Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 16 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 24/01/2010
raccontiscaffali

Sommario

SPAZIO SCUOLA

Il trucco della riforma Gelmini: è un marchingegno a tempo

di Franco Buccino
Cinque in condotta
di Giuseppe Aragno
La lingua cambia, ma come e perché?
di Maurizio Tirittico
Un regalo del Governo per gli insegnanti di Religione Cattolica
di Corrado Mauceri
Il passato ai giovani
di Claudia Fanti

ORIZZONTI

Il dovere di ricordare

di Dirigenza IPSIA Terni
A quando un Di Vittorio nero?
di Maurizio Tiriticco
Guerre e crisi economiche
di Lucio Garofalo
Fratello lupo ...
di Vincenzo Andraous
4 romani a Port Au Prince e i bambini sotto le macerie
di Doriana Goracci


Il trucco della riforma Gelmini: è un marchingegno a tempo
di Franco Buccino

La pervicacia del ministro Gelmini a voler introdurre la cosiddetta riforma dal prossimo anno scolastico ci costringe a tornare su un argomento che pensavamo bell´e archiviato: le iscrizioni alla scuola di secondo grado. L´altro giorno un´amica mi ha chiesto perché non ci fosse sul sito del mio liceo la presentazione dell´offerta formativa per il prossimo anno, come l´ha vista altrove. Ho provato a dirle che noi non sappiamo ancora che cosa scrivere e che chi presenta l´offerta che non c´è supera il limite della spregiudicatezza nel volersi accaparrare alunni. E pensare che il tempo in più per le iscrizioni spostate in avanti doveva servire per approfondire i contenuti della riforma; sta servendo invece per far crescere l´incertezza e il disorientamento nelle scuole, negli insegnanti, nelle famiglie.



Cinque in condotta
di Giuseppe Aragno

Dopo quattro ore di discussione, nessuno dei presenti avrebbe saputo dire da che parte sarebbe finita la maggioranza del Consiglio di classe. Eppure sarebbero stati loro a decidere, i componenti del disorientato e ormai disgregato "organo di democrazia dal basso", come ci teneva a chiamarlo con incredibile faccia tosta Vincenzina Balina, una dirigente scolastica prepotente e autoritaria come non s'era mai visto nella scuola italiana.
"Muro contro muro", c'era poco da sperare e, in un sussulto di orgoglio, "matematica e scienze" - al secolo Maria Teresa Scacco - l'aveva detto alla preside fuori dai denti, guardandola negli occhi con tono involontariamente allusivo:
- "L'andamento dei lavori del Consiglio incarna alla perfezione il frutto malato d'un matrimonio incestuoso. Lei lo sa bene, preside. Un nanerottolo deforme...".

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La lingua cambia, ma come e perché?
di Maurizio Tirittico

Una sollecitazione per pensare insieme ed insieme operare, sul campo della ricerca da un lato, su quello della scuola dall'altro, con tutti gli opportuni scambi di esperienze e di riflessioni.
Il problema della lingua oggi non va assolutamente posto con i criteri di un tempo, quando esisteva un modello a cui tutti i parlanti/scriventi dovevano attingere; è il modello stesso che va messo in discussione per renderlo flessibile a certe istanze che vengono "dal basso" - se si può dir così - e che costituiscono interessanti segnali per un rinnovamento complessivo della comunicazione linguistica.



Un regalo del Governo per gli insegnanti di Religione Cattolica
di Corrado Mauceri

Il Ministro Tremonti "ha programmato sulla mensilità di maggio 2010, le necessarie implementazioni per il calcolo degli aumenti biennali spettanti agli insegnanti di religione anche sulla voce IIS a decorrere dal 1 gennaio 2003"
Tradotto in concreto significa che in maggio gli insegnanti di religione si troveranno un bel regalo da parte del Governo che, secondo le stime sindacali, può ammontare per gli arretrati a circa mille- duemila Euro con un aumento mensile di circa 220 euro lordi.
Ma come si diventa Insegnanti di religione cattolica?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il passato ai giovani
di Claudia Fanti

Maestro/a unico (prevalente?), tagli e limitazioni di spazi o tempo non fanno riforme, bensì cadaveri di potenzialità, morte della passione-ragione, uccisione della motivazione, isterilimento di metodi, didattica, pedagogia...Nascono invece gli individualismi dei primi della classe fra alunni e alunne, fra docenti e docenti, fra dirigenti e dirigenti...Rinasce quella cosa antica del fare e rifare le stesse cose rassicuranti di un tempo, portandosi i vecchi quaderni degli anni precedenti da casa per timore di non portare a termine il "programma", il quale, tra l'altro, non è neppure più un programma, esso rimane il fantasma di ciò che eravamo a cui si corre costantemente ad aggrapparsi nei periodi di oscurantismo, perché si sa, l'essere umano, in genere, se non stimolato da politiche avanzate, tende a essere conservatore...per sopravvivere con meno problemi possibili!



