La nuova formazione
Nadia Bonora - 19-06-2003
Ho letto con molta attenzione la mail del 15/5/2003 di Legambiente Scuola news , sulla riforma Moratti, che ho trovato interessante ma incompleta.
Purtroppo Legambiente non è la sola ad omettere informazioni sull'art. 5 della riforma Moratti, quello inerente la formazione iniziale degli insegnanti. Peccato perchè la formazione dei futuri insegnanti non è cosa da poco, perchè prepara i futuri operatori della scuola. La riforma Moratti cancella una formazione universitaria per tutti gli insegnanti, dalla scuola dell'infanzia alla scuola superiore, che si avvaleva dell'apporto delle scuole per le attività di tirocinio durante il percorso universitario. Si è trattato di una breve parentesi, perchè la legge era molto giovane ed è morta giovane (solo 5 anni di applicazione); infatti avremo solo una generazione di insegnanti che ha avuto l'opportunità di imparare anche attraverso la pratica didattica e con l'apporto di docenti provenienti dal mondo scolastico, utilizzati appositamente per facilitare l'acquisizione di competenze professionali molto complesse.
La concezione della formazione, secondo la riforma Moratti, è burocratica e gerarchica: sarà l'università a gestire tutto il percorso formativo iniziale e in servizio per gli insegnanti in sovrastrutture apposite; le scuole saranno solo l'anello terminale per lo svolgimento dei tirocini, con i nuovi insegnanti che faranno attività pratica con contratti di formazione-lavoro, praticamente manodopera a basso costo.
Gli studenti non avranno più l'opportunità di imparare anche attraverso la riflessione sulla pratica e le scuole avranno perso la loro autonomia di ricerca sperimentazione e sviluppo. Tutto è ritornato nelle "grandi mani" dell'Università che ha competenze molto diverse in merito a finalità, compiti e modalità di intervento delle attività scolastiche. Sarà davvero una grave perdita per tutti: bambini, studenti, istituzioni e cioè per tutta la società.
Sarebbe importante allora che venisse integrata l'informazione sulla riforma Moratti con notizie sulla nuova formazione iniziale e in servizio.

Nadia Bonora
(docente elementare utilizzata come supervisore di tirocinio nel corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria di Bologna)

discussione chiusa  condividi pdf