Non vi dimenticherò mai
Nico d'Aria - 21-05-2004
E-mail n° 19 da Nico d’Aria a Pianeta Terra

Oggetto: Ritorno a casa


Carissimi amici terrestri,

ho da darvi una notizia meravigliosa e una triste.
Quella meravigliosa, voi l’immaginate già: visto che state leggendo questa mia mail, vuole dire che sono tornato da Qwrtp vivo e vegeto. Ho trovato il pianeta in perfetto stato, ho camminato in mezzo ai suoni tranquillamente.
Gli alberi sono carichi di frutta buonissima, i prati pieni di fiori colorati, la temperatura è mite.
Le api ronzano, i merli fischiano, il fiume scroscia, le foglie stormiscono… suoni, tanti suoni, suoni buoni, suoni belli dappertutto. Le mie orecchie sono vive e il mio pianeta è un concerto meraviglioso.
Le case, le scuole, le fabbriche, i negozi, i giardini … sono intere, come le avevamo lasciate. Il tempo non ha fatto guai, ci sono solo un po’ d’erbacce e qualche topolino che ha fatto la tana negli edifici.
Ma vi giuro che dopo 10 anni su quell’orrendo asteroide, perfino erbacce e topi sembrano meravigliosi.

Sono entrato nella mia casa, nella mia camera; quel maledetto giorno della fuga avevo lasciato il lettino disfatto e la camera in disordine, con tutti i videolibri di scuola sparsi sul pavimento. E’ tutto rimasto esattamente come quel giorno. Com’ero piccolo! piccole scarpe, piccolo letto, piccoli vestiti…
Mi sono seduto su quel lettino e sono rimasto lì un po’.
Mi sono ricordato tante cose che mi ero dimenticato.
Poi ho messo tutte le mie cosine in ordine, tranquillamente. Mettere a posto le cose di solito non mi piace affatto, invece stavolta è stato bello, ogni volta che mettevo un videolibro al suo posto sullo scaffale o una pallina nel cesto dei giochi, provavo felicità… era come se anche un pezzetto di me tornasse a posto. Poi ho chiuso la casa e sono tornato verso l’astronave, a passi tranquilli e godendomi il concerto; ora potevo annunciare al mio popolo che si poteva tornare a casa.

Sono appena atterrato sull’asteroide e mi hanno accolto come un eroe. Fra poco partiamo tutti e ho pochi minuti per scrivervi questa e-mail e darvi anche la notizia triste.

La notizia triste è che su Qwrtp non c’è “campo”, cioè non arriva il segnale per scambiare posta elettronica con la Terra. Ci sono troppi pianeti e stelle nel mezzo, le onde non passano. Questa, probabilmente, è l’ultima e-mail che vi posso spedire e non potrò più comunicare con voi, cari, carissimi terrestri.
Siete stati dei buoni amici ed è stato bello conoscervi. Peccato lasciarci così in fretta. Ma questa tristezza si mescola con la grande gioia di tornare a casa.

Auguro a ognuno di voi tanta felicità, uno per uno. Auguro la stessa felicità che voi avete dato a me e al mio popolo. Addio, terrestri, vi voglio bene.

Il vostro amico lontano

Nico D’Aria

che non vi dimenticherà mai e vi lascia per ricordo un piccolo suggerimento !


... F I N E !! ...


...ma se vuoi ricominciare torna all'inizio dallo Speciale Scritture Bambine




  discussione chiusa  condividi pdf