A Paolo Borsellino, magistrato-eroe
Francesco Paolo Catanzaro - 18-07-2003
Potremo mai vivere
in una societÓ
senza bisogno del sacrificio degli eroi?
E' un imperativo
che ci tormenta
ogni volta che rivediamo
le immagini degli attentati del '92.
E ripercorriamo lo strazio delle carni,
lo sbigottimento delle menti
e la perdita di una speranza.
Una speranza
che fu subito rialimentata
dalle prese di posizionie
di tutti gli uomini di buona volontÓ,
che con grida striscioni e lenzuoli
hanno gridato il loro sdegno.
Oggi solo il ricordo di tali uomini
e di tali eroi
ci servirÓ a costruire una societÓ
pi¨ giusta
dove possa trionfare la leglitÓ
in tutte le sue espressioni umane.

Un ricordo per Paolo Borsellino
che ha sacrificato la propria vita
per una necessitÓ di giustizia sociale.

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf