Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 2 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 20/09/2009
raccontiscaffali

Sommario

DA NORD A SUD

In Lombardia

di Gennaro Tedesco
Sul tetto d'Italia
di Doriana Goracci
Cronache dall'occupazione
di Costanza Boccardi

SCUOLA E NON SOLO

Quei vuoti fanno tristezza e rabbia

di Gianfranco Pignatelli
Confronti
di Francesco Masala
La maledizione dell'educazione
di Antonio Vigilante

ORIZZONTI

Il diritto alla pietà

di Giuseppe Aragno
Premeditazione del pestaggio
di Roberto Malini
Forse non si sa
di Francesco Di Lorenzo
Fine pena mai
di Vincenzo Andraous


In Lombardia
di Gennaro Tedesco

Separatismo, celtismo e longobardismo nascondono le difficoltà del vivere sociale lombardo che non riesce a integrarsi non solo nel contesto nazionale, ma anche e soprattutto in quello globale. Il ritorno alle piccole patrie e mitici Paradisi perduti sono il sintomo evidente non solo di un disadattamento evidente sia sociale ed economico, ma soprattutto il sintomo di un disagio politico e culturale profondo .
La Lombardia non riesce a fare i conti con il processo di globalizzazione in corso perché soprattutto, al di là della crisi economica che la travaglia e la devasta profondamente, il suo contesto culturale ed antropologico non ha mai veramente fatto i conti non tanto con la nazione quanto con la modernità...



Sul tetto d'Italia
di Doriana Goracci

Già sento le voci gelminare, al riparo della Casa delle Libertà di Potere: "Sono quattro gatti, la Sapienza è cosa mia, fannulloni" .
Già perchè questa mattina "una ventina tra studenti e insegnanti precari sono saliti sul tetto dell'Università La Sapienza di Roma. Protestano contro i tagli decisi dal ministro Gelmini e minacciano di trascorrere la notte sul posto. Hanno srotolato uno striscione con la scritta: "Scuola e università stessi tagli e stessa precarietà".

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Cronache dall'occupazione
di Costanza Boccardi

Ringraziamo noi stessi per questa avventura. Abbiamo ri-scoperto quanto grande sia la forza dell'essere cittadini, abbiamo capovolto un destino che sembrava già scritto, abbiamo creduto nella nostra scuola pubblica.
Per undici giorni ci siamo incontrati, abbiamo scoperto ricchezze nascoste e le abbiamo messe a disposizione di un sogno apparentemente utopico ma profondamente reale.



Quei vuoti fanno tristezza e rabbia
di Gianfranco Pignatelli

È definito, scherzosamente, l'ossario. In effetti è l'antro della sala professori dove i docenti ripongono registro personale, compiti, libri ed il cassino e le penne che "sennò non le trovi più". Si sviluppa a "C" su tre pareti e appare come un insieme ordinato di rettangoli metallici, ciascuno con al centro la serratura e al lato la targhetta col nome. Un tempo ci si accapigliava sulla posizione del proprio loculo. C'era chi lo voleva in alto, chi in basso e chi più vicino all'uscita: "così faccio prima". C'era anche chi pretendeva di averne più d'uno. Ma non era possibile. Almeno, mai, prima d'ora. Erano tutti chiusi e occupati. Oggi, molte di quelle ante sono ribaltate e hanno la chiavetta che penzola tristemente.



Confronti
di Francesco Masala

"Criticare è legittimo ma comportarsi così significa far politica a scuola e questo non è corretto. Se un insegnante vuol far politica deve uscire dalla scuola e farsi eleggere" dice Gelmini.


Si dice in "Lettera a una professoressa":

"Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è la politica. Sortirne da soli è l'avarizia" .

"In questo secolo come vuole amare se non con la politica o col sindacato o con la scuola? Siamo sovrani. Non è più tempo delle elemosine, ma delle scelte."
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La maledizione dell'educazione
di Antonio Vigilante

Uno studio sull'efficacia educativa della violenza può essere ancora oggi un contributo al dibattito sui metodi educativi. Che i genitori debbano "correggere" i figli, che abbiano il diritti e il dovere di farlo, è una cosa la ricercatrice dà per scontata. E', invece, all'origine della violenza nei confronti dei bambini: e non è detto che quella fisica sia la violenza peggiore. La violenza è nella pretesa stessa di dar forma ad un essere umano secondo un proprio modello. Il bambino, l'adolescente non esistono, e per questo non sono soggetti di diritti. Quello che conta è ciò che saranno in futuro, l'uomo e la donna che diventeranno. Questa educazione - l'educazione maledetta - è fondata sulla disconferma, sul messaggio "tu non esisti, forse esisterai, se ti comporti come dico io", ripetuto infinite volte.



Il diritto alla pietà
di Giuseppe Aragno

Mentre l'auto scende da Palau, la baia è un incanto verde smeraldo e Caprera e La Maddalena sono un punto di domanda che un dio cui non credo rivolge a un miscredente. Sono passate da poco le 14, quando il cellulare ritrova d'improvviso il campo e un amico mi dice che la manifestazione in difesa della libertà di stampa "è stata rinviata a data da destinare".
- Perché?, gli domando.
- In Afghanistan hanno ammazzato sei soldati italiani.
Il dio che non conosco ritira la domanda - forse s'è accorto che risposte non ne ha neanche lui - e nella mia testa fanno vortice pensieri e sentimenti.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Premeditazione del pestaggio
di Roberto Malini

Chiediamo al Ministero dell'Interno di fare chiarezza quanto prima sulle dichiarazioni della Procura riportate dalla stampa. Se infatti venissero confermate, e non smentite, ci troveremmo di fronte a una forma di discriminazione istituzionale i cui esiti potrebbero scatenare nuova violenza omofobica, quando il numero di episodi di violenza a sfondo omofobico aumentano in misura preoccupante e quasi mai vengono denunciati da vittime particolarmente vulnerabili.



Forse non si sa
di Francesco Di Lorenzo

La rivolta studentesca nel sessantotto investe Berkeley, Berlino, Nanterre, Tokyo, Londra, Milano...e tutte le altre città e cittadine di mezzo mondo. La rivolta iniziata nei campus universitari americani si trasforma in una protesta contro l'ordine sociale, la guerra, la famiglia, i valori della società borghese. Spontanea, gioiosa, libertaria e creativa, ma anche violenta, rivendicava "l'immaginazione al potere" e consacrò la nascita di una 'controcultura'.
In Italia la ricostruzione storica del clima di allora può essere quella del giornale Il Giorno, nelle cui pagine un articolo di Sergio Turone allarma: "Scuola, si apre un anno difficile". La vera e propria esplosione si ha all'inizio dell'anno scolastico..., e non era difficile da prevedere.



Fine pena mai
di Vincenzo Andraous

In questo carcere che stenta a recuperare alla società, finchè esso stesso non sarà recuperato dalla società, c'è bisogno di accompagnare il dolore con le parole di una giustizia equa, per imparare ad accettarlo come intorno, a colorarlo con il lavoro, la scrittura, la mediazione, i rapporti umani finalmente sbocciati, mantenuti e cresciuti, nel tentativo di modificare questa dimensione disumanizzante in un luogo ancor aperto ad alternative di conoscenza e mutamento interiore.



 

Brevi di cronaca
Ufficio legale e protesta contro l'USP di Cosenza per i tagli sul sostegno
Sindacato SAB - 19-09-2009
Nell'ambito dello stato di agitazione già indetto dal sindacato SAB e del sit-in di protesta tenuto il 31 agosto contro i tagli di posti nelle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Cosenza che hanno colpito principalmente il sostegno, tale stato prosegue anche lunedì 21 settembre, alle ore 15,30, c/o l'USP di Cosenza, a fianco dei genitori e degli alunni disabili e dei docenti precari che non hanno avuto l'assegnazione del sostegno, in particolare nelle scuole superiori dove, addirittura, in alcuni casi, in presenza di disabili in situazione di gravità, non è stato autorizzato nessun posto.

[ leggi ][ commenta
A proposito della Bozza Israel
Carta.org - 18-09-2009
Dalla lettura della bozza emerge che ogni singolo aspetto della formazione degli insegnanti della scuola, dalla primaria alla superiore, è stato valutato e messo per iscritto. Il testo riporta in calce la firma dell'intera commissione di esperti composta da sei docenti universitari, tre funzionari del Dipartimento Istruzione, due funzionari della Direzione generale dell'Università, un avvocato, capo dell'ufficio legislativo, un consigliere del Consiglio nazionale degli studenti universitari, e un dirigente di cui non viene specificata la carica.
Siamo andati a dare un'occhiata al curriculum degli esperti.

[ leggi ][ commenta
Non si boccia un dislessico
Vita.it - 17-09-2009
È illegittima la bocciatura di un alunno di seconda media affetto da dislessia. È quanto ha stabilito il Tar del Lazio, pronunciandosi a favore di un alunno dislessico respinto e decretandone quindi automaticamente la promozione, salvo riservarsi di tornare sul caso con una sentenza ad hoc. È la prima volta che nel nostro Paese un tribunale amministrativo emette una sentenza del genere.

[ leggi ][ commenta
Scuola, ma quanto mi costi ...
Il Sole 24 ore - 16-09-2009
La riduzione dei costi sta passando, principalmente, per una diminuzione progressiva del personale. E a pagarne le conseguenze, sono soprattutto, i precari. Oltre che l'offerta didattica. Una soluzione diversa era stata, invece, proposta dal precedente Governo, che, presentando, nel 2007, il "Quaderno Bianco" sulla scuola, aveva preso in considerazione la possibilità di contenere il personale, attraverso una diversa programmazione di medio-lungo periodo degli organici, coinvolgendo le Regioni.

[ leggi ][ commenta
Stato di agitazione anche a Catanzaro
Sindacato SAB - 15-09-2009
Nell'ambito dello stesso stato di agitazione indetto dalla Segreteria Generale SAB, la Segreteria provinciale di Catanzaro dichiara lo stato di agitazione anche per situazioni anomale venutesi a creare nella provincia come quella già denunciata presso la Direzione Didattica VI circolo di Catanzaro Lido dove addirittura già in carenza di Collaboratori scolastici, per i tagli disposti, la predetta istituzione scolastica, con i colpevoli silenzi degli ordini gerarchici superiori concede il N.O. a Collaboratori scolastici comandati e/o utilizzati in altri enti senza che gli stessi vengano sostituiti.

[ leggi ][ commenta
Prepensionamento? Concediamolo a qualche sindacalista
Associazione Professione Insegnante - 14-09-2009
Per la soluzione del problema doloroso dei tanti colleghi precari, che in conseguenza dei tagli si sono ritrovati senza lavoro, qualcuno, irresponsabilmente, continua a suggerire meccanismi di prepensionamento per i docenti di ruolo. Chi propone questo genere di soluzioni, forse per la decennale distanza dai problemi reali della scuola e della categoria, non ha centrato bene i termini della questione.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Settembre pedagogico 2009
Claudia Fanti - 19-09-2009
 incontri 
Le regole,
queste sconosciute...
Nella relazione educativa
Nel confronto tra generazioni
Nei rapporti con le istituzioni e con la città

Ciclo di incontri a Forlì

[ leggi ][ commenta
Transiti ad oriente
Antonio Basso - 18-09-2009
 proposta 
Per il mese di novembre stiamo organizzando a San Nicandro Garganico un festival incentrato sulle tematiche ebraico-pugliesi, il "Transiti ad Oriente".
Abbiamo anche pubblicato un bando letterario per racconti brevi rivolto agli studenti delle scuole secondarie pugliesi.
[ leggi ][ commenta
Selezione di Nuovi autori
Ufficio Stampa - 17-09-2009
 comunicato 
La casa editrice La Zisa seleziona opere letterarie di nuovi autori in lingua italiana da pubblicare nelle proprie collane di narrativa, poesia e saggistica.

[ leggi ][ commenta
Difesa civica e diritti fondamentali
Difensore civico - 16-09-2009
 diritti 
Ancona, 23 settembre. Esperienze a confronto: una Conferenza su difesa civica e tutela dei diritti fondamentali.

[ leggi ][ commenta
Scuola, fucina di ricerca per l'oggi
Gennaro Tedesco - 15-09-2009
 quaderni 
In che modo la Scuola, soprattutto quella italiana, può contribuire a ridefinire i confini di un processo identitario nazionale ed europeo nel momento in cui essa è sottoposta all'impatto di una Riforma scaturita, in parte non piccola, dal rullo compressore della globalizzazione in corso, a diversi livelli, nella totalità dell'ecumene?
E quale ruolo la Scuola, una Scuola moderna, può e deve assumere in una società sempre più complessa e dinamica, malgrado la crisi che ci travaglia?
A queste domande alcune possibili risposte.

[ leggi ][ commenta
Piovono bombe carta e non fanno rumore
femminismo-a-sud - 14-09-2009
 espressioni 
Quello che mi fà paura è quello che non succede. La gente è tornata a riempire le città, i telegiornali a parlare di qualche film in uscita e dell'influenza dei porci, i palchi ad essere calpestati da artisti stanchi e afoni - sovvenzionati dalle istituzioni si abboffano prima del letargo invernale. Il brusio del Pigneto, di San Lollo, Garbatella, delle università e di Trastevere, se poi presti attenzione è solo un suono privo di parole.
L'arte scivola dalle mani, Roma è la città di sempre con i discorsi indignati negli spazi chiusi, le rivolte a bassa voce, le liti di partiti e tra le associazioni e centri sociali, tra chi è più o meno compagno, tra chi di politica non ne vuole sentir parlare e chi la fà solo verbalmente e si incarta sulle parole.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
il due blog
Proprio in questi giorni si aprono le scuole, il Presidente della Repubblica apre l'anno scolastico parlando del gran numero di stranieri presente nelle scuole, chiede a tutti di non sottovalutare la nuova realtà... ma noi... noi insegnanti di italiano per stranieri che abbiamo studiato e continuiamo a studiare per avere strumenti che permettano di affrontare proprio questi problemi... noi continuiamo ad essere invisibili. Non esistiamo. Per la scuola italiana non esistiamo. (25 settembre 2005)

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva