Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 27 - a.s. 08/09
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 22/03/2009
raccontiscaffali

Sommario

ACCADE OGGI

Pacchetto sicurezza e scuola

di I care ancora.it
Obiezione
di Giuseppe Aragno
18 marzo
di Rete nazionale precari scuola
Dichiarazione di solidarietà
di Rete nazionale precari scuola
Despotismo sui malati...macabro trionfo
di Claudia Fanti
Crocifisso nelle aule
di Omero Sala

DENTRO LA SCUOLA

Alzati e cammina!

di Omero Sala
Pallottoliere o elisir di verità per la Gelmini
di Gianfranco Pignatelli
Il relativismo è una parolaccia?
di Paolo Citran
Un equivoco che... non viene da lontano
di Maurizio Tiriticco
Apologia delle scienze sociali
di Paolo Citran


Consulta qui altre rassegne


Pacchetto sicurezza e scuola
di I care ancora.it

... siamo di fronte all'ennesimo attacco alla scuola dell'accoglienza e dell'inclusione.

Abbiamo appreso che nel cosiddetto "Pacchetto Sicurezza" gli insegnanti, così come i medici e in quanto pubblici ufficiali, sono tenuti (nel "non debbono ma possono" si cela una mistificazione) a denunciare i propri allievi/e irregolari.

Tutto il mondo della scuola sa che dal 1994 una Circolare Ministeriale prevedeva l'obbligo scolastico per tutti i minori presenti sul territorio italiano, ribadendo il concetto che il diritto all'istruzione e il benessere psicofisico del minore (in quanto minore) è sempre anteposto a qualsivoglia considerazione di carattere giuridico (status della famiglia).

Siamo convinti che la richiesta rivolta agli insegnanti lede non solo il diritto primario di ogni bambino/a, ragazzo/a, all'istruzione ma è fortemente lesiva della dignità dei docenti, della loro professionalità e del loro ruolo educativo...


Obiezione
di Giuseppe Aragno

Il nemico, ci dicono è Bin Laden, il nemico Saddam Hussein, il nemico è il terrorismo, il nemico è il clandestino, il nemico è il rumeno, che si tiene in galera anche se è innocente, il nemico è il relativismo, il nemico è papà Englaro. Una guerra dietro l'altra, un fantasma suscitato ad arte con una menzogna nuova orchestrata dai media, appena la paura di ieri non funziona più. A far da collante, la paura. Una paura che cresce, che si alimenta, che cancella i problemi e il senso delle cose. Un vuoto riempito di un nulla che genera i mostri dell'istinto e spegne la luce della ragione. La democrazia, pugnalata alla schiena, è entrata in coma. Per impedire che muoia, occorre reagire.


18 marzo
di Rete nazionale precari scuola

Aderiamo allo sciopero del 18 marzo e invitiamo alla mobilitazione tutto il popolo della scuola. In particolare chiediamo il pieno rispetto della legge sulla sicurezza 626 e delle richieste delle famiglie al momento dell'iscrizione dei loro figli, un organico adeguato di insegnanti di sostegno, la totale copertura di tutte le cattedre a partire dal 1° settembre, in modo da garantire un regolare inizio del prossimo Anno Scolastico, l'assunzione a tempo indeterminato dei precari della scuola su tutti i posti vacanti e disponibili ...



Dichiarazione di solidarietà
di Rete nazionale precari scuola

La Rete Nazionale dei Precari della Scuola esprime piena solidarietà agli studenti caricati dalle forze di polizia mentre esercitavano il loro diritto costituzionale a manifestare. Dato che le cariche sono state giustificate dal protocollo sulle manifestazioni definito dal sindaco di Roma e sottoscritto dalle principali confederazioni sindacali, che limita gli spazi ed i modi attraverso i quali poter esercitare il diritto a manifestare, è indispensabile un immediato chiarimento. Chiediamo, quindi, alla CGIL di prendere una posizione netta e di ritirare la firma dal protocollo.


Despotismo sui malati...macabro trionfo
di Claudia Fanti

Sarà dura ma, come tutti i despoti, alla fine parecchi di loro saranno fagocitati da se stessi e dalla loro sicumera. Brunetta tronfio del suo "successo" con le percentuali di assenze in calo non si rende conto del rancore che suscita nel personale, il quale va al lavoro con la febbre, con le gambe rotte e la schiena a pezzi, tacendo anche su malattie infettive, pur di non perdere quei pochi euro di penalizzazione, quei pochi euro che sono un po' di pane in più nella dieta...
Bel successo per un ministro. Lui mostra tutto il suo malanimo nei confronti del personale della scuola che educa, ma la scuola che risparmia sulle reali malattie, lo odia...E l'odio non serve nè a lui nè alla costruzione di un dialogo proficuo tra politica e scuola.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Crocifisso nelle aule
di Omero Sala

Signor Sindaco,
le scrivo per esprimerle il mio disappunto non tanto per la ineccepibile decisione di far collocare una Croce nelle aule delle scuole ma per le modalità da lei adottate nel farlo.
Le scrivo ora - a distanza di tempo - perché, spento il ribollire delle polemiche, ci sia il tempo e lo spirito per esprimere valutazioni più equilibrate e considerazioni più pacatamente cristiane.
Le scrivo una lettera aperta perché sono convinto che le mie riflessioni - e le sue, se avrà la bontà di rispondermi - non possono essere circoscritte nella sfera dei rapporti personali, in considerazione delle funzioni pubbliche che svolgiamo e degli incarichi istituzionali che ricopriamo.
E le scrivo col tono sommesso di chi coltiva la cultura del dubbio, ma anche con la determinazione di chi non intende annegare nel dubbio le proprie responsabilità.


Alzati e cammina!
di Omero Sala

Facciamo valere l'autonomia delle singole scuola, salviamo le prerogative e utilizziamo le competenze degli organi collegiali, prendiamo tutto lo spazio che ci viene concesso dalle norme mai abrogate sulla sperimentazione, salviamo i nostri piani per l'offerta formativa, facciamo pesare la nostra professionalità e la nostra esperienza ... Dai, forza, Italia!


Pallottoliere o elisir di verità per la Gelmini
di Gianfranco Pignatelli

Il ministro Gelmini dà i numeri. E questa volta sono cifre. Le snocciola, a Palazzo Chigi, in sala stampa. La solita, quella con il Tiepolo taroccato sul fondo. Si tratta dei numeri del precariato. Eccoli: "i precari iscritti nelle graduatorie a esaurimento sono 558.316". In realtà si tratta di posizioni in graduatorie, non di persone. Quelle sono circa 268.000. E fin qui la verità. Poi il ministro ha fatto due conti che, in ossequio al luogo, sono risultati rigorosamente contraffatti....


Il relativismo è una parolaccia?
di Paolo Citran

... una domanda di fondo va posta: c'è spazio per il dubbio nella scuola dell'autonomia? Dato che nella nostra Repubblica dallo scranno della Presidenza della Camera - sulle orme del papa - si è anche filosofeggiato fuori contesto contro il relativismo culturale?

Quello che mi chiedo, dopo una vita professionale dedicata ad insegnare a pensare, e quindi in primis a dubitare, è se questa nostra scuola (tanto decantata) dell'autonomia sia favorevole al dubitare sistematico avverso al pensiero unico o ad un decisionismo simil-manageriale irriflessivo e senz'anima, piuttosto che ad una colta cultura critica capace di dubbio, che non esclude la decisione, ma la connette alla saggia ponderazione ed alla consapevolezza della propria fallibilità...


Un equivoco che... non viene da lontano
di Maurizio Tiriticco

... da dove viene questa annosa distinzione tra studi umanistico-letterari e studi scientifici? Da dove viene per la grande maggioranza di noi questa pretesa propensione - se non addirittura "naturale tendenza" - o per gli studi letterari o per quelli scientifici? Perché tanti di noi hanno scelto all'università materie letterarie perché "non si sentivano portati" per la matematica o viceversa? Ed ancora, perché il liceo classico lo si ritiene altamente formativo - e forse lo è anche in effetti, almeno a tutt'oggi - rispetto ad un liceo scientifico, e poi, a scalare, a un istituto tecnico, ad uno professionale, ad un percorso professionale regionale? Non c'è ricerca scientifica seria che non dimostri che non c'è alcuna differenza, a livello di costruzione della intelligenza, tra il "contare" e il "raccontare"...


Apologia delle scienze sociali
di Paolo Citran

Le Scienze (gli Studi) Sociali ... sono state tolte dalle Indicazioni per il Curricolo del Primo Ciclo (infanzia, primaria, medie), mentre i Programmi dell'Ottantacinque avevano conferito un pochino del posto che sarebbe loro spettato alle Elementari.
Potenza delle lobbies disciplinari!
Sarebbe stato importante rivedere da questo punto di vista i Programmi del Settantanove per le Media. Poi alle Superiori si poteva ipotizzare di mettere a regime un Liceo della Scienze Sociali (Berlinguer-De Mauro) e/o quello Sociopsicopedagogico (Brocca) e/o delle Scienze Umane (Moratti), tre progetti non andati oltre il livello sperimentale nei casi migliori (Brocca e Berlinguer).
Mi soffermerò qui di seguito sulla Commissione De Mauro.


 

Brevi di cronaca
Bassanini e Berlinguer: icone della destra
www.fisicamente.net - 21-03-2009
Il 18 marzo si è svolto un convegno sulle riforme del secondo ciclo "Secondo ciclo: dalle riforme all'evoluzione reale" ... la Aprea, quando è intervenuta, ci ha messo il carico da novanta e ha definito Berlinguer "un'icona che sostiene oggi, qui con noi, le ragioni di una riforma"...

[ leggi ][ commenta
Reinserimento in graduatoria
Sindacato Sab - 20-03-2009
Il Consiglio di Stato annulla precedente ordinanza del TAR Emilia Romagna e riconosce il diritto ad assistente amministrativo di Mirto-Crosia( CS ), ingiustamente licenziato dall'USP di Modena, ad essere nuovamente inserito nelle graduatorie permanenti del personale ATA a prescindere dal servizio prestato in scuole private e parzialmente non coperto da contribuzione previdenziale. Soddisfatto il sindacato SAB che ha patrocinato il contenzioso.

[ leggi ][ commenta
Torna l'Onda in tutta Italia. A Roma cariche della polizia.
Youtube - 19-03-2009
Migliaia in piazza in tutta Italia per protestare contro il piano dei tagli all'istruzione varato dal governo Berlusconi. All'agitazione indetta dalla Cgil hanno aderito anche i ragazzi dell'Onda che torna così a far sentire la sua voce. Forte tensione alla Sapienza di Roma con cariche della polizia contro gli studenti che volevano uscire dall'Ateneo.
[ leggi ][ commenta
Professionali lombardi
Agenzia Adnkronos - 18-03-2009
L'accordo sottoscritto tra il Ministro Gelmini e il Presidente Formigoni e' vuoto nelle risorse e pericoloso negli effetti, che rischiano di essere disastrosi per il settore". Lo afferma Mariangela Bastico, responsabile Scuola del Pd, che aggiunge: "Chi ne paghera' i costi? La Regione Lombardia? Si scarichera' sulle gia' disastrate casse del ministero della Pubblica Istruzione? Inoltre, questa scelta presenta , dichiaratamente, profili di illegittimita' visto che viene sperimentata in deroga alla legislazione nazionale vigente"...

[ leggi ][ commenta
La scuola vuole capire mutamenti in atto e interroga la politica...
Claudia Fanti - 16-03-2009
Leggi, decreti e regolamenti di Gelmini, tagli di risorse di Tremonti, disegno di legge Aprea, federalismo fiscale.
La scuola vuole capire mutamenti in atto e interroga la politica: quali spazi per l'autonomia delle scuole, la professionalità, la responsabilità educativa, la qualità dell'offerta formativa?
Oggi un incontro a Bologna.

[ leggi ][ commenta
il voto di Educazione fisica concorre alla valutazione complessiva dell'alunno
Capdi - 17-03-2009
Vengono così accolte in pieno le richieste degli insegnanti di EF che non si erano accontentati della circolare Miur n° 10 del 23 gennaio, la quale dichiarava che la disciplina concorre alla media dei voti (come da prassi diffusa)....... e proponevano, con l'iniziativa nazionale e raccolta di firme, l'abrogazione dell'art 304 TU, fonte giuridica di tale situazione che poneva di fatto la disciplina fuori dalla valutazione complessiva dell'alunno.
Ed ora sotto con la primaria...



[ leggi ][ commenta


Tam Tam
I classici italiani per l'infanzia; ciclo di letture
magda indiveri - 21-03-2009
 incontri 
Lo faremo in aprile a Bologna, a partire dalla lettura dei testi, con Tiziano Scarpa, Bruno Tognolini, Laura Nay, Roberto Freak Antoni, Fabrizio Frasnedi, Giusi Quarenghi, Stefano Calabrese, Francesca Matteoni. Per unire alla voce del testo quella di scrittori, poeti, docenti di italianistica.

[ leggi ][ commenta
Primavera 2009
Ilaria Ricciotti - 20-03-2009
 messaggio 
Non piangere Primavera!
Su te il cuore conta e spera!

Siam certi che ritornerai
rigogliosa e senza guai!

[ leggi ][ commenta
Scienza in piazza
Claudia Fanti - 19-03-2009
 quaderni 

A Bologna dal 12 al 22 marzo 2009

[ leggi ][ commenta
21 marzo
Redazione - 18-03-2009
 proposta 

Due eventi: per difendere la scuola pubblica e per ricordare la lotta contro tutte le mafie

[ leggi ][ commenta
Numero 25
ilaria ricciotti - 17-03-2009
 ilforasacco 

Ragazzi e ragazze tremate!
Col 5 in condotta sarete bocciati e bocciate!


[ leggi ][ commenta
Antifascismo Popolare
Repubblica - 16-03-2009
 libri 
Come nell'antologia di Spoon River, alla fine tutti dormono sulla collina. Erano napoletani e campani che combatterono per la libertà. Ma la loro memoria è andata dispersa: né onori, né carriera politica, né strade intestate. Oggi però un libro prova a ricostruirne i percorsi, magari anche a schizzarne le fisionomie. Si parte dalla stazione ferroviaria di Napoli...

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Infobuildenergia
Molto sul risparmio energetico e le fonti rinnovabili...

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva