La mia cattedra a piazza Colonna
Gianfranco Pignatelli - 10-07-2006
La parcheggerei proprio lì, davanti a palazzo Chigi. Con i 120.000 precari colmerei di cattedre il Circo Massimo per - come cantava Iannacci - vedere l'effetto che fa. Sì, perché l'effetto dell'antico circo colmo di taxi bianchi c'è stato: titoli a nove colonne, disagi ovunque e governo in retromarcia.

La differenza sta nel fatto che i tassisti sono titolari di licenza e possessori di auto, in una parola, sono padroncini. Un numero crescente di docenti della scuola, invece, sono titolati senza essere possessori di cattedra, in una parola, sono precari. Questi, come tutti gli anni, la cattedra l'hanno persa il 30 giugno o la stanno lasciando a conclusione degli esami di stato. Di loro non s'avrà notizia fino a settembre-ottobre, sempre che il governo di turno non decida di tagliare ancor di più risorse alla scuola per placare l'ingordigia di quelle lobby capaci di metterlo in ginocchio (appiedarlo).

Resta l'amarezza di svolgere la professione giusta nella lobby sbagliata.

prof. Gianfranco Pignatelli


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 ilaria ricciotti    - 11-07-2006
Chi ha voluto il precariato?
Chi ha favorito i sissini e le scuole private?
Chi ha creato lobby scolastiche?