Ma ndo' vai , Albertone?
Francesco Paolo Catanzaro - 27-02-2003
Quando ci lascia un Maestro è come se strappassero una parte della nostra anima.
E Alberto Sordi, guida ed esempio di tutta la filmografia italiana per origine ma mondiale e, forse interplanetaria per spiritualità, ha concluso la sua vita e la sua carriera, consapevole del fatto di aver contribuito in questa vita a leggere vizi e virtù dell’italiano media dal 1937, data del suo primo film al 1998, ultima pellicola diretta magistralmente da lui stesso e che vide la partecipazione di Valeria Marini.
Cattolico e figlio di una cattolicissima madre , ha fatto della religione la sua regola di vita. E in parrocchia, “ proprio quando facevo il chierichetto, a Santa Maria in Trastevere, scoprii la mia vocazione di attore” –ci racconta-“ Mi esibivo con il turibolo intorno all’altare , mentre servivo la messa e le funzioni liturgiche. Così mi presi uno schiaffone dal parroco che mi disse: non si fanno queste cose, le farai in teatro se diventerai attore, ma non qui.”.
Questo schiaffo fu come una consacrazione al suo interesse di recitare. Figlio di un direttore d’orchestra, nato a Roma il 15 giugno 1920, Alberto Sordi fece tante esperienze nel campo dello spettacolo: dal fantasista alla comparsa, dal doppiatore all’attore al regista. E la sua carriera fu così fortemente umana perché riuscì con raro professionismo e travolgente carisma fisionomico ad impersonare nel cinema e nella rivista di avanspettacolo tipi umani con estro graffiante e grottesco: dal marito al vigile, dal mafioso al soldato che fugge dopo l’armistizio, dal detenuto in attesa di giudizio al vedovo sfortunato, dal medico della mutua al marchese godereccio.
142 apparizioni cinematografiche hanno contribuito a far leggere un’Italia in evoluzione in guerra e dopo la guerra, con il boom economico, la democrazia, la repubblica,tangentopoli, tanto da saper dare un volto, un lazzo, un’irriverenza ad ogni mutar di stagione.
La sua maschera è cresciuta di anno in anno, è diventata mille maschere pirandelliane e non è sfuggito alcun personaggio che potesse diventare il simbolo del Malpaese , fatto vivere con astuta ironia e fervente passione.
Ricorda Paolo Crepet:” Il servilismo a Sordi è servito per sfiorare la metafora del potere negli aspetti più ridicoli…Il suo è uno spaccato assai vasto, in cui c’è tutto. E nessuno può pensare di essere privo degli aspetti umoristici, della limitatezza messa in evidenza dall’attore”.
Il Conformista, il borghese piccolo piccolo, il finto censore, l’idealista deluso, l’imprenditore indebitato: tutte maschere di un’Italia che continuerà a produrre personaggi con caratteristiche sempre più sofisticate ma che non potranno essere più approfonditi da Sordi, attore e fine ironico indagatore dei nostri costumi.
La scuola attinge e continuerà ad attingere dalle pellicole di Sordi, maestro di Vigevano, perché non c’è tempo, personaggio o momento storico che non sia stato letto dal suo occhio ironico e di denunzia e quindi rimarranno utile strumento storico dei tempi che non potranno mai cadere nell’oblio.
Ci restano dunque i suoi capolavori che grazie ