Bugie
Bruna D'Alberti - 21-04-2003
LA RIFORMA MORATTI, LA PUBBLICITÀ PROGRESSO ...E LA VERITÀ DEI FATTI


È stata approvata la nuova Riforma della Scuola ed è subito iniziata la campagna pubblicitaria, ma...

1) non è vero che per realizzare questa riforma siano stati consultati, come promesso e annunciato alle Camere, gli insegnanti, gli studenti, i dirigenti e le famiglie non è vero che questa Riforma sia condivisa dagli Insegnanti ed in particolare da quelli della Scuola elementare, che rifiutano decisamente il cosiddetto “maestro unico e tuttologo”

2) non è vero che l'anticipo della frequenza della Scuola dell'infanzia e della scuola elementare sia condiviso dagli insegnanti, dai pedagogisti e dagli stessi esperti del Ministero dell'Istruzione (anzi è vero esattamente il contrario) non è vero che vi sia una personalizzazione degli studi (anzi sono previsti fin dai primi anni di scuola elementare percorsi differenziati per i bravi e per chi non ce la fa (e ognuno di noi potrebbe non farcela...)

3) è vero che

  • viene messa in discussione la Scuola dell'accoglienza, dell'integrazione, di tutti e di ciascuno
  • viene cancellata una conquista cara a tutti gli insegnanti della Scuola elementare: il lavoro in équipe e la progettazione didattica condivisa per fare posto a insegnanti con ruoli e funzioni differenziate (di serie A e di serie C)
  • vengono cancellati vent'anni di buone esperienze, di collaborazione attiva fra docenti e con le famiglie, una Scuola elementare di qualità e attenta ai bisogni educativi, affettivi e cognitivi dei bambini.


LA SCUOLA CRESCE ED È PIÙ AVANTI E MIGLIORE DELLA RIFORMA MORATTI.

C.I.D.I.
Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti Gruppo Docenti della Scuola elementare - Faenza

discussione chiusa  condividi pdf

 laura d'onghia    - 24-04-2003
Purtroppo è palese che la menzogna è l'unico modo per il nostro governo di tirare avanti, non ci si può fare niente, almeno per i prossimi tre anni...