breve di cronaca
E i precari?
Il Messaggero - 10-04-2002
ROMA - Circa 20 mila insegnanti precari potrebbero essere assunti dal prossimo settembre. Per ora è una cifra indicativa, che potrebbe essere suscettibile di aumento se dal prossimo anno scolastico partirà la legge di riforma. In questo caso, infatti, occorrerebbe incrementare gli organici per la materna e la elementare poiché la riforma prevede l’ingresso anticipato tra i banchi: alla materna potranno iscriversi i bambini che compiono tre anni e mezzo entro il 28 febbraio del 2003 e alla elementare per chi compie 5 anni e mezzo entro la stessa data. Dunque, serviranno più insegnanti in ruolo per dare copertura alle nuove classi che si formeranno, ma anche per rimpiazzare il turn-over. Per ora non ci sono calcoli precisi, ma negli ambienti del ministero circola questa ipotesi.
Comunque, l’assunzione di nuovi docenti, almeno per la parte relativa alla copertura delle nuove classi, dipenderà dall’approvazione della legge. Il ministro dell’Istruzione Letizia Moratti, ieri a Palazzo Madama per la presentazione ufficiale del testo, alla conclusione della riunione in commissione Cultura ha detto: «Ci auguriamo di poter dare fin da quest’anno l’opportunità a 80 mila famiglie di iscrivere anticipatamente i figli». Se l’iter parlamentare fosse più lungo del previsto slitterebbe l’avvio della nuova legge. Al riguardo il ministro ha detto di essere «nè pessimista, nè ottimista, ma di guardare con realismo ad una riforma condivisa dalla maggioranza». La Moratti, comunque, esclude di ricorrere allo strumento del decreto per garantire la "primina".

discussione chiusa  condividi pdf