tam tam |  espressioni  |
Musimbā: un nuovo modo di vivere l'infanzia
Comune di Napoli - 24-04-2003
Musinbā č un progetto che č nato a Napoli per promuovere la realizzazione di un Museo Interattivo dei Bambini, uno spazio di attivitā aperto ai bambini e a chi si interessa ad essi: genitori, insegnanti, operatori, ecc.




Musinbā espone esperienze, ricerche, produzioni di artisti per e con i bambini, tecnologie a favore dello sviluppo e della integrazione delle capacitā dell'infanzia. Č occasione di stimoli scambi internazionali e confronti. E' un momento propositivo di altri progetti ed operazioni a favore dell'infanzia. E' infine un tramite immediato e risonante verso l'infanzia rivolto anche alla cultura e alla conoscenza di massa; ospita Atelier, Laboratori per bambini, Mostre di prodotti Tecnologici, Strumenti, Ricerche ed Operazioni Internazionali.
Il Progetto si pone come rassegna delle novitā pių qualificate, delle ricerche e delle iniziative che vanno verso un nuovo modo di vivere l'infanzia come premessa di base per una diversa dimensione di vita. Verso un Museo dei Bambini intende in pratica offrire a bambini, genitori ed operatori per l'infanzia una serie di incontri periodici con artisti ed operatori italiani ed europei.
Il progetto prevede:

• la possibilitā di individuare spazi all'aperto e in strutture da "condizionare" provocatoriamente a Misura di Bambino per la durata dell'intervento, in modo da prefigurare una possibile stabile organizzazione futura.
• uno scambio culturale con artisti od operatori per realizzare interventi attraverso attivitā che consentano ai piccoli fruitori di uscire dallo spazio codificato per entrare in uno spazio creativo di gruppo.
• realizzare con le opere degli artisti ed i prodotti dei bambini un nucleo espositivo permanente iniziale.

Tale spazio, attivo fin dal primo incontro, realizza con insegnanti, operatori e genitori, gruppi di lavoro, di discussione e organizzazione del materiale di documentazione per costituire la base di un servizio di informazione permanente. Il progetto propone uno scambio culturale anche attraverso i bambini stessi.

Musinbā Comune di Napoli Dipartimento Servizi Sociali - Servizio tempo libero, politiche giovanili e per i minori
Esperimento 20
Corso Vittorio Emanuele, 87-
80121 Napoli, Italia.
Telefono 0817611540

Da "Musei dei bambini"




NAPOLI - La radio fatta dai bambini, per farsi ascoltare e capire dagli adulti: č Radio Musinbā, programma in onda per otto domeniche a partire dal 27 aprile e fino al 15 giugno 2003 sull'emittente napoletana Radio Club 91. Il programma č un'iniziativa di Musinbā (Museo Interattivo dei Bambini), progetto dell'Associazione Esperimento 20 promosso con il sostegno del Comune di Napoli e in collaborazione con il teatro dell'Anima, che da oltre due anni coinvolge i bambini del territorio, di etā compresa tra i 6 e ai 13 anni, in attivitā ludico-ricreative come spettacoli di piazza, spot televisivi e la trasmissione radiofonica, nel 2002 in via sperimentale e quest'anno come un vero e proprio programma, con tanto di redazione e di collaboratori esterni.
- spiega Giovanna Mayer, responsabile del progetto - ma una trasmissione reale, pensata e realizzata interamente dai bambini. Tutti gli argomenti riguarderanno i diritti dei pių piccoli, che saranno impegnati in interviste e nella raccolta di notizie, alla scoperta delle parole come arcobaleno di significati e di diverse possibilitā". Radio Musinbā avrā una "redazione" fissa alla scuola Quarati del quartiere Vomero e corrispondenze da scuole elementari e materne del centro cittadino e della periferia di Napoli. - spiega l'Assessore agli Affari Sociali del Comune di Napoli, Raffaele Tecce - rappresenta un mezzo non solo per far ascoltare la voce dei bambini ma anche per far sapere ai cittadini come entrare in una rete di opportunitā. In questo senso, rientra nel piano di comunicazione sociale del Comune di Napoli, in cui la comunicazione č intesa non come propaganda ma come servizio ai cittadini". Strutturata con rubriche fisse (il giornale radio, la classifica delle canzoni preferite dai bambini, l'intervista della settimana, e altre ancora, per la durata complessiva di un'ora), Radio Musinbā č, nel pensiero dei suoi organizzatori, solo il primo passo per rendere i bambini protagonisti della vita cittadina, assieme agli adulti. "In futuro possiamo pensare anche al progetto di una televisione fatta dai bambini - dice Giovanna Mayer - ma per il momento ci accontenteremmo di andare oltre le otto puntate previste". Secondo l'Assessore Tecce, l'iniziativa puō giā rappresentare uno sprone a creare rete tra i vari progetti per l'infanzia attivati a Napoli, che l'Assessorato punta comunque a trasformare in servizi permanenti.


Dal Redattore Sociale

discussione chiusa  condividi pdf