breve di cronaca
Prezzi bloccati alle elementari
Anci - 18-05-2004

SCUOLA - IMPORTANTE RISULTATO ANCI: MANTENUTO INVARIATO IL COSTO DEI LIBRI DI TESTO DELLE ELEMENTARI. POSSIBILI LE GARE D’APPALTO

L’Anci, all’uscita della Circolare Miur 38/2004, con cui sono stati modificati i libri di testo, a seguito del Dlgs 59/2003, ha inviato una nota a firma del Direttore Generale, in cui, evidenziando che nel testo non emergeva chiaramente il mantenimento del costo dell’anno precedente, come a suo tempo concordato, chiedeva un chiarimento e soprattutto il rispetto degli accordi per consentire ai Comuni di far fronte agli obblighi di legge, senza ulteriori aggravi nei bilanci, già penalizzati dagli aumenti dei costi registrati negli anni e non sostenuti dai trasferimenti statali.

A seguito della nota si è svolto, il 3 maggio scorso, un incontro tecnico al Miur nel quale la delegazione Anci ha ribadito la richiesta di mantenimento dell’accordo con esclusione di ogni incremento nel prezzo complessivo della dotazione libraria per la scuola primaria, ivi compreso anche l’eventuale libro l’inglese.

Nella stessa riunione è stata anche affrontata la questione dello sconto che i comuni possono ottenere, da tempo limitato all’irrilevante 0,25%, stabilito negli anni passati ai sensi dell’art. 153 del Dlgs 297/94, che però nel frattempo è stato abrogato dall’art. 27 della legge 448/98.

L’esiguità dello sconto che riproduceva una clausola di salvaguardia delle Amministrazioni Pubbliche per accedere almeno a quel limite, è stato causa di contenzioso tra le associazioni dei librai e quei comuni che hanno ritenuto di poter espletare regolari gare d’appalto. Ma ora che le risorse per i libri di testo delle scuole ex elementari sono nella gran parte a carico delle amministrazioni comunali è necessario restituire formalmente ai comuni la possibilità di applicare, anche per la fornitura di libri, le modalità loro imposte dalla normativa di riferimento.

Il Miur ha ieri informato l’Anci che il Ministro ha condiviso le preoccupazioni dell’Associazione, dichiarandosi disponibile per il futuro a rivedere anche la parte di dotazione finanziaria di competenza statale.

Le richieste dell’Anci sono state accolte nel decreto dirigenziale 12 maggio 2004 con il quale si è determinato sia il mantenimento del prezzo complessivo della dotazione libraria della scuola primaria (compreso in essa il nuovo libro d’inglese per le classi prima e seconda) sia la previsione di “uno sconto non inferiore allo 0,25 per cento sul prezzo di copertina”, che lascia evidentemente ai comuni la libertà di accedere a sconti anche superiori con le modalità che ritengono utili.

L’Anci esprime la propria soddisfazione per i risultati conseguiti, che eviteranno la lievitazione delle spese degli enti locali, in particolare grazie allo svolgimento delle gare, che risultano oggi sicuramente legittime e possibili, manterrà inoltre su questo argomento la richiesta di maggiori stanziamenti statali anche per annullare l’assurda differenza tra questo finanziamento e quello pressoché totale delle analoghe provvidenze per le scuole medie e superiori erogate dai comuni.

Solo per completezza di informazione si precisa che l’Anci non è stata sentita e non si è espressa sull’allegato al decreto, relativo alle nuove “norme e avvertenze tecniche per la realizzazione dei libri”.

discussione chiusa  condividi pdf