Lucca per la scuola
Fabio Greco - 08-04-2002
L’attacco che in questi mesi il governo Berlusconi ha sferrato contro la scuola si può riassumere in tre punti: negazione della scuola per alcuni, meno scuola per tutti e, soprattutto, meno scuola pubblica.

Tra le scelte che vanno in tale direzione si rammentano:
il sostegno a leggi regionali che fanno gravare sui bilanci pubblici i costi dell’istruzione privata;
il venir meno d’ogni controllo sugli standard formativi delle scuole private (segno clamoroso ne è il totale svuotamento dell’esame di Stato);
la proposta di appaltare ad enti privati parti significative e vaste dei percorsi scolastici degli studenti;
una riforma degli organi collegiali che restringe gli spazi di democrazia;
l’esclusione precoce dalla scuola di una parte consistente di giovani, confinati nell’addestramento al mestiere e condannati ad un destino di subalternità e di deprivazione culturale.

Contrastare questo disegno, che travolge diritti fondamentali di democrazia e di civiltà, è responsabilità urgente di tutti coloro che continuano a vedere nella scuola il luogo insostituibile dove i giovani si preparano alla vita e alla cittadinanza.

Di qui l’appello a manifestare


PER l’autonomia, la libertà e la laicità della scuola italiana
PER una scuola che sia valorizzazione e promozione umana per tutti
PER la difesa della scuola pubblica come sede di educazione alla libertà
PER una nuova politica di investimenti che garantiscano la qualità della scuola e del lavoro dei docenti


MANIFESTAZIONE
SABATO 20 APRILE ORE 16
Piazza Cittadella


indetta dall’assemblea autoconvocata degli insegnanti lucchesi
e da un comitato promotore costituito da Giuliano Campioni, Ezio Canneri, Ilide Carmignani, Giuseppe Ciri, Giorgio Dalsasso, Mauro Di Grazia, Alessandra Di Ricco, Adriano Fabris, Lodovica Giorgi, Mauro Lazzari, Giuseppe Maffei, Augusto Mancini, Paolo Mariti, Andrea Orsucci, Alfredo Pierotti, Francesca Rossi, Renzo Sabatini, Umberto Sereni, Massimo Toschi

Per adesioni mandare un messaggio a luccaxscuola@katamail.com

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf