speciali
 
bracebracebrace
continua

"Prepararsi all'impatto": mai come oggi l'ordine appare inevitabile.
"Da tempo nel nostro Paese sembra di trovarsi su un volo in caduta libera, in attesa dell’impatto al suolo. La picchiata però sta diventando troppo lunga, il che oltre ad aumentare l’orrore presagisce un disastro sempre più devastante.": così scriveva Andrea Tornago all'inizio di questa avventura comune e le sue parole non sono state fin qui smentite.
Riproponiamo allora uno spazio in cui raccontare, descrivere, analizzare ciò che non va nel nostro paese, piccole e grandi cose, con la speranza che il bisogno di un serio cambiamento smuova davvero le coscienze.
Chiunque, come sempre, può commentare, partecipare e proporre.
Ad Andrea e alla sua supervisione va tutto il nostro grazie.
La Redazione







 dalle regioni
Brescia dieci anni dopo
di Andrea Tornago
Stranieri sì, stranieri no
di Andrea Tornago
I profughi della Libia deportati a 1800 metri
di Andrea Tornago
La «cupola dei rifiuti», con la benedizione del Pirellone
di Andrea Tornago
Emergenza Cesio 137: un naufragio a vista
di Andrea Tornago
Cesio a San Polo: 20 anni di silenzio
di Andrea Tornago
Andavamo a giocare alla cava radioattiva
di Andrea Tornago
Inceneritore, diossine record con il blocco
di Andrea Tornago
 
Gli inizi



in blog

on facebook

dagli archivi di Fuoriregistro:

9 ottobre, quarantadue anni dopo
Senso e storia
Mitridate
Guardarsi le spalle
28 maggio 1974
Un atto di guerra
Legge bavaglio: cos'è stato fatto fino ad oggi?
L'Aquila, il miracolo che non c'è
Precipita senza rumore
Appello all'Onu: invadeteci
Agosto
The end
In alto i diritti
In basso la resa
La realtà parallela di Silvio Berlusconi