breve di cronaca
Il panettiere di Pamplona
Repubblica - 14-03-2004



La vittima, un panettiere di Pamplona, si era rifiutato di esporre
un nastro nero in segno di lutto per le vittime di Madrid
Simpatizzante dell'Eta ucciso da un poliziotto
Proteste dopo l'omicidio



MADRID - Dopo il momento dell'unità di fronte alla barbarie del terrorismo, la Spagna si divide. E la tensione aumenta. Lo conferma il tragico episodio avvenuto a Pamplona, dove un agente di polizia ha ucciso un simpatizzante dell'Eta perché si era rifiutato di appendere nel suo negozio un nastro nero in omaggio alle vittime delle stragi di Madrid.

Angel Berroeta, 61 anni, titolare di una panetteria, era un membro di Etxerat, l'associazione dei familiari dei detenuti dell'organizzazione separatista basca che il governo spagnolo aveva indicato da subito come responsabile degli attentati di giovedì. L'uomo aveva avuto una discussione con la moglie del poliziotto, che gli aveva chiesto di appendere il nastro nero che molti negozianti spagnoli hanno esposto in omaggio alle vittime degli attacchi terroristici. La donna è tornata a casa e, verso le 13:25, suo marito è andato nel negozio di Berroeta e gli ha sparato nel petto. L'agente ha comunicato lui stesso alle autorità quanto era avvenuto, ed è stato successivamente arrestato.

L'episodio ha ulteriormente acuito la tensione, soprattutto nel Paese basco e in Navarra, la regione di Pamplona. Batasuna, il partito radicale basco fuorilegge, ha indetto per domani manifestazioni per protestare contro l'assassinio di Berroeta. Fernando Barrena, responsabile di Batasuna in Navarra, ha detto che il panettiere è la "vittima numero 201" delle stragi di Madrid, perché la sinistra indipendentista basca è diventata "un obiettivo" dopo che il governo del Partito popolare ha insistito sulla tesi della responsabilità dell'Eta.

La polizia, intanto, ha caricato stasera un gruppo di simpatizzanti di Batasuna che attendevano l'arrivo della salma di Berroeta all'obitorio di Pamplona. A Vitoria, capoluogo del Paese basco, le forze dell'ordine hanno tentato di disperdere una manifestazione non autorizzata e ne è seguito un lancio di bottiglie e di sassi che hanno ferito leggermente due poliziotti. A Bilbao un piccolo gruppo di manifestanti ha dato fuoco ad alcuni cassonetti e rotto i vetri di un autobus. La morte del panettiere di Pamplona ha suscitato sdegno anche in Francia: sempre stasera, a Bayonne centinaia di persone hanno preso parte a una manifestazione che era stata indetta inizialmente dal partito basco Askatasuna per denunciare la situazione dei detenuti dell'Eta e che si è poi trasformata in un tributo a Berroeta.

(13 marzo 2004)


discussione chiusa  condividi pdf