breve di cronaca
I collaboratori linguistici

Collaboratori linguistici
Ds: irrisolti problemi posti da rilievi Bruxelles


Dichiarazione degli on.li Giovanna Grignaffini ed Andrea Martella, Ds-Ulivo commissione Cultura

“Un decreto confuso, inutile e pericoloso. Un decreto che non risolve il problema degli ex lettori di madre lingua straniera posto dalla corte di Bruxelles ma che, invece, concede un nuovo, clamoroso, regalo alle università pontificie equiparando la laurea nelle materie giuridiche rilasciata dalle università italiane e quelle conferite da istituzioni universitarie diverse da quelle italiane”. Così Giovanna Grignaffini ed Andrea Martella, componenti Ds in Commissione Cultura a proposito del provvedimento sui "collaboratori linguistici", approvato oggi dalla Camera.

“Il governo, ancora una volta, presenta in tema di università un provvedimento di urgenza che ha come oggetto due temi completamente diversi. Un modo di procedere sbagliato ma che, oramai, è diventato una costante nell’attività di Governo. Sono trascorsi quasi tre anni dall'insediamento del Governo Berlusconi e finora per l'università non è accaduto nulla di positivo. Abbiamo assistito – proseguono i diessini - soltanto ad annunci propagandistici, a proposte di riforma velleitarie e largamente contestate, al taglio di finanziamenti, al blocco delle assunzioni, al blocco dei concorsi.
Nel corso della legislatura abbiamo esaminato esclusivamente una serie di decreti-legge, come quello votato oggi, blindati nel corso dell'esame parlamentare e in assenza di qualsiasi iniziativa propositiva da parte del Governo per un dibattito politico pubblico sullo stato dell'università e sulle sue prospettive di qualificazione e di sviluppo”.


Roma, 26 febbraio 2004

discussione chiusa  condividi pdf