Dopo il primo decreto
Antonio Ferrigno - 02-10-2003
UN SEMINARIO DELL’ANDIS SULLA RIFORMA

Nel quadro delle iniziative preparatorie del Consiglio Nazionale dell’ANDIS e del protocollo di intesa sottoscritto con l’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Avellino, si è svolto ad Ariano Irpino, nei giorni 24, 25 e 26 settembre, il Seminario nazionale dell’Andis su “La riforma della scuola”. Il Seminario, cui hanno partecipato dirigenti scolastici rappresentativi delle varie realtà geografiche nazionali, si è avvalso della presenza e della consulenza culturale e giuridica dell'Isp. G. CERINI e dell’On. B. BROCCA.
Oggetto di analisi la Legge 53\03 e lo schema ministeriale di decreto legislativo sulla scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione, approvato in data 12 settembre 2003.
Il Seminario è stato preceduto, nella giornata del 24 settembre, da tre convegni ad Ariano Irpino, Atripalda e Gesualdo svolti in collaborazione con la Provincia di Avellino e i Sindaci dei comuni interessati.
Si riportano i principali nodi di dibattito e di interrogazione tra i partecipanti.




discussione chiusa  condividi pdf

 Laura    - 02-10-2003
NN CONCORDIAMO CON LA RIFORMA PERCHE' E' UN TORNARE INDIETRO. CIO' CHE DANNO TRE DOCENTI NON PUO' ESSERE DATO DA UN TUTOR ANCHE SE VALIDISSIMO.

 ilaria ricciotti    - 02-10-2003
Non concordiamo con la riforma,
perchè tutto azzera e nulla ritorna.

Per non parlare poi dei numerosi soldini,
regalati a gran quantittà ai nostri vicini.

E' una riforma senza precedenti,
che fa sbalordire numerose genti.

E' una riforma in cui il piccolo bambino,
entrerà anticipatamente nel portoncino.

E' una riforma in cui il docente,
dovrò frenare il cuore e la mente.

E' una riforma da buttare,
nel più profondo mare ( nostrum naturalmente).