Il dovere di ricordare
di Dirigenza IPSIA Terni

In occasione della giornata commemorativa dello Shoah (27 Gennaio 2010 "Giornata della Memoria"), l'IIS "Allievi-Pertini", nella persuasione che non esiste crescita sociale disgiunta dalla storia, ha in animo di organizzare una serie di iniziative da attuare nel corso della settimana di pertinenza.



A quando un Di Vittorio nero?
di Maurizio Tiriticco

Oppure negro! Possiamo anche giocare con le parole! La nostra lingua è ricca e tollerante! Ma andiamo alla sostanza! Purché non arrivi prima Spartaco! Non so che cosa accadrà da qui ad una ventina d'anni quando i nuovi schiavi, neri o negri o gialli che siano, od anche... abbronzati, filtrando attraverso le maglie strappate delle mille leggi Bossi-Fini che verranno e che serviranno a ben poco, costituiranno una sonora maggioranza! Ci saranno ancora caporali schiavisti, immemori pronipoti di quegli "schiavi" che un Di Vittorio condusse al riscatto umano e sociale? La nemesi storica spesso è crudele e non vorrei che i nostri nipoti si trovassero domani o posdomani di fronte a realtà difficili da gestire!



Guerre e crisi economiche
di Lucio Garofalo

Nel caso odierno, la fuoriuscita dalla crisi è possibile solo attraverso la fuoriuscita definitiva e totale dal sistema capitalistico. Ovviamente tale prospettiva, sempre meno teorica e sempre più realistica, turba non poco i capitalisti e i loro servi. Per arginare l'esplosione di rivolte, sommosse e conflitti sociali come quelli a cui stiamo assistendo ovunque nel mondo, i capitalisti invocheranno l'adozione di soluzioni politiche, magari estreme, di segno apertamente autoritario e reazionario (stile nazifascismo in versione aggiornata, per intenderci), e che sul versante propriamente economico potranno condurre ad una nuova, pericolosa corsa al riarmo e, di conseguenza, ad uno sbocco bellico imperialistico, ad un lungo periodo di guerre sanguinose su scala internazionale.



Fratello lupo ...
di Vincenzo Andraous

Sfogliando un quotidiano ho letto di Frà Beppe Prioli, meglio conosciuto come Fratello Lupo, e della sua opera di bene instancabile, di fatica e sacrificio in dono ai più poveri, agli ultimi, gli invisibili.
La sua è storia che va avanti da quattro decenni, e non credo avrà mai fine, perché sono molti gli uomini che ha contaminato con la sua fede e passione per una nuova cultura della legalità, della giustizia, del perdono che possono e devono andare incontro a tutti, innocenti e colpevoli.



4 romani a Port Au Prince e i bambini sotto le macerie
di Doriana Goracci

Quanto leggerete e vedrete quì di seguito mi è stato inviato con preghiera di diffusione da Federico Mastrogiovanni (news e foto fresche del 22 gennaio, certo non come un servizio Tv Rai e/o Mediatrade) di cui nei giorni e nei mesi scorsi vi ho già scritto e ringrazio quanti hanno dato spazio anche a questa informazione, quasi scavo archeogiornalistico, dalle Macerie.



 

Brevi di cronaca
Ostuni: istruzione negata ad un disabile
Tele Radio Città Brindisi - 23-01-2010
Negata l'istruzione domiciliare ad un alunno 12enne con disabilità, frequentante una scuola ostunese, per mancanza dei fondi che, pur stanziati, dovrebbero essere ancora ripartiti fra gli uffici scolastici regionali. Per questo, il ragazzo non può usufruire del servizio e qusto è un grave problema che mette in evidenza una carenza negli appositi fondi del Ministero dell'Istruzione per assicurare l'attuazione del progetto di istruzione domiciliare.

[ leggi ][ commenta
Licenziato perché marocchino
Repubblica Genova - 22-01-2010
Licenziato due anni fa dalla scuola media Volta-Gramsci di Cornigliano perché straniero, un giovane insegnante di origine marocchina si è rivolto al Tribunale del Lavoro di Genova. Ieri mattina i giudici gli hanno dato ragione: la scuola - e di conseguenza il ministero della Pubblica Istruzione - lo hanno «discriminato», il professore nordafricano ha diritto ad insegnare, e a tornare in graduatoria. Il ministero gli deve un risarcimento materiale - per il periodo in cui è stato messo alla porta - ed uno morale.

[ leggi ][ commenta
Biblioccoperatori dell'Università di Torino
CUB Piemonte Ufficio stampa - 20-01-2010
Il 18 gennaio i bibliotecari universitari della cooperative supportati dai ricercatori precari e dagli studenti hanno presidiato il senato accademico per opporsi alla perdita di 130 ore di lavoro e il conseguente licenziamento di 4 persone e la riduzione di orario per altre due persone iniziato il 1 gennaio 2010 ... La trattativa ha avuto successo ...

[ leggi ][ commenta
Se la scuola va avanti con i soldi dei genitori
La Voce.info - 19-01-2010
Il contributo volontario versato dai genitori è da anni prassi comune nelle scuole. Serve a finanziare l'ampliamento dell'offerta formativa che ciascun istituto decide autonomamente. Ma è anche una voce di bilancio certa e prevedibile nei tempi di incasso. Tanto che il ministero consente ora di ricorrervi per colmare la carenza dei finanziamenti statali per le spese ordinarie necessarie all'erogazione del servizio scolastico base. Equivale all'imposizione di una nuova tassa, regressiva perché di ammontare fisso indipendentemente dal reddito.

[ leggi ][ commenta
Nuove procedure da attivare per ricevere il cedolino stipendiale
Sindacato SAB - 18-01-2010
Il MIUR con propria circolare che non risulta ancora diffusa tra il personale informa che per ricevere il cedolino stipendiale, che sarà solo on-line, da febbraio 2010 bisogna attivare una nuova procedura in quanto non sarà più inviato al proprio e vecchio indirizzo di posta elettronica, ma solo sul nuovo portale per cui bisogna procedere ad una nuova registrazione sul portale del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Käthe Kollwitz, il dramma e la speranza
Newletter ecumenici - 23-01-2010
 donne 
Ci sono vocazioni che Dio affida a persone particolari, di straordinaria intensità; vocazioni che richiedono un coinvolgimento completo di passione, di partecipazione alle sofferenze altrui, di espressione del proprio sentire. Qualcosa di simile deve avere animato Käthe Kollwitz, nata a Königsberg, la città di Kant, nella profonda Prussia del nord, da genitori di cultura aperta e liberale, nipote di Julius Rupp, fondatore della prima comunità evangelica libera in Germania.

[ leggi ][ commenta
Craxi, ou la mémoire courte des Italiens
Aldo Ettore Quagliozzi - 22-01-2010
 riletture 
... la sua superba convinzione che un uomo come lui non poteva sottoporsi al giudizio dei tribunali, ebbe riflessi devastanti nell'esercizio del potere e nella crisi della politica italiana: Craxi fu, per molti versi, non soltanto il fedele amico e protettore di Berlusconi ma anche il suo ideale precursore. È a lui più che ad ogni altro dobbiamo se viviamo oggi in uno stato in cui il potere mediatico di un ricco può oscurare la Costituzione ...

[ leggi ][ commenta
Per ripristinare Piazza 25 aprile a Pecorara
ANPI - 20-01-2010
 appelli 
la cancellazione di Piazza 25 Aprile offende la memoria di quanti, partigiani, patrioti, antifascisti, militari, deportati, gente comune hanno combattuto e sacrificato la vita per la Liberazione dell'Italia dalla dittatura fascista e dall'occupazione nazista.

[ leggi ][ commenta
Eric il pomeriggio
Sentieri selvaggi - 19-01-2010
 cinema 
Per alcuni era il regista "meno cineasta del cinema francese", fedele ai propri schemi filosofici oltre le mode e le generazioni. Allora forse è per questo che non ha mai rivelato all'amatissima madre il suo vero mestiere, continuando a fingersi professore di scuola, almeno di mattina, ma poi quando il pomeriggio saliva, Jean-Marie Maurice Sherer era Eric Rohmer...

[ leggi ][ commenta
Corso sulla Storia del '900
Fondazione Serughetti La Porta - 18-01-2010
 proposta 
"La grande trasformazione: aspetti e momenti della storia italiana del secondo dopoguerra, tra il boom economico e la stagione dei movimenti": sotto questo titolo sono raccolti gli incontri che indagheranno la storia d'Italia negli anni sessanta del ''900.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Cortafiliera.org

Soluzioni di partecipazione collaborativa

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva