12 aprile: rettifica
www.12aprile.it - 02-04-2003
Cari amici, cari compagni,


a fronte delle drammatiche vicende internazionali che stanno sconvolgendo il mondo, il comitato Fermiamo la Guerra ci ha avanzato la richiesta di utilizzare la giornata del 12 Aprile per un nuovo appuntamento nazionale del movimento contro la guerra che sta insanguinando l'IRAQ e che rischia di espandersi pericolosamente. Il cessate il fuoco che il movimento si propone e l'evidente oggettiva considerazione che il 12 aprile e' il primo sabato utile per svolgere una manifestazione significativa, ci ha portato, ad accogliere la richiesta stessa e a mettere a disposizione la data del 12 aprile per la mobilitazione contro la guerra.

Nella consapevolezza che l'iniziativa contro la riforma Moratti e per la difesa della scuola pubblica e del sapere per tutti non può essere comunque derubricata dell'agenda sociale e politica, convochiamo per il giorno 11 aprile una manifestazione nazionale di dibattito e approfondimento che sarà conclusa dal Segretario Generale della CGIL Guglielmo Epifani.


Poiché l'impegno di una grande manifestazione nazionale resta nell'agenda del Comitato, l'iniziativa dell'11 non intende "sostituire" il 12 aprile ma riaffermare la nostra denuncia verso le politiche regressive di questo governo e ribadire le nostre critiche di merito al processo di destrutturazione della scuola pubblica. Rivolgiamo un particolare ringraziamento a tutte le strutture, associazioni, singoli cittadini per lo sforzo organizzativo prodotto e un invito a proseguire il lavoro affinché i temi della scuola rimangano al centro della nostra attività di tutti giorni. A tal fine le iniziative territoriali previste "verso il 12 aprile" restano confermate e riteniamo che debbano proseguire oltre l'appuntamento nazionale. Indicazioni operative vi saranno comunicate nelle prossime ore.

Saluti

Il Comitato Promotore

(CGIL, UDS, CIDI, MCE, CGD, ARCI, Associazione 31 ottobre, CRS, Gruppo Abele, Legambiente, Pax Christi)


ADERISCI!


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf