del sindacato SAB richieste di interventi con chiarimenti in merito alla formulazione delle graduatorie d'istituto per l'individuazione dei docenti e personale ATA soprannumerari per l'a.s. 2010/11.
Denunciamo l'illegittimità dell'operato di alcuni dirigenti scolastici che, noncuranti delle disposizioni contrattuali in merito, formulano le predette graduatorie prima della pubblicazione del contratto sulla mobilità che regolamenta modalità e termini per dette operazioni incidenti, profondamente, sulle posizioni giuridiche dei soprannumerari.



Amore
di Giocondo Talamonti

Nell'imminenza della festa di S. Valentino si ritiene opportuno richiamare l'attenzione di tutti su una celebrazione che assume, nella dimensione urbana, la volontà e il senso di interrogarsi su il sentimento dell'Amore in un mondo in cui, troppo spesso, prevalgono individualismi ed egoismi.
Al di là del sicuro legame che contrassegna l'innamoramento tra due persone, la riflessione si sposta sul significato autentico della parola "Amore" che, come ricordato nel corso della presentazione delle manifestazioni valentiniane, va ricondotto nell'ampio ambito delle relazioni che devono instaurarsi tra gli appartenenti di una più globale comunità.



Non c'è etica nel consumismo
di Laura Alberico

Una vita povera quella in cui si consuma tutto, soprattutto i sentimenti e le emozioni. Si consumano parole velate di moralità e pregiudizio, di comprensione e immedesimazione per confondere ed anestetizzare verità e debolezze di una società al limite del collasso. Opinionisti in prima fila a confondere le acque, a spiegare i dubbi dell'animo con benevolenza ed empatia, ad indicare le strade possibili per risorgere dalla condizione di perdente.



Libertà non è uno spazio libero
di Vincenzo Andraous

Ancora uomini a morire, ancora giovani a cadere, numeri che si accatastano in una fossa comune, dove la somma dei cadaveri non crea che qualche fastidio passeggero, usato per non concedere spazio alla pietà.
In carcere si muore, è una continua discesa all'inferno, forse non è più praticabile alcuna osservazione e trattamento del recluso, alcun progetto di ricostruzione interiore, se non fosse per l'eroicità di qualche Direttore, Agente, Operatore penitenziario.
Mi tornano in mente le parole di un grande poeta: la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione.



Punire chi bestemmia ... carenza educativa di famiglie, scuola e società
di Giocondo Talamonti

Abete intende, giustamente, punire chi bestemmia in campo riattivando la prova moviola, dimenticando che la punizione non modificherà atteggiamenti analoghi in futuro. Ancora una volta, si fa finta di ignorare che il problema risiede nella carenza educativa di famiglie, scuola e società, e che quelle intemperanze sono sintomi di violenza, di sopraffazione e che si è persa l'abitudine a controllare civilmente il dissenso e la propria opposizione. Che ci si deve aspettare, d'altronde, dalle manifestazioni di opinioni personali da contrapporre a quelle degli altri se giornalmente in televisione si assiste al turpiloquio, all'offesa continua, alla volgarità becera di sopraffare l'interlocutore alzando la voce?



 

Brevi di cronaca
(D)istruzione pubblica
Mondo Raro Magazine - 13-02-2010
Un mio amico, che chiameremo Alessandro ( nome di fantasia ), decide di andare a trovare il liceo che aveva frequentato anni or sono.
In una pausa fra una lezione e l'altra dell'università prende quindi i mezzi e si avvia verso S.Pietro, meta : il quarto liceo artistico A. Caravillani.

[ leggi ][ commenta
Formazione insegnanti: Cosiglio di Stato sospende giudizio
Giovani.it - 12-02-2010
Il regolamento per la formazione degli insegnanti, frutto del lavoro della commissione presieduta dal professor Giorgio Israel, e' arrivato al Consiglio di Stato, dopo aver acquisito i pareri dei consigli nazionali dell'istruzione e dell'universita'. I giudici di palazzo Spada hanno esaminato lo schema di regolamento e hanno formulato diverse osservazioni.

[ leggi ][ commenta
L'Operaio Cipputi e la coerenza
Giocondo Talamonti - 09-02-2010
Preceduta da una campagna di stampa, con la quale sconfessa l'impegno del Consiglio comunale di restituire le rispettive autonomie agli Istituti accorpati a Terni a seguito di una frettolosa decisione del trascorso Consiglio provinciale, l'attuale titolare del dicastero, è venuta a far visita alla struttura dell'IPSIA per verificare la rispondenza fra quanto dichiarato il giorno prima ai giornali e la realtà dei fatti. La sequenza temporale, in decisa antitesi con la logica, è sintomatica dell'incomprensione fra le due maggiori istituzioni della città e suona come offesa per gli interessi delle famiglie su cui gravano gli effetti del dimensionamento voluto.

[ leggi ][ commenta
Tetto agli stranieri, rebus in 50 scuole
Corriere.it - 08-02-2010
MILANO - Il fai-da-te è d'obbligo. Chi conia nuovi termini per definire il profilo dell'alunno straniero, chi chiede indicazioni ai colleghi, chi ha deciso di dare la nazionalità italiana a chiunque sia nato «in territorio peninsulare», chi «disobbedisce» senza paura al grido «io li prendo tutti». Tetto del trenta per cento di stranieri nelle classi, via alle iscrizioni. Tra perplessità e proteste dei presidi. Soprattutto nelle scuole che quel tetto già lo superano abbondantemente: una cinquantina tra Milano e Provincia.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Ragazze nigeriane trasferite nei CIE di Milano, Modena, Torino
No Racism - 13-02-2010
 donne 
Hanno agito in piena notte. La polizia le ha prelevate dalle carceri dove erano rinchiuse e le ha portate in varie CIE. Sono Joey, Hellen, Priscilla, Debbie, Florence, le cinque ragazze condannate a sei mesi per la rivolta nel CIE di Milano dello scorso agosto, che avrebbero dovuto essere liberate questa mattina. Ma per gli immigrati senza documenti non c'è libertà, solo un'altra galera.

[ leggi ][ commenta
Acqua bene comune
Rete Nuovi Municipi - 12-02-2010
 diritti 
A Torino e in Puglia si riafferma nei fatti il diritto all'acqua come bene comune, proprietà collettiva, essenziale e insostituibile per la vita, non assoggettabile a leggi di mercato, per cui il servizio idrico integrato deve essere necessariamente gestito da un soggetto pubblico.

[ leggi ][ commenta
VII Conferenza per l'immigrazione
Pigreco eventi - 11-02-2010
 comunicato 
A Napoli l'occasione per condividere le strategie messe in campo dall'Amministrazione regionale per favorire un'estensione del sistema di welfare a garanzia di una coesione sociale che possa rispondere all'accresciuta complessità della presenza immigrata.

[ leggi ][ commenta
Un attacco devastante ai diritti dei lavoratori
Rdb - 10-02-2010
 sociale 
Il Disegno di Legge "Collegato Lavoro" garantisce nuove tutele per le aziende ai danni dei lavoratori: più difficile vincere cause di lavoro, impugnare licenziamenti ingiusti, ottenere giusti risarcimenti. Particolarmente garantite le aziende che fanno ricorso massiccio allo sfruttamento del lavoro precario.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Altrove. Rivista di storia e intercultura online
Navigando nel nostro sito potrai fare un viaggio nel tempo a bordo di bastimenti carichi di emigranti in partenza per luoghi lontani, vivere le loro avventure nelle nuove patrie e condividere la nostalgia struggente per il luogo natio.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva