Ancora sullo sciopero del 25 novembre
Pierangelo Indolfi - 05-11-2005
Segnalo il Comunicato Stampa unitario FLC Cgil, Cisl Scuola , Uil Scuola

Contratto scuola: Il 25 novembre sciopero generale della scuola per l'intera giornata

I ministri Moratti e Baccini devono intervenire per assicurare il rispetto degli impegni assunti nei confronti di oltre un milione di lavoratori della scuola

I segretari generali dei sindacati FLC Cgil, CISL Scuola e UIL Scuola - Enrico Panini, Francesco Scrima e Massimo Di Menna - denunciano l'inaudito comportamento del Governo che, nonostante le continue sollecitazioni, ancora non rende esigibili nei tempi previsti i miglioramenti economici per i lavoratori della scuola, dopo l'accordo siglato all'ARAN nel mese di settembre.
Reputano questo atteggiamento di diniego di un atto dovuto del tutto immotivato ed offensivo nei confronti di un milione di persone e si oppongono al malcelato tentativo di far scivolare i benefici contrattuali ben oltre il mese di dicembre. I lavoratori della scuola hanno già dovuto subire un lungo tempo di attesa per l'apertura del tavolo contrattuale. L'accordo, firmato il 22 settembre, è giunto pressoché alla scadenza del secondo biennio economico.

In questa inconcepibile e sconcertante situazione, i sindacati scuola confederali invitano i ministri Moratti e Baccini, per il ruolo che rivestono, a tener fede agli impegni assunti con le organizzazioni sindacali, nella consapevolezza che l'assenza di una sollecita e non più rinviabile decisione governativa finirà per mortificare le attese dei lavoratori della scuola, che vedranno calpestati i loro diritti e saranno costretti a subire una ulteriore penalizzazione delle loro retribuzioni.
Al tempo stesso, nel caso che si confermasse nelle prossime ore un nulla di fatto, FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola annunciano una dura e forte mobilitazione, che culminerà il prossimo 25 novembre - giornata di sciopero generale contro la finanziaria - con un'intera giornata di sciopero dei lavoratori della scuola al posto della già prevista astensione di una sola ora.

Roma, 4 novembre 2005
interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf