Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 38 - a.s. 08/09
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 12/07/2009
raccontiscaffali

Sommario

VIALE TRASTEVERE

L'anno in-finito

di Florenti
I tagli della Gelmini : ancora illegittimi
di Corrado Mauceri
Che fare? Si può fermare la Ministra?
di Corrado Mauceri
Perché chiediamo le dimissioni
di C.I.P Comitati insegnanti precari

DENTRO LE SCUOLE

Riforma e discipline scientifiche e tecnologiche

di Rosario Saccà
SOS chimica
di Gruppo docenti di Chimica e Tecnologie Chimiche
Studenti protagonisti di una società più matura...
di Giocondo Talamonti

PER COLPA DI CHI

Il tramonto dell'umanità

di Federazione Anarchica Torinese
Pacchetto sicurezza: abbiamo solo da vergognarci
di Alex Zanottelli
Parigi: per fame e per sete
di Giuseppe Aragno
Genova 2001 - L'Aquila 2009
di Piccì
G8 2009: we are your crisis!
di Doriana Goracci

ORIZZONTI

Son cose che possono accadere

di Vincenzo Andraous
Linguaggi
di Gennaro Tedesco


Con l'invio odierno la news di Fuoriregistro va in vacanza, a meno, naturalmente, di eventi particolari e urgenti. Lo spazio web resta però sempre aperto ai contributi che riceveremo. Grazie a tutte e tutti per essere stati con noi. Frg.


L'anno in-finito
di Florenti

Nella primavera del 2008 dopo l'insediamento, il min. Gelmini dichiarava che la riforma sarebbe stata effettuata con i l concorso di tutte le forze, docenti, associazione genitori, studenti ecc.
Ma ad inizio estate la riforma era praticamente avviata dal duo Tremonti-Brunetta sulla linea che abbiamo conosciuto.
Al loro seguito il 22 agosto 2008 il ministro Gelmini rilasciava la seguente dichiarazione :
"...la scuola è diventata un ammortizzatore sociale, una macchina erogatrice di stipendi per gli insegnanti. Una tipografia di diplomi - inutili e inutilizzabili - per gli studenti. Un mostro burocratico produttore di normative e circolari che si contraddicono l'una con l'altra".
A distanza di quasi un anno, verifichiamo come l'erogazione degli stipendi e delle retribuzioni stia diventando sempre più incerta. Mentre le varie circolari sul voto di condotta, sulla valutazione, sulla ammissione agli esami hanno dato un valido e significativo contributo alla produzione di confusione normativa.



I tagli della Gelmini : ancora illegittimi
di Corrado Mauceri

IL Governo con un decreto ad personam e la Corte Costituzionale non salvano i provvedimenti illegittimi della Gelmini ( Nota di Corrado Mauceri )


1 - Le illegittimità della Gelmini

In occasione dell'incontro nazionale delle Organizzazioni politiche, sindacali ed associative e dei coordinamenti genitori-insegnanti svoltosi il 25 giugno a Roma per iniziativa dell'Associazione "Per la Scuola della Repubblica" era stato rilevato:

a) il Governo era decaduto dalla delega ad adottare entro dodici mesi i regolamenti attuativi dell'art. 64 che prevedeva i tagli alla scuola statale.



