breve di cronaca
Incontro del Ministro Moratti con i Sindacati
Cgilscuola - 30-05-2003
All'incontro era presente Il ministro Moratti, la delegazione dell'amministrazione, le organizzazioni sindacali confederali e di categoria: per la Cgil è intervenuto Giuseppe Casadio. Il ministro Moratti ha proposto alle OO.SS. l’apertura di un percorso di confronto sulla realizzazione degli obiettivi stabiliti dall’Unione Europea nelle Conferenze di Lisbona e Barcellona: miglioramento della qualità e dell’efficacia dei sistemi di istruzione e formazione, facilitazione delle opportunità di accesso e apertura internazionale dei sistemi.

A questo fine saranno avviati specifici tavoli di confronto per la definizione di un accordo quadro con le Regioni per lo sviluppo di percorsi di interazione e integrazione tra scuola e formazione professionale ai fini dell’attuazione del diritto – dovere all’istruzione e alla formazione, per la realizzazione dei percorsi di alternanza scuola – lavoro, per lo sviluppo dell’istruzione formazione tecnica superiore e dell’educazione degli adulti.

Le organizzazioni sindacali si sono dichiarate disponibili al percorso di confronto e hanno confermato la richiesta di un confronto ravvicinato e specifico sulle iniziative del Governo per l’attuazione della legge 53/03 a partire dal prossimo anno scolastico.

A questo proposito è stata confermata l’opposizione ad ogni forma di imposizione alle scuole di corsi in informazione e formazione sui contenuti del decreto delegato per la scuola dell’infanzia elementare e media che, ad oggi, non ha neppure iniziato il lungo iter di approvazione.

I rappresentanti dell’amministrazione hanno riconosciuto che il corso non può essere considerato obbligatorio e che, pertanto, i collegi docenti sono liberi di decidere se attuare o meno il corso proposto.

Roma, 28 maggio 2003


discussione chiusa  condividi pdf