Il Garante per l'infanzia
Rolando A. Borzetti - 01-08-2003
E' pronta una proposta di legge per l’istituzione di un Garante per l'infanzia italiano, presentata oggi alla Sala stampa della Camera dei deputati dalla Commissione parlamentare per l’infanzia, guidata dalla presidente Maria Burani Procaccini. Si tratta di un’autorità indipendente, dotata di ampi poteri “per aumentare il livello di tutela dei minori”, nata già in molti paesi europei, tra i quali Austria, Francia, Portogallo, Regno Unito, Russia e Spagna. Molte associazioni e organizzazioni che si occupano di minori nel nostro paese hanno sollecitato nei mesi scorsi la nascita di questa figura anche in Italia.

Il progetto messo a punto dalla Commissione prevede che il Garante possa chiedere a pubbliche amministrazioni, organismi, enti o persone di fornire informazioni rilevanti ai fini della tutela dei minori, così come ordinare, per determinate situazioni, lo svolgimento di specifiche indagini o ispezioni”. Inoltre la pdl attribuisce per la prima volta al Garante “la facoltà di intervenire in giudizio, promuovendo azioni giudiziarie in sede civile, penale o amministrativa a sostegno del minore. Un esempio? Il caso dei minori vittima di abusi da parte dei familiari, che diventano oggetto di una battaglia legale tra genitori che li utilizzano strumentalmente per risolvere le loro controversie, oppure il caso di ragazzi costretti a lavorare ben prima che la legge lo consenta.

Altra novità contenuta nella proposta di legge è la possibilità di promuovere iniziative e campagne per la diffusione della conoscenza dei diritti dei minori, così come l’istituzione di una linea telefonica gratuita per la raccolta di segnalazioni, sempre accessibile. Rilevanti anche i compiti di vigilanza sull’attuazione delle convenzioni internazionali e sulla piena applicazione della normativa europea e nazionale in materia di tutela dei diritti dei minori.

La Commissione bicamerale auspica che i tempi per l’approvazione della pdl siano brevi e ricorda la necessità di istituire anche la figura di un Garante europeo per l’infanzia.


Documenti:
  • il testo della Relazione per l'istituzione di un garante nazionale per l'infanzia e l'adolescenza (Doc. XVI-bis, n. 4), approvata il 29 luglio 2003.

  • un rapporto sulla diffusione dell'iniziativa a livello italiano ed europeo


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf