breve di cronaca
Notte fonda
Il Manifesto - 21-11-2003
Rieccola la banda del minculpop. Questa volta i censori impongono il controllo preventivo (come la guerra) su un programma televisivo, ferendo in modo ancora più odioso la libertà di tutti. Tu scrivi, ma fai attenzione a quello che dici: se sgarri ti chiudo. Facile immaginare con quale risucchio autocensorio lavorino autori, attori e giornalisti del servizio pubblico. Riesumata così la bernabeiana commissione-censura, il programma di Sabina Guzzanti, per decisione unanime del consiglio di amministrazione, è sospeso. Ma non se ne abbia a male, anzi continui a lavorare «serenamente», come le consiglia la presidente Annunziata. Poi si vedrà. Certo non si può accusare Berlusconi di scarsa coerenza. Dal diktat bulgaro contro l'uso criminoso della tv (Biagi, Santoro e Luttazzi), all'editto milanese contro il Tg3, il messaggio è chiaro: nessuna voce fuori dal coro. Se il presidente del consiglio, imputato di corruzione, non ammette che un telegiornale del servizio pubblico ricordi ai telespettatori le accuse che lo riguardano, seppure attraverso il colorito sfogo di un cittadino in un corridoio di tribunale, figuriamoci se può permettere che la più brava attrice di satira gli snoccioli sotto il naso i trascorsi piduisti, le amicizie con gli stallieri mafiosi, le straordinarie fortune economiche delle sue televisioni cresciute sotto l'ala protettiva di Bettino Craxi e del governo Andreotti. Al Tg3 il presidente Berlusconi mandò gli ispettori, a Sabina Guzzanti ha fatto recapitare dal suo fiduciario, Fedele Confalonieri, la richiesta di milionari risarcimenti. In entrambi i casi trovando il pieno appoggio del consiglio di amministrazione della Rai.

E pensare che quando, ai tempi di Baldassarre e Saccà, ponemmo la questione del temporaneo congelamento del canone (pagato da tutti per un servizio che privava i telespettatori dei giornalisti più rispettati e seguiti), la sinistra rispose che il cambio del consiglio di amministrazione e la nomina di Lucia Annunziata tornavano a legittimarne il pagamento. Intanto, però, molti teleutenti, stufi e un po' schifati da una Rai involgarita e imbavagliata, terra di nani a ballerine come un regimetto repressivo e fanfarone, avevano cominciato lo sciopero del canone. E oggi sono soli.

In questa penosa e grave vicenda, la satira non c'entra nulla. Sabina Guzzanti è stata censurata perché, come già Luttazzi, senza trucchi e parrucche di scena ha parlato contro la legge truffa di Gasparri, contro l'abbuffata di pubblicità di Mediaset, contro l'arcaica sceneggiata nazionale sul crocifisso. Non c'è proprio niente da ridere e infatti il programma incriminato distribuiva risate con il contagocce (purtroppo).

Sono comiche invece le reazioni degli amici degli amici. E' andata sopra le righe, dicono quelli di Forza Italia, come se i comici dovessero strisciare per disturbare il meno possibile. Ha fatto un comizio, dice un consigliere di amministrazione del partito di Fini. E allora Biagi e Santoro che facevano del contraddittorio la loro forza? E il programma di Massimo Fini, chiuso ancor prima di andare in onda perché non piaceva a un politico?

Tanto accanimento su una trasmissione che va in onda a mezzanotte è segno di un potere che diventa sempre più arrogante perché sempre più debole, con un capo del governo che si avvolge nel tricolore per mimetizzarsi tra i morti e i feriti di un paese che non se lo merita.


NORMA RANGERI
discussione chiusa  condividi pdf

 Megachip: democrazia nella comunicazione    - 21-11-2003

L’ITALIA E’ IN RIVOLTA CONTRO LA CENSURA TV


La Guzzanti andrà in onda e ce la mandiamo noi.

Domenica sera, la Guzzanti sarà nell’etere, il suo spettacolo dal vivo dalla sala Santa Cecilia dell’Auditorium di Roma sarà trasmesso da 2 reti satellitari, Emili Tv e Oasi TV, insieme ad Arcoiris TV ( in calce tutti i parametri tecnici per collegarsi ) e ritrasmesso da una serie di Tv locali, la cui lista sarà costantemente aggiornata su questo sito. Insieme alla sua voce, sentiremo quelle di Dario Fo, Beppe Grillo, Daniele Luttazzi e Paolo Rossi, che interverranno via etere o dal vivo. Lo show di domenica non sarà – come qualcuno ha scritto – la seconda puntata di " Rai-Ot" e non ricalcherà perciò il format della trasmissione , anche per evidenti problemi legali con la RAI. Ma i contenuti saranno gli stessi. " Così – dice Giulietto Chiesa, uno degli organizzatori della diretta TV - ci autoforniremo il servizio pubblico di verità che la RAI non ci vuol dare più ".

Un’iniziativa che è la logica conclusione della giornata di ieri. Appena avuta la notizia della censura contro la Guzzanti, è partita la rivolta sul web. In poche ore decine di migliaia di persone hanno sottoscritto i due appelli presenti sui siti, sul nostro e su quello di articolo 21( 13.826 firme alle 18 di ieri ) e oltre che su quello dei girotondi. In Parlamento, intanto, un’iniziativa analoga di Beppe Giulietti raccoglieva 150 firme in poche ore. E scatta la mobilitazione, domenica, in molte città contro la censura. Teatri e case del popolo si collegheranno con l'iniziativa di Roma di Sabina Guzzanti: "Roma, Bologna, Napoli, Ravenna, Milano, Bari, Reggio Calabria e Firenze sono le prime città che hanno aderito all' appello lanciato da Girotondi e Articolo 21 - si legge in una nota -: teatri e case del popolo si collegheranno via satellite all'iniziativa-spettacolo con Sabina Guzzanti

ECCO COME VEDERE LA DIRETTA TV

Cosa fare per vedere EMI.LI TV
Canale Fucino
Eutelsat Hot Bird 6 Transponder 133 a 13° Est
Frequenza di Down-Link 11.178,91 Mhz
Polarizzazione x (Orizzontale) Symbol rate 27.500 Ms/secFec ¾
Frequenza di Up-Link 14.458,10 Mhz Polarizzazione y (Verticale)

Per chi ha il ricevitore GOLDBOX, sintonizzare sul canale 558.
oppure sintonizzarsi sulle frequenze di una delle sessantatre emittenti locali che hanno aderito al nostro nuovo network.

Sito Emili tv

OASI TV
Satellite: Hot Bird 13°
Est frequenza: 12.303
polarizzazione: verticale transponder: 80 symbol rate: 27.500

OASI.tv
Via Conte Ruggero, 73 94018 TROINA (EN) tel. 0935 936699 - fax 0935 653660
Email: info@oasi.tv per informazioni sulla sintonizzazione telefonare al 095/7415053

LE PIAZZE

Firenze
Siete tutti invitati domenica 23 Novembre a seguire la diretta via satellite da Roma della nuova puntata del programma di Sabina Guzzanti RaiOT che si terrà presso il teatro Puccini di Firenze alle ore 20.30 .
Vi aspettiamo numerosi, il Laboratorio per la Democrazia

 Arcoiris tv    - 21-11-2003

NON CensureRAI

Domenica sera Roma, Auditorium di Roma (Sala Santa Cecilia) dalle ore 20.30



Il Coordinamento Nazionale dei Girotondi e dei Movimenti insieme ad ARCOIRIS TV e EMI.LI TV, in collaborazione con ARCI, Radio Popolare, Megachip e Carta organizzano la DIRETTA NAZIONALE ED EUROPEA VIA SATELLITE dello spettacolo teatrale "Non censureRAI" che vedrà tra i protagonisti SABINA GUZZANTI e altri artisti tra i quali DANIELE LUTTAZZI, FIORELLA MANNOIA E PAOLO ROSSI.
Lo spettacolo si terrà presso l'auditorium di Roma (Sala Santa Cecilia) domenica 23 novembre, dalle ore 20.30.

In tutta Italia monta l'indignazione dei cittadini contro la decisione della Rai di sospendere la trasmissione RaiOt di Sabina Guzzanti.
Firenze, Napoli, Bologna, Lecce, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Ravenna, Milano, Varese, Marsala, Pescara, Napoli e Torino sono le prime città che hanno aderito all'idea "NON CENSURERAI", con: megaschermi in teatri e cinema che trasmetteranno la diretta dello spettacolo di satira e di protesta riprendendo la nostra diretta satellitare.
Ma probabilmente le città collegate saranno molte di più poichè l'iniziativa, sta ricevendo adesioni minuto per minuto, anche da parte di numerose emittenti locali. Tra l'altro l'appello lanciato dagli stessi siti, nel quale si chiede alla RAI "in maniera ferma e decisa che il programma venga trasmesso regolarmente domenica sera" ha ricevuto più di 12.000 adesioni in pochissime ore.

Il collegamento con l'Auditorium verrà effettuato utilizzando il canale SKY n. 855, oppure sintonizzandosi gratuitamente con le seguenti coordinate:

satellite: Hot Bird 13° Est
Frequenza: 12.673 Mhz
Polarizzazione: verticale transponder: 80
Symbol rate: 27.500 Ms/sec FEC: ¾


e sarà ricevibile con qualsiasi decoder free (common interface).

Per informazioni:
www.arcoiris.tv
www.igirotondi.it
www.centomovimenti.it

 St    - 23-11-2003
Salve, sono un teleutente qualsiasi, di 28 anni che lavora e studia, come molti prima di me e con me. Ho quindi poco tempo per tv radio ed altre forme di svago, ma comunque sono ancora in grado di osservare e capire le differenze: Questa di Sabina Guzzanti, è solo l'ultima di una serie di azioni avvenute alla luce del sole che dimostrano come effettivamente si gestiscono "gli affari "qui in Italia.Credo che oramai da aggiungere ci sia ben poco, laddove arroganza e potere si uniscono in un connubio a dir poco scandaloso e devastante per me come per tutte le persone dotate di raziocinio e dignità.Sono d'accordo con quanto ho trovato scritto , e credo che per ora la cosa più saggia da fare sia stringere i denti per sopportare ancora (fino alla scadenza del mandato )l'attuale amministrazione, per rinnovarla poi al momento opportuno con il nostro voto.
Cionondimeno credo esistano enti che tutelano il diritto del cittadino attraverso cui ci si può far sentire, che si basano sull'adesione delle persone comuni, come me, a tali istituzioni che attraverso la Legge, possono dare un contributo seppur minimo ad un rapido cambiamento. Chiedo venia per la mia conoscenza della metria politica e della legge , ma solo ora comincio a vivere in modo pesante delle prospettive future che mi scoraggiano e mi portano lontano da lì dove vorrei essere ( come una pensione che non arriverà praticamente mai, o come una sensazione che io uomo medio, se prima valevo poco ora valgo ancora meno) ossia in un posto dove ognuno di noi ha attraverso il proprio essere il diritto a dire, fare, e soprattutto pensare.


 Luisa Nocerino    - 23-11-2003
Salve,
sono di napoli vorrei vedere lo spettacolo della GUZZANTI è possibile sapere in quali teatri o piazze ci sarà il collegamento via satellite???

Grazie

Luisa Nocerino

P.S.: BASTA CON LE CENSURE...

 AP    - 23-11-2003
Sul sito articolo21liberi di il racconto in diretta dello spettacolo di questa sera e tutte le altre iniziative e commenti.

 ilaria ricciotti    - 24-11-2003
Ora ci meravigliamo tanto? Che cosa abbiamo fatto noi cittadini, unitamente ai partiti, quando in luglio o prima ancora si stava proponendo la legge Gasparri?
Questo è un altro tassello indicativo di un tipo di società che si costruendo ogni giorno e che ci porterà ... Dove ci porterà? A voi "l'ardua sentenza".
Comunque è logico, qualora non mi fossi spiegata bene, che io sono per la Guzzanti e per un tipo di Rai libera e non lottizzata e sdolcinata, piagnona o riccona, fatta di quiz e di film violenti che trasformano e massacrano le menti delle genti.