tam tam |  pianeta  |
Verso un futuro senza inquinamento: agisci ora!




Comuni prodotti di consumo - come giocattoli, cosmetici, TV, detersivi, vestiti e mobili – contengono composti chimici sintetici. Alcuni di questi composti chimici sono riconosciuti come tossici e sappiamo molto poco su molti altri.
Alcuni persistono per anni contaminando le acque piovane, gli oceani, le piante, gli animali e noi stessi.
Nonostante tutto, le industrie ne fanno ancora ampio uso. Alla nostra insaputa, molti dei prodotti che compriamo contengono sostanze pericolose.


Contesto


Venti anni di legislazione europea inefficiente hanno condotto ad una scarsa, o addirittura inesistente, informazione sulla sicurezza sanitaria ed ambientale per più del 95% dei 30.000 composti introdotti sul mercato sui 100.000 totali. Nonostante la carenza di informazione, l'industria chimica sostiene la sicurezza dei prodotti commercializzati. Nel frattempo, le evidenze sulla contaminazione degli ecosistemi di alcune regioni remote, come per gli orsi polari dell'Artico, delle polveri domestiche, dei nostri corpi confermano che siamo di fronte ad una enorme crisi in ambito chimico.
Finalmente l'Unione Europea ha ammesso di aver fallito nella tutela della salute pubblica ed ha, quindi, avviato un processo di riforma della vecchia legislazione al fine di eliminare il gap informativo, controllare i composti più pericolosi e rendere l'industria responsabile della sicurezza dei suoi prodotti. A livello globale, però, la pressione dell'industria chimica, con il supporto del governo statunitense, sta contrastando questo processo di riforma per non eliminare le sostanze pericolose dai prodotti che noi ed i nostri bambini usiamo ogni giorno. Questa lobby industriale ha già determinato il ritardo di oltre un anno nell'adozione del nuovo sistema – un anno in più, in cui si continuano ad accumulare i composti chimici nei nostri corpi e si stimano 4.000 decessi per cancro.
La coalizione di associazioni ambientaliste, insieme ad altre organizzazioni sulla tutela della salute, sui consumatori, sulle donne, bambini e lavoratori, sta lavorando per arrivare all'attuazione in Europa di una legislazione forte sui composti chimici. Riteniamo di avere il diritto di conoscere quali composti pericolosi sono usati nei prodotti di consumo e crediamo che attraverso la nuova legge si debba richiedere all'industria la sostituzione dei composti particolarmente pericolosi con alternative più sicure. Vogliamo garantire ai nostri bambini un pianeta ed un futuro sano – ed abbiamo bisogno del tuo aiuto!

Approfondimento

Progetto congiunto












Contatto: info@chemicalreaction.org




discussione chiusa  condividi pdf