Ciao Luigi
Leonardo F. Barbatano - 20-05-2003
Vorrei salutare Luigi Pintor
che ha dedicato la propria esistenza a capire le contraddizioni e le ingiustizie di questa vita, che ha vissuto senza malafede, che ha saputo indignarsi di fronte agli egoismi di questa società.
Diceva Kant che chi vive secondo virtù è degno di essere felice, se non in questa vita in un’altra. Non so se nell’essere si dia la possibilità di un’altra vita. Se si dà, chi ne è responsabile si ricordi della felicità di questo questo eretico rivoluzionario. Ciao Luigi!



interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf