Vergogna!
Gianni Mereghetti - 08-10-2003
E' vergognoso che a noi insegnanti non siano state ancora pagate le ore di lavoro che, dal mese di settembre 2002 ad oggi, abbiamo svolto oltre l’orario normale di servizio per le attività di recupero e di progetti!

Questa inadempienza è grave e non è degna di un rapporto che rispetti il lavoro altrui e lo valorizzi!

Che cosa dovremmo fare per avere quello che ci spetta? Non fare più nulla oltre le ore di insegnamento?

Non mi risulta che vi sia un altro settore in cui un lavoratore dopo un anno non abbia ancora ricevuto quanto gli è dovuto!

Con noi insegnanti si permettono questo comportamento, indegno di una società civile, perché sanno che abbiamo coscienza dell’importanza del nostro lavoro, tanto che lo faremmo in qualsiasi condizione, il che rende più grave e più meschina questa assurda inadempienza!

Per la cronaca io e altri insegnanti non siamo ancora stati pagati per i corsi del concorso straordinario che abbiamo svolto tra dicembre 2001 e febbraio 2002!

Gianni Mereghetti
Insegnante al Liceo Pascal di Abbiategrasso <7i>

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 claudio    - 12-10-2003
Cari colleghi , io sono un docente di un istituto comprensivo di Ragusa e dico che con una ottima organizzazione di dirigenza e segreteria siamo stati pagati tutti fino all'ultimo euro per i progetti attivati.
Mi lamento che ancora davo ricevere la mia quota di collaboratore vicario ma x il resto è stato liquidato tutto- aspettate ancora - purtroppo x noi docenti la pratica è ancora troppo lenta ciao buon anno e buon lavoro.

 Liliana Massara    - 12-10-2003
Confermiamo, Vergogna!
Anche noi, docenti di una scuola situata in "Area a rischio", aspettiamo il compenso dovuto, come previsto dal CCNL, per lo scorso anno scolastico 2002/2003 e altre somme per i progetti P.O.N.
Forse dovremmo scappare tutti da scuole così impegnative, e non restarci anche per 10-15 anni, considerato che al Ministro non interessa avere docenti responsabili!
Il nostro è un lavoro molto usurante e impegnativo e, quando scegli di operare in certe scuole, diventa una missione e significa anche subire danni fisici come ad esempio " il mio dito rotto, il braccio rotto della collega, ecc..." , e ancora aspettiamo di essere pagati!!!
Comunque non sarebbe la prima volta, il contratto prevede il pagamento entro il 31 agosto e ogni anno li abbiamo avuti in ritardo, addirittura il primo anno divisi in tre parti di cui l'ultima percepita a febbraio dell'anno scolastico successivo!
Cosa fare, avete qualche idea?

Ciao a tutti.
Liliana Massara
docente dell'I.C. "E. Basile" di Palermo

 Daniela Ferrari    - 14-10-2003
Anche nella mia scuola la situazione è identica: tutti stiamo aspettando che venga liquidato il fondo incentivante relativo all'anno scolastico 2003-2003 e sappiamo che questo NON succederà prima di gennaio 2004. Io personalmente, che mi occupo di comporre l'orario scolastico, di solito eseguo questo lavoro nel mese di agosto e sono in attesa del pagamento relativo all'agosto 2002!!!
Ma noi insegnanti siamo pazienti........