Girotondo a difesa della scuola pubblica di qualità
Giorgio Boni - 13-03-2002
A Modena GIROTONDO delle SCUOLE
D’INFANZIA, ELEMENTARI, MEDIE, SUPERIORI

SABATO 16 MARZO ORE 16
da piazzale Muratori a Piazza Grande


La piazzetta dedicata a L.A.Muratori è stata prescelta come luogo di inizio della manifestazione per il valore simbolico che riveste .
E’ infatti riportata nei libri di storia locale un significativo episodio della vita scolastica dell’insigne storiografo modenese.
Si narra infatti che il piccolo Ludovico Antonio, costretto ad abbandonare precocemente la scuola in quanto la famiglia non poteva sostenere le spese per la sua istruzione, si recasse tutti i giorni sotto la finestra dell’aula dove si trovavano i suoi vecchi compagni più abbienti per ascoltare dal di fuori le lezioni del maestro.
Quest’ultimo, accortosi della presenza del ragazzo e verificatane la preparazione (di gran lunga superiore a quella degli studenti ‘regolari’), fece in modo che l’uditore ‘clandestino’ venisse accolto e potesse quindi proseguire gli studi gratuitamente, facendo poi la carriera che sappiamo.
Il racconto è oggi poco noto, desideriamo tuttavia porlo all’attenzione affinché, guardando la statua del Muratori, ci si ricordi che nessun bambino deve essere lasciato fuori dalla scuola, qualunque sia la sua provenienza sociale ed economica.

Le canzoni per il girotondo

(sul tema musicale di “Era una casa molto carina….)

C’ERA UNA SCUOLA MOLTO CARINA
CHE LAVORAVA MERIGGIO E MATTINA
TUTTI I BAMBINI POTEVAN STUDIARE
POTEVAN GIOCARE
POTEVANO FARE….
SE LA MORATTI NON CI RIPENSA
NOI DOVREMO OIBO’ FARNE SENZA
SE LA MORATTI NON CI RIPROVA
NOI POTREMO TIRARE LE UOVA
MA ERA BELLA BELLA DAVVERO
E ALLA MORATTI NOI DIAMO ZERO




(tema musicale “Oh quante belle figlie madama Dore’”)
OH QUANTE BELLE SCUOLE MADAMA LETIZIA
OH QUANTE BELLESCUOLE !
SON BELLE E ME LE CAMBIO MADAMA DORE’
SON BELLE E ME LE CAMBIO
E TU A CHI L’HAI CHIESTO MADAMA LETIZIA
E TU A CHI L’HAI CHIESTO?
ALLA ZIA, ALLA NONNA, ALL’AMICO MADAMA DORE’
ALLA ZIA, ALLA NONNA, ALL’AMICO!
CHE COSA NE VUOI FARE MADAMA LETIZIA
CHE COSA NE VUOI FARE!
LE VOGLIO TAGLIARE MADAMA DORE’
LE VOGLIO TRASFORMARE!
MA DOVE LE VAI A CERCARE MADAMA LETIZIA
DA NOI LE POTEVI TROVARE



Per gli Autoconvocati della scuola “15 febbraio”
Giorgio Boni

....e di seguto gli stornelli preparati dall'Istituto professionale Cattaneo-Deledda che, nel collegio docenti di mercoledi' 13 marzo, allargato al personale ATA ed ai collaboratori amministrativi, ha approvato all'unanimita' un documento in cui il personale della scuola si dichiara allarmato dal progetto di riforma Moratti "per la connotazione che assumono gli Istituti Professionali e per il prevedibile peggioramento del livello qualitativo della scuola pubblica in generale"

STORNELLI


Ma che ce frega…..

“Cara Moratti, cara Moratti
tu cambi i patti ma non ce stamo
Perciò te dimo, perciò te famo
Alle regioni noi nun c’andamo
Noi semo quelli che te rispondemo in coro
Tanti saluti alle regioni
Ed al tuo amico Berlusconi zanza!”


Oh che bel castello….

“Oh che gran macello
marcondirondirondello
Oh che gran macello
Marcondirondirondà
La Moratti qui c’ammazza
marcondirondirondello
La Moratti ci strapazza
Marcondirondirondà”


Fra Martino

“Suor Letizia, suor Letizia
che fai tu, che fai tu?
Al professionale, al professionale
Non vai giù, non vai giù”





discussione chiusa  condividi pdf