Per una "carta" visiva dei diritti civili
M.B - 17-11-2001
MOSTRA INTERNAZIONALE

PER UNA “CARTA” VISIVA DEI DIRITTI CIVILI
VISIONI E RIFLESSIONI, LIBERE DA DIDASCALISMI E RETORICHE

L’Associazione “LIBERA-Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” ha organizzato un’esposizione di carattere internazionale che riveli il ruolo dell’artista, indipendente dalle ideologie e da ogni forma di potere economico e politico, quale osservatore critico presente nella società civile.

Tema della mostra sono i diritti civili, ovvero i diritti alla libertà e alla democrazia di tutti gli esseri umani, contro ogni forma di sopraffazione e di violenza.

Le opere in mostra sono circa 200, provenienti non solo dall’Italia e dall’Europa ma anche dalla Cina e dalle Americhe; sono state donate dagli artisti a LIBERA, che potrà disporne la vendita per concretizzare l’impegno per la legalità e l’assistenza alle vittime di soprusi e violenze.

Le tecniche espressive usate nelle ‘carte’ variano dalle incisioni ai disegni, dai dipinti alle poesie e riflessioni.
Il catalogo è pubblicato dalla casa editrice Viennepierre di Milano.
Tutte le opere saranno visibili su sito Internet dedicato alla mostra.

L’inaugurazione avverrà a Milano il 24 novembre 2001 ore 17.00
presso lo Spazio Auditorium in Corso San Gottardo 42A .
La mostra rimarrà a Milano fino al 9 dicembre con orario 10-19; nei mesi seguenti sono previste tappe espositive in altre città d’Italia.
Durante l’orario di apertura alla mostra saranno organizzati presso lo Spazio Auditorium, per gli studenti e i cittadini, incontri con artisti e personalità della cultura.

Comitato promotore
Alberto Casiraghi, editore de Il pulcinoelefante
Luigi Ciotti, Presidente di LIBERA
Vincenzo Consolo, scrittore
Dario Fo, Premio Nobel per la letteratura
Massimo Geranio, artista
Gina Lagorio, scrittrice
Vanna Massarotti, editrice di Viennepierre
Moni Ovadia, attore
Franca Rame, attrice
Silvio Riolfo, Fondazione Garzanti
Lorenzo Frigerio e Jole Garuti, referenti di Libera-Lombardia


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Jole Garuti    - 21-11-2001
Su richiesta, desidero comunicare come si fa per prenotare la visita alla mostra.
1. inviare una email a joleg@iol.it
2. telefonare al n. 02 7723201 dalle 10.00 alle 16.00: dovete pero' essere molto fortunati perche' nel periodo della mostra l'ufficio
sara' quasi sempre deserto. Comunque nei prossimi giorni dovrebbe entrare in funzione una segreteria telefonica...
3. telefonare al n. 02 66712498 dove la segreteria e' gia' in funzione.

La visita dura circa un'ora. E' gratuita, ma saremmo molto molto lieti se i visitatori acquistassero il catalogo a colori al prezzo
- decisamente modico - di £. 25.000.
Se ne puo' acquistarne anche piu' di uno, non c'e' problema... ottimo per regali di Natale a persone intelligenti.

Stiamo completando l'elenco degli scrittori, magistrati, giornalist, intellettualii che hanno dato la disponibilita' a incontrare gli studenti
(11.30 - 12.30 circa) per commentare insieme il tema dei diritti civili e umani.
Al massimo possono essere ammessi 50 studenti per ogni incontro.


 Jole Garuti    - 21-11-2001
Su richiesta, desidero comunicare come si fa per prenotare la visita alla mostra.
1. inviare una email a joleg@iol.it
2. telefonare al n. 02 7723201 dalle 10.00 alle 16.00: dovete pero' essere molto fortunati perche' nel periodo della mostra l'ufficio
sara' quasi sempre deserto. Comunque nei prossimi giorni dovrebbe entrare in funzione una segreteria telefonica...
3. telefonare al n. 02 66712498 dove la segreteria e' gia' in funzione.

La visita dura circa un'ora. E' gratuita, ma saremmo molto molto lieti se i visitatori acquistassero il catalogo a colori al prezzo
- decisamente modico - di £. 25.000.
Se ne puo' acquistarne anche piu' di uno, non c'e' problema... ottimo per regali di Natale a persone intelligenti.

Stiamo completando l'elenco degli scrittori, magistrati, giornalist, intellettualii che hanno dato la disponibilita' a incontrare gli studenti
(11.30 - 12.30 circa) per commentare insieme il tema dei diritti civili e umani.
Al massimo possono essere ammessi 50 studenti per ogni incontro.


 Rosa Maria Conti    - 22-11-2001
Sono insegnante di scuola media e la mostra mi interessa molto, ma ... non sto a Milano.
Ci farete sapere l'indirizzo del sito?