Che fare? Si può fermare la Ministra?
di Corrado Mauceri

Tutti i provvedimenti finora adottati dalla Ministra Gelmini e dagli Uffici periferici in attuazione dell'art. 64 DL n. 112/08 e dell'art. 4 DL n. 137/08 sono illegittimi. La Ministra ed i suoi uffici però procedono come se tutto fosse regolare e, purtroppo, nella più generale rassegnazione.
Tutti lamentano la gravità e l'illegittimità dei provvedimenti adottati dalla Gelmini, ma a tutt'oggi non si riesce a bloccarli né a promuovere un'azione unitaria per manifestare concretamente tale dissenso politico. Un tentativo promosso in tal senso nei giorni scorsi dall'Ass. Per la Scuola della Repubblica non è riuscito a concretizzarsi.
Quali iniziative si potrebbero concretamente prendere?
Stante l'illegittimità degli atti ministeriali, ci si può muovere anche a livello legale; ma è assolutamente prioritaria l'iniziativa politica unitaria. Bisogna ribadire ancora una volta che senza dubbio le iniziative legali devono essere promosse perchè possono aprire varchi e falle nell'operato del Ministero, ma bisogna avere la consapevolezza che se non c'è una forte iniziativa politica, l'azione legale non è sufficiente.
Un Governo, disinvolto e spregiudicato come questo, pronto a legiferare a colpi di decreti legge e voti di fiducia e con un'opposizione parlamentare innocua non può essere affrontato soltanto sul terreno legale; si è già visto con il termine per l'adozione dei regolamenti; l'art. 64 aveva previsto il termine di dodici mesi, il Governo non ha rispettato il termine; con un decreto legge ha dichiarato di essere nei termini!



Perché chiediamo le dimissioni
di C.I.P Comitati insegnanti precari

Dall'interesse pubblico a quello privato. Dal governo alle offese. Incaricata di amministrare la scuola di tutti, e retribuita con i soldi di tutti, il ministro Gelmini travasa risorse finanziarie pubbliche a beneficio della scuola privata. Lo fa mediante elargizioni incondizionate di superbonus a chi frequenta diplomifici e istituti confessionali. E non finisce qui. Dà pure del pirla a chi la contesta civilmente.
Lasciando perdere la caduta di stile e il deficit di rispetto democratico palesato, cerchiamo di scoprire le ragioni di tanto nervosismo. Di certo i motivi di insoddisfazione e frustrazione non mancano. In un anno non si di poteva far peggio.



Riforma e discipline scientifiche e tecnologiche
di Rosario Saccà

Le indicazioni dell'Ocse (riportate in www.istruzione.it) dicono che "(...) La riduzione delle ore di insegnamento deve (...) evitare le ore relative alle discipline delle aree matematico-scientifico-tecnologiche(...)". Si tratta di un segnale di allarme che va percepito e nei confronti del quale è necessario attivarsi, se non si vuole un ulteriore peggioramento della qualità della scuola.

Purtroppo però i regolamenti approvati in prima lettura dal Governo vanno in senso opposto rispetto a tali indicazioni, e pertanto vanno corretti, essendo in essi evidente lo "storico" errore della scuola italiana, per cui la cultura scientifica e tecnologica viene considerata di serie B rispetto a quella umanistica.



SOS chimica
di Gruppo docenti di Chimica e Tecnologie Chimiche

I nuovi regolamenti approvati dal Governo il 28/5/09 e il 12/6/09, come resi noti dai siti sindacali, se non modificati in seconda lettura, porterebbero gli studenti in uscita da quasi tutti i licei ed istituti tecnici e professionali ad una preparazione scientifica generalista e superficiale.
Temiamo che si tratti di una tanto grave quanto miope mancanza di considerazione per la Chimica e di quanto una sua non adeguata conoscenza possa segnare negativamente il futuro degli studenti e del Paese, che non vogliamo che negli anni a venire scivoli sempre di più sulla china della arretratezza culturale in campo scientifico e tecnologico.
Prendendo comunque atto con sollievo della disponibilità da parte del Ministro (manifestata il 10/6/09 ai Sindacati) ad accogliere proposte di modifiche migliorative di dette bozze, proponiamo...



Studenti protagonisti di una società più matura...
di Giocondo Talamonti

E' triste dover constatare che uno dei binomi più scontati in fatto di divulgazione ed interazione, scuola e sport, non abbia mai trovato nel tempo la sua consacrazione. E non da ieri; da cento anni. Da quando, nel 1909, la legge "Daneo" stabilì l'obbligatorietà dell'educazione fisica in ogni scuola pubblica, primaria o media, maschile e femminile. Quella legge fissava in mezz'ora al giorno l'attività fisica nelle scuole primarie e in tre ore settimanali nelle medie.
A ricordarlo recentemente è stato il Presidente del CONI, Petrucci, invitando il Ministro per l'Istruzione, Gelmini, a rompere definitivamente gli indugi, superare gli ostacoli e dare avvio ad una sinergia che vede solo l'Italia attestata su posizioni che non competono ad un paese moderno.



Il tramonto dell'umanità
di Federazione Anarchica Torinese

L'approvazione in via definitiva del pacchetto-sicurezza, diventato ufficialmente legge dello stato, sancisce la svolta autoritaria del paese che assume connotati chiaramente fascisti. Si tratta di una serie di norme che servono a criminalizzare precise categorie di persone: gli immigrati, i senza casa, gli oppositori.
L'introduzione del reato di clandestinità porta a compimento un processo di discriminazione degli immigrati che va avanti da più di dieci anni e che si fonda su norme varate nel tempo da governi di centrosinistra e centrodestra (leggi Turco-Napolitano e Bossi-Fini) che hanno reso impossibile la vita di migliaia di immigrati con il ricatto della clandestinità, con il legame tra contratto di lavoro e permesso di soggiorno, con i respingimenti, le deportazioni e la reclusione nei centri di permanenza temporanea.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Pacchetto sicurezza: abbiamo solo da vergognarci
di Alex Zanottelli

Il Senato ha approvato oggi il cosiddetto Pacchetto Sicurezza del ministro degli interni Maroni.
Mi vergogno di essere italiano e di essere cristiano. Non avrei mai pensato che un paese come l'Italia avrebbe potuto varare una legge così razzista e xenofoba. Noi che siamo vissuti per secoli emigrando per cercare un tozzo di pane (sono 60 milioni gli italiani che vivono all'estero!), ora ripetiamo sugli immigrati lo stesso trattamento, anzi peggiorandolo, che noi italiani abbiamo subito un po' ovunque nel mondo.
Questa legge è stata votata sull'onda lunga di un razzismo e una xenofobia crescente di cui la Lega è la migliore espressione. Il cuore della legge è che il clandestino è ora un criminale. Vorrei ricordare che criminali non sono gli immigrati clandestini ma quelle strutture economico-finanziarie che obbligano le persone a emigrare.

[ leggi (4 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Parigi: per fame e per sete
di Giuseppe Aragno

D'accordo. In Italia abbiamo i nostri guai e da solo Brunetta vale un terremoto.
E' vero. Non è facile rompere il silenzio prezzolato di pennivendoli, guitti. velinari e cavalier serventi. E lo so bene: un paese che senza batter ciglio si lascia governare da Brambilla, Carfagna e Gelmini, non ha più diritto d'indignarsi.
I tempi sono quello che sono, lo so, e facciamocene una ragione, ma i conti con la coscienza ognuno li fa come crede e c'è un limite a tutto. Diciamolo, però, urliamolo forte: è disumana e feroce - disumana nel senso giuridico della parola, perché contraria ai diritti umani - la scelta della Confédération Générale du Travail, il sindacato della sedicente "gauche", che ha fatto ricorso alla forza per riprendersi i locali della storica Bourse du Travail occupati da migranti.

[ leggi (5 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Genova 2001 - L'Aquila 2009
di Piccì

Mi appare vagamente stravagante questo GI OTTO abruzzese da celebrarsi presso i ruderi del terremoto, Dal 2001 al 2009, da Genova a L'Aquila. Mi chiedo come lo prendano gli aquilani questo meeting internazionale nell'attesa della ricostruzione, inevitabilmente di là da venire: il Friuli non si è ricostruito in un anno!
Avendo conosciuto il terremoto del Friuli del 1976, credo che gli allora terremotati col loro migliaio di morti e le loro tendopoli e baraccopoli non avrebbero particolarmente gradito una simile kermesse di ospiti ingombranti.
Come la vedono oggi gli abruzzesi?

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


G8 2009: we are your crisis!
di Doriana Goracci

"E mo' cantammo sta nova canzone,
tutta la ggente se l'à dda 'mparà".
Al grido di: "Terremotate il G8! La vostra crisi siamo noi!" si chiedeva a Berlino per il 4 Luglio, "sostegno per la mobilitazione in Italia, facendo appello alla costruzione, attraverso mobilitazioni internazionali, di una lotta transnazionale alle "architetture securitarie", non importa se queste vengano ordite dalla Nato, dal G8 o dall' UE".
Dieci anni dopo Seattle, il gruppo "Diggers 2.0" invita alla "solidarietá dalle macerie del capitalismo".

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Son cose che possono accadere
di Vincenzo Andraous

In una sala giochi ho incontrato degli adolescenti, si spintonano, si scherniscono, si fanno coraggio l'un l'altro.
Ho chiesto loro come reagire di fronte a tre coetanei che violentano e massacrano una compagna di scuola.
Mi guardano da iracondi inguaribili, vorrebbero mettermi alla porta senza tanti complimenti, forse invitati a maggior cautela dalla mia stazza fisica, ritornano alla calma piatta che li contraddistingue, poi il più scafato, quello più avanti di un dente rotto rispetto agli altri, risponde che "SONO COSE CHE POSSONO ACCADERE", forse era una che non si faceva gli affari suoi, che non faceva parte del gruppo.........



Linguaggi
di Gennaro Tedesco

Se solo si potesse far capire alla gente che la lingua è come le formule matematiche: queste costituiscono un mondo per se stesse, giocano soltanto con se stesse, non esprimono null'altro che la loro meravigliosa natura e proprio per questo sono così espressive, appunto per questo si rispecchia in loro lo strano gioco di relazioni delle cose. Solo per la loro libertà esse sono membra della natura e solo nei loro liberi movimenti si esterna l'anima del mondo rendendole un tenero metro e tracciato delle cose. Così è anche per la lingua: chi ha un senso fine della sua diteggiatura, della sua cadenza, del suo spirito musicale, chi percepisce in sè il tenero agire della sua intima natura, e muove in armonia la propria lingua o mano, questi sarà burlato dalla lingua stessa e deriso dagli uomini come Cassandra dai Troiani.



 

Sponde
BUONE VACANZE!
La Redazione - 11-07-2009
 



[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
I tagli all'organico e la scuola di qualità?
Francesco Paolo Catanzaro - 10-07-2009
La circolare n.63 che fornisce indicazioni sugli organici di fatto e prevede i tagli al personale, 5 mila tra docenti e personale Ata, giunge come una mannaia in questi giorni di sole e vacanzieri. Con tali provvedimenti il ministro Gelmini intende proseguire il suo obiettivo di 42.000 tagli, nonostante le pressioni sindacali. Tali tagli faranno piombare tanti nella disoccupazione e contribuiranno a portar via personale dalla didattica e dalla collaborazione scolastica, producendo effetti deleteri per una scuola sempre più attiva e al passo con i tempi.

[ leggi ][ commenta
La ricerca dimenticata
La Voce.info - 08-07-2009
La manovra approvata dal Consiglio dei ministri contiene una serie di interventi per il sostegno alle imprese. Ma nulla cambia per gli investimenti in ricerca e innovazione. Le agevolazioni continuano a essere governate da un meccanismo complesso di prenotazione e autorizzazione che non dà alcuna garanzia alle aziende. Manca il ritorno all'automaticità del credito d'imposta chiesto da Confindustria. A parole, tutti continuano a dirsi convinti che ricerca e innovazione sono vitali per la crescita del paese. Ma agli annunci non seguono comportamenti coerenti.

[ leggi ][ commenta
Una riforma legittima
Francesco Paolo Catanzaro - 05-07-2009
Sono incostituzionali solo due punti dell'articolo 64 della legge 133/2008 cioè quello che riguarda la definizione mediante regolamento di "criteri, tempi e modalità per la determinazione e l'articolazione dell'azione di ridimensionamento della rete scolastica" (comma 4, lettera f bis) e quello relativo all'attribuzione anche allo Stato della possibilità di "prevedere specifiche misure finalizzate alla riduzione del disagio degli utenti" in caso di chiusura o accorpamento degli istituti scolastici aventi sede nei piccoli Comuni (comma 4 lettera f ter).Nella serata del 2 luglio 2009 è stata pubblicata la sentenza della Corte Costituzionale sui ricorsi presentati da diverse Regioni. Per il resto il provvedimento viene considerato dalla Corte perfettamente legittimo.

[ leggi ][ commenta
Quante e quanti denunciano la violenza subita?
www.corriere.it - 04-07-2009
PAVIA - I compagni di scuola lo credono gay, cosi' lo insultano e lo picchiano. Vittima dell'episodio di bullismo un 13enne di Pavia, preso di mira da altri ragazzi della sua scuola media.
[ leggi ][ commenta
Nuovi sistemi di valutazione e dintorni
Francesco Paolo Catanzaro - 03-07-2009
Gli esami di stato appena conclusi ci portano a fare alcune riflessioni in merito al nuovo dispositivo di valutazione che percentualizza il valore delle prove cercando di giungere all'oggettività di positivistica memoria nella formulazione di un giudizio finale.

[ leggi ][ commenta
L'OCSE boccia la scuola italiana: ma è una bufala
Carmilla online - 02-07-2009
Il fatto: martedì 17 giugno sono stati presentati i risultati di due ricerche, TALIS 2008 e Economics Survey of Italy. Con un curioso intermezzo (vedi qui): ai presenti è stata prima distribuita, e poi ritirata una cartelletta contenente le sintesi e degli abbozzi di traduzione delle ricerche. Un comunicato del Ministero, e un articolo sul Corriere della Sera con ampi virgolettati (un pelino più distaccato quello su La Stampa), ci informano che con queste ricerche l'OCSE ha bocciato la scuola italiana, valutando positivamente l'operato del Ministro. Altri giornali, su carta e on line, grandi piccoli, piccolissimi riprendono - addirittura con taglia-e-incolla spudorati - la notizia.
Che però è falsa.

[ leggi ][ commenta
Basta lezioni di sesso a scuola
Repubblica Milano - 29-06-2009
La Asl di Milano vieta ai suoi operatori di fare educazione sessuale agli studenti sotto i sedici anni. Da ora potranno solo istruire mamme e insegnanti, a cui spetterà poi il compito di rispondere alle domande dei giovani. Una circolare, datata 18 giugno, cancella infatti gli incontri fra i ragazzi e gli esperti, chiamati da 30 anni a parlare alle classi senza la presenza dei professori. Nel documento, la direzione dell'azienda sanitaria dispone che "non debbano essere ulteriormente svolte attività di educazione alla salute nelle istituzioni scolastiche che prevedano un rapporto diretto fra gli operatori e gli allievi delle scuole dell'obbligo". E nelle scuole scoppia la protesta, per una decisione considerata "bigotta e inspiegabile".
.

[ leggi ][ commenta
Insegnanti di sostegno in deroga
Superando.it - 11-07-2009
Come stabiliscono alcune leggi recenti, risulta quanto mai importante - per l'imminente anno scolastico 2009-2010 - che i documenti scolastici certifichino correttamente le «effettive esigenze rilevate» dell'alunno con disabilità e che le scuole si comportino poi di conseguenza. Il tutto con l'auspicio che i pronunciamenti dei vari giudici siano sempre meno numerosi e che quelle effettive esigenze trovino concreta applicazione.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Borse di studio
Sentieri Selvaggi - 11-07-2009
 cinema 
La Scuola di Cinema Sentieri selvaggi mette in palio, quest'anno, n. 13 borse di studio:

tre per il corso di critica cinematografica
tre per il corso di sceneggiatura
una per il corso di regia
una per il corso di documentario
cinque per il corso di recitazione.

[ leggi ][ commenta
Festival della mente
Ufficio Stampa Delos - 10-07-2009
 in vacanza 
4,5,6 settembre 2009: il primo festival europeo dedicato alla creatività e ai processi creativi, promosso dalla Fondazione Carispe e dal Comune di Sarzana, chiama a raccolta scrittori e linguisti, artisti e musicisti, architetti e designer, psicologi e psicanalisti, matematici e storici, attori e chef, oltre a scienziati, filosofi e pensatori italiani e stranieri, che hanno avviato riflessioni originali sulla natura e le caratteristiche di una delle più apprezzate tra le capacità umane.

[ leggi ][ commenta
Pomigliano Jazz Festival
Pigreco eventi - 08-07-2009
 musica 
Quattro intensi giorni di concerti e sorprese: guide all'ascolto, laboratori creativi per bambini, mostre e performance artistiche. Ingresso gratuito.

[ leggi ][ commenta
Numero 30
Ilaria Ricciotti - 03-07-2009
 ilforasacco 
Col decreto sicurezza
si avrà più certezza,
i clandestini verranno controllati
e se non in regola DENUNCIATI.

[ leggi ][ commenta
Bambini...
Gianni Zappoli - 02-07-2009
 opinione 
... che dormono tranquilli nei loro lettini, magari cullati dalle parole di mamma o papà che leggon loro una favola; bambini che muoiono nei loro lettini divorati dalle fiamme, oppure si risvegliano, non più nel loro lettino, ma in un letto d'ospedale, devastati , incapaci di capire cosa succede, soli, per morirvi dopo ore di agonia.
Un medico ha paragonato la strage di Viareggio alla strage di Bologna, a Bologna fu un attentato. E a Viareggio?

[ leggi ][ commenta
La politica dell'intimità
La Stampa - 29-06-2009
 espressioni 
Non son pochi, in Italia, gli esasperati di quel che sta avvenendo nel Paese: fuori casa l'attenzione delle democrazie si concentra sulla crisi economica, sui meno protetti che ne patiranno, su governi che per decenni hanno omesso di vigilare, sui rapporti di forza che mutano nel mondo, mentre da noi i giornali si riempiono di storie laide che hanno il premier come protagonista e i suoi patemi, i suoi impulsi, le sue libertine sregolatezze come trama. Si vorrebbe parlare d'altro, ma quest'altro è introvabile.
L'altro è il bene pubblico, è lo spazio dove il cittadino scopre il mondo esterno e vi si adatta, ma precisamente questo spazio si è liquefatto...

[ leggi ][ commenta
E' tempo di esami: interroghiamo gli astanti
Mauro Artibani - 01-07-2009
 consumo 
Chi acquista merci generando ricchezza?
Chi, consumando l'acquistato, fa ri-produrre fornendo continuità al ciclo produttivo?
Chi, mediante l'acquisto, distribuisce denaro ai profitti, ai redditi pure alle casse erariali?
Chi, per sostenere la Domanda di un' Offerta in eccesso, ha bruciato reddito, risparmio, debito?
Chi, pur di adempiere al proprio ruolo, invece di cibarsi ingrassa, invece di abbigliarsi veste alla moda che passa di moda?
Chi, consumando l'acquistato, smaltisce l'eccesso inquinando l'ambiente?

[ leggi ][ commenta
Mondiali Antirazzisti 2009
www.mondialiantirazzisti.org - 06-07-2009
 proposta 
La dodicesima edizione dei Mondiali Antirazzisti si svolgerà a Casalecchio di Reno (Bologna) dall'8 al 12 luglio 2009. Sui dodici campi di calcio allestiti nel Centro Sportivo Salvador Allende si alterneranno 204 squadre di calcio, in rappresentanza dei cinque continenti. Il Gruppo EveryOne sarà presente all'appuntamento sportivo per ricordare le vittime del razzismo nello sport.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Contratto acqua
Veniamo dall'Africa, dall'America Latina, dal Nord America, dall'Asia e dall'Europa. Ci siamo riuniti nel 1998¹ con nessun'altra legittimità o rappresentatività se non quella di essere cittadini preoccupati dal fatto che 1 miliardo e 400 milioni di persone del pianeta su 5 miliardi e 800 milioni di abitanti non hanno accesso all'acqua potabile. Qui il nostro appello a Obama.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva