Misure di sicurezza?
Cgilscuola Bergamo - 14-06-2003
C’E’ UNA GRANDE NOVITA’: ALL’ESAME E’ VIETATO COPIARE!!!!

“Caro amico ti scrivo…” Il MIUR avrebbe potuto introdurre così la sua circolare del 30 maggio scorso, ampiamente propagandata in televisione e sulla stampa quasi a testimoniare la lungimiranza dei dirigenti di viale Trastevere. Infatti vi si racconta una grande novità: che agli esami è vietato copiare.
Bella scoperta!
Vi si dice anche che i dirigenti scolastici dovranno utilizzare locali adatti a tenere gli alunni da tutti i punti di vista: sicurezza, igiene , custodia degli elaborati, e magari anche sufficientemente ampi per impedire che un allungamento del collo possa consentire a qualche furbo di gabellare per proprie le conoscenze altrui. Come se finora dirigenti scolastici, presidenti di commissione, commissari e vigilanti vari si fossero dimo-strati degli allegroni dediti alla gestione degli esami in termini di socievoli assembramenti conviviali .
Tutto qui? No, evidentemente c’è dell’altro. Dopo parecchie righe di istruzioni scontate il testo approda al succo: attenti soprattutto ai telefonini! Soprattutto a quelli che possono anche scattare fotografie. E non solo: anche a palmari ed altri diabolici aggeggi elettronici, ivi comprese le postazioni informatiche delle scuole che devono essere rigorosamente chiuse e disconnesse dalle reti internet. Come si sa la prudenza non è mai troppa, soprattutto in questi casi. E così, dopo le cabine elettorali, anche le sudate aule della maturità cadono sotto il divieto di introdurre telefonini ed altre diavolerie elettroniche.
Ma se era su questo che si voleva attirare l’attenzione non bastava dirlo, senza prendere la svolta da così lontano.
Ecco la nota ministeriale del 30 maggio 2003.



discussione chiusa  condividi pdf

 Marino Bocchi    - 14-06-2003
L'utilità delo sciacquone

La circolare del Miur sui prossimi esami di stato proibisce l'uso di cellullari, computer portatili e palmari, e qualunque altra apparecchiatura in grado di inviare e ricevere immagini e filmati. Chi sara' colto in fallo, verra' espulso ed escluso da tutte le prove d'esame.
Per coloro che si presenteranno a scuola col telefonino, contravvenendo alla comunicazione che il dirigente scolastica fara' pervenire a tutti gli studenti interessati nei giorni precedenti le prove, e' prevista la rimozione della batteria. Ma siccome non e' prevista la perquisizione del candidato, e l'accesso ai bagni e' un diritto, lo sciacquone coprira' il passaggio della versione di greco. Sara' anche una vecchia tecnologia ma guai se non ci fosse :-)))).

 Luca    - 16-06-2003
Siamo al paradosso. Come sempre c'è qualcuno che è sepre più royaliste che il re.
Nella mia scuola, un ITCG, il presidente di commissione ha "precettato" TUTTI gli insegnanti per il giorno dei 3 scritti per la sorveglianza.
Cioè i docenti di tutta la scuola, non altrimenti impegnati dovranno far parte della sorveglianza.
A ciascuno il proprio esercito ed ad ogni esercito il proprio regime. Ma a parte la boutade, PUO' un presidente di commissione CHIEDERE(obbligare) agli insegnanti di fare parte dei turni di sorveglianza? E' nei suoi compiti o si sente il REUCCIO della situazione?
Se avete risposte sicure saranno ben accette.