Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 29 - a.s. 08/09
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 05/04/2009
raccontiscaffali

Sommario

DA VIALE TRASTEVERE

El pueblo dividido jamas serà oído

di Cosimo De Nitto
Italiani!
di Claudia Fanti
Mariastella Gelmini: scuola e rivoluzione
di Giuseppe Aragno
La pubblica potatura
di Libero Tassella

PERCORSI ALTERNATIVI

Una scuola di qualità

di Cosimo De Nitto
Sulla manifestazione di Roma
di Vittorio Delmoro
Anche per questo è possibile la Gelmini
di Paolo Citran
Zeitgeist. Attenzione tornano i Miserabili
di Aldo Ettore Quagliozzi

INTERCULTURA

Gli Afghani sono arrivati a Roma: terroristi minorenni nei tombini!

di Doriana Goracci
Nella mia città mi sento straniero
di Mao Valpiana
Non contate su di noi
di Arturo Ghinelli


El pueblo dividido jamas serà oído
di Cosimo De Nitto

Quanto la Gelmini ha tuonato dal palco del Congresso fondativo del Pdl è un attentato al comune senso del pudore per quanto segue:

1) Se per 40 anni la scuola fosse stata sotto l'oppressione o anche solo l'egemonia della sinistra Berlusconi non avrebbe vinto le elezioni.

2) Della scuola tutto si può dire tranne che sia un comparto molto sindacalizzato; l'UGL sarà d'accordo con la Gelmini che la sindacalizzazione è un pericolo?





Italiani!
di Claudia Fanti

Resoconto stenografico di una improbabile immensa convention del centrosinistra...
Piacerebbe alla Ministra Gelmini e ai "suoi" Italiani? Si sentirebbero rispettati? Dormirebbero sonni democraticamente tranquilli?



Mariastella Gelmini: scuola e rivoluzione
di Giuseppe Aragno

La scuola, che alla bell'e meglio l'ha alfabetizzata, avvocato Gelmini, non si spaventa per gli strafalcioni e stia tranquilla: non rischia l'onta delle "orecchie d'asino". Per quanto la sgoverni con l'arroganza che è figlia naturale dell'incompetenza, per sua buona sorte - e per quel tanto di ritegno che la fatica di docenti ha saputo insegnarle - lei non l'ha confessata la nostalgia struggente che sente per questi antichi strumenti educativi. Lei s'è fermata al voto di condotta, al grembiulino e alla piuma rossa del "Cuore" di De Amicis. Mi spiace d'informala: il bravo Edmondo fu di quella sinistra che lei, senza sapere bene di che parli, disprezza col furore ideologico dei chierici.



La pubblica potatura
di Libero Tassella

In Lombardia, tra elementari e medie, gli studenti e le loro famiglie sono in fuga a rotta di collo nel privato, 10.000 esodi.
L'effetto Gelmonti si sta estendendo a macchia d'inchiostro dalla Padania e già oltrepassa il Rubicone. Si inizia a capire a cosa sia servita e servirà la forbice, potare in pubblico e rinfoltire in privato.



Una scuola di qualità
di Cosimo De Nitto

Innanzitutto voglio plaudire all'iniziativa del PD del 1 aprile "Una scuola di qualità", incontro con associazioni di studenti, insegnanti, genitori, presidi. Era ora che si cominciasse a fare politica, che non fosse solo quella delle dichiarazioni, delle interpellanze parlamentari, delle citazioni e dei riferimenti alla scuola nei pastoni dei discorsi che affrontavano tutti i problemi del Paese.
Questa iniziativa indica la strada giusta che, tuttavia, dovrà vedere sviluppi ulteriori e politicamente ben più significativi e pesanti.
In questi mesi si è svolto, e si sta svolgendo, uno scontro durissimo nel paese sulla scuola e, a partire da questa, nel resto della nostra realtà sociale.



Sulla manifestazione di Roma
di Vittorio Delmoro

Quando tra il 68 e il 75 ci siamo ribellati, quando abbiamo dato a quella nostra generazione un'impronta imperitura, lo abbiamo fatto raccogliendo una bandiera il cui colore e il cui significato stava sbiadendo, dopo 25 anni, quella dei Partigiani che avevano restituito la libertà a tutti gli italiani.
Nel nostro piccolo, allora, nel 68, anche noi abbiamo riaperto spazi di libertà e di diritti per gli italiani, soprattutto per le classi che si definivano proletarie.
Sono trascorsi altri 30 anni e mi sembra che quegli spazi e quei diritti stiano di nuovo sbiadendo, occupati da una vincente cultura dell'io che, come ha detto Shell Shapiro dal palco, oscura quella del noi.



Anche per questo è possibile la Gelmini
di Paolo Citran

Si può dire probabilmente che io possa essere considerato uno che ha fatto il Sessantotto, innanzitutto per motivi banalmente anagrafici e fisici, nel senso che nel Sessantotto io ero matricola in una delle università italiane, che con gli eventi si sarebbe rivelata tra le più turbolente anche per episodi gravi di opposto colore e per personaggi che, da opposte posizioni, vi erano implicati.



Zeitgeist. Attenzione tornano i Miserabili
di Aldo Ettore Quagliozzi

Finirà anche che, da questa parte delle Alpi, non basterà più sfoderare un sorriso a tutto denti per negare l'esistenza della catastrofe? Basterà il ritorno dei Miserabili in quel di Francia per impedire, al tonto di turno, di proclamare che converrebbe mangiare le brioches al posto del pane per saziarsi? Spero tanto nel ritorno della Storia grande. Ma come sempre, dovranno essere gli altri ad intrecciarne la trama con l'ordito.



Gli Afghani sono arrivati a Roma: terroristi minorenni nei tombini!
di Doriana Goracci

Era il 12 Febbraio 2009. La questione dei nomadi a Roma sbarca sul social network Facebook: l'assessore capitolino alle Politiche sociali, Sveva Belviso, è infatti fondatrice del gruppo 'Segnala i micro insediamenti abusivi'. Nella descrizione si legge: "L'amministrazione comunale sta ultimando le operazioni relative al piano cittadino sui nomadi e a tal proposito, affinché questa operazione sia più efficace, vi invito a segnalarmi l'eventuale presenza di micro insediamenti abusivi così da poterli includere nel più ampio piano di riordino".




Nella mia città mi sento straniero
di Mao Valpiana

Quando si va in una citta' diversa dalla propria (come turisti, come ospiti, o come immigrati), solitamente il primo impatto lo si ha con i mezzi di trasporto e poi con i luoghi di ristoro. Chi viene ora nella mia citta' rischia di trovare brutte sorprese. Sugli autobus urbani sono avvenuti di recente brutti episodi (per l'ultimo, in ordine di tempo, il quotidiano locale ha titolato "insulti razzisti sul bus" rivolti da un conducente ai danni di una signora marocchina), denunciati dalle vittime e persino da qualche autista civile che ha preso le distanze dai colleghi che lascerebbero a piedi immigrati "extracomunitari" presumendoli senza biglietto.



Non contate su di noi
di Arturo Ghinelli

Come operatori scolastici non prestiamo il giuramento di Ippocrate, ma siamo convinti di essere fedeli servitori della Repubblica e della sua legge fondamentale, la Costituzione che all'articolo 3 sancisce l'uguaglianza di tutti i cittadini senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione e all'articolo 34 stabilisce che la scuola è aperta a tutti.
Noi siamo convinti di rispettare la Costituzione non denunciando i bambini, e voi?
Non vorremmo che la prossima volta ci intimaste di farli entrare solo se portano cucito sul grembiule la E di extracomunitario.



 

Sponde
Cgil: 2,7 milioni in piazza
La Redazione - 04-04-2009
 mappamondo 
Se la destra d'antan s'era illusa che sessanta e più anni di repubblica democratica conquistata con una dolorosa guerra di liberazione, si potessero cancellare per decreto, l'Italia che lavora e quella a cui il lavoro è negato, oggi ha risposto con serietà e senso di responsabilità, senza violenza, ma con una fermezza che ammonisce: non è consentito gioare d'azzardo e tentare avventure autoritarie. Per questa Pasqua nessun miglior augurio che questa notizia: Il sindacato torna a dar voce al disagio.

[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
Chiarissimo, dott. Cosentino
scuolaoggi.org - 04-04-2009
La consistenza delle dotazioni organiche a livello nazionale è stata definita in attuazione di quanto stabilito dall'articolo 64 del decreto legge n.112/2008 poi convertito in legge, L.133/2008. L'art. 64 ha quantificato in 42.000 posti le riduzioni da operare per l'a.s. 2009/2010. Si prevede di raggiungere questo obiettivo in due fasi, la prima con una riduzione di 37.100 posti in organico di diritto, la seconda di altri 5.000 in organico di fatto, a settembre. Il concetto è ribadito con estrema chiarezza...


[ leggi ][ commenta
Ddl Aprea, accanimento riformista
Francesco Scrima - 03-04-2009
È in discussione, presso la commissione cultura della camera, la proposta di legge Aprea di riforma della carriera docente, al cui iter di approvazione si intenderebbe imprimere una decisa accelerazione. Una iniziativa inopportuna nei tempi, politicamente contraddittoria, sbagliata nei contenuti e invasiva delle relazioni sindacali e delle prerogative contrattuali.

[ leggi ][ commenta
Il kamasutra della maestra
La Stampa.it - 02-04-2009
Può darsi che abbia un po' esagerato. Sì, può darsi che la maestra di una quinta elementare di Novara abbia un po' esagerato nel rispondere in maniera esplicita alle domande dei suoi imberbi allievi, che durante una lezione di scienze su «corpo umano e apparato riproduttivo» le avevano chiesto cosa fosse il sesso orale e a cosa servissero, a letto, le manette e i frustini.

[ leggi ][ commenta
Scuola, Franceschini va all'attacco
Il quotidiano.net - 01-04-2009
Dario Franceschini e Giuseppe Fioroni incontrano un gruppo di insegnanti nella sede del gruppo parlamentare Pd alla Camera e annunciano una iniziativa del partito sul tema scuola: "La nostra opposizione continuerà ad essere durissima", spiega Franceschini, dopo aver ascoltato gli interventi di diversi insegnanti, alcuni dei quali precari. "Continueremo a denunciare gli 8 miliardi di tagli alla scuola". Una scelta, appunto, dettata solo da critieri "contabili", senza curarsi degli "effetti devastanti che ne deriveranno sulla vita reale dei cittadini".

[ leggi ][ commenta
Quel record nero della scuola
Repubblica - Napoli - 31-03-2009
Avevamo protestato perché non accadesse. Ne avevamo fatto una questione di ordine pubblico, di sicurezza degli edifici, di lotta alla dispersione, di recupero sociale, di legalità. Tutto inutile. Le tabelle dei tagli agli organici per il prossimo anno ci collocano ancora una volta al primo posto. Cinquemilaseicentoquarantacinque posti in meno in Campania su 37.101 persi a livello nazionale. E siamo solo al primo capitolo, quello dei docenti.

[ leggi ][ commenta
Via i docenti di ruolo dalle graduatorie dei precari
Professioneinsegnante - 30-03-2009
" In questa stagione di crisi e di tagli dissennati vogliamo una graduatoria", continua Libero Tassella del gruppo profins, " in cui ci siano solo i docenti precari, per evitare che per alcune classi di concorso e in alcuni contesti territoriali le immissioni in ruolo si riducano alla semplice mobilità territoriale e professionale di docenti già di ruolo, in caso di immissioni in ruolo vogliamo graduatorie in cui tutti i posti vadano ai soli docenti precari".

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Parliamone
ilaria ricciotti - 04-04-2009
 ilforasacco 

Noi, figli dello stato, non abbiamo il diritto di decidere che venga staccata la spina.

[ leggi ][ commenta
Azione pane, bene comune
I care ancora - 03-04-2009
 sociale 
Dal 2005 grazie ad un accordo con COOP Adriatica è disponibile in tutti i punti vendita COOP in Emilia Romagna, Marche, Veneto, Abruzzo, un tipo di pane fresco di qualità al prezzo di 1 EURO al Kilo. Hanno successivamente aderito all'iniziativa La Regione Emilia Romagna e al provincia di Milano.


[ leggi ][ commenta
Università e ricerca: osservazioni e proposte
Gruppo di Lavoro - 02-04-2009
 appelli 
La presente proposta nasce da un gruppo di ricercatori di diversi settori afferenti all'Università degli Studi di Milano. Nostro intento è quello di portare, attraverso proposte costruttive e scevre da intenti ideologici, un contributo verso la risoluzione delle principali problematiche concernenti Università e Ricerca in Italia.

[ leggi ][ commenta
Ovazione
Carlo Carzan - 01-04-2009
 curiosità 
L'uovo da sempre oggetto simbolo presente nella vita e nella tradizione culturale di molti popoli, e ricercato sia dal collezionista minore che dal ricco amatore di antiquariato ed arte. Il programma mensile della bibliludoteca le Terre del Gioco illustrerà le innumerevoli possibilità di approfondimento culturale connesso a questo tema.

[ leggi ][ commenta
Barbiana alla Bolognese
il Manifesto - 31-03-2009
 storie 
È una piccola Barbiana emiliana, trent'anni dopo, la scuola paterna di Sammartini, piccola frazione di campagna del comune di Crevalcore, a circa trenta chilometri da Bologna. Il prete illuminato che ha portato l'insegnamento di Don Milani nella bassa pianura padana è Don Giovanni Nicolini, ex direttore della Caritas di Bologna, che dall'esempio del piccolo borgo della diocesi di Firenze ha creato una scuola che si ispira agli stessi principi educativi, un'evoluzione di quel modello negli anni '80, con condizioni sociali e di accesso all'istruzione molto diverse.

[ leggi ][ commenta
Forza nuova
Anpi Barona - 30-03-2009
 messaggio 
Il prossimo 5 aprile è in programma a Milano una manifestazione fascista internazionale promossa da "Forza Nuova". L'ANPI Provinciale di Milano fa appello alle autorità preposte perché, sulla base delle norme costituzionali e delle leggi Scelba e Mancino, sia evitata una simile offesa alla Città di Milano. Per tutti coloro che pagarono con la vita il loro impegno contro il fascismo , nella guerra e nella lotta di Liberazione nazionale per un'Italia libera, democratica e antifascista.


[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
No Tav Valsangone
Perchè siamo contrari alla linea TAV nelle nostre valli. Motivazioni, documenti, iniziative a breve e lungo termine: la prossima il 4 aprile...

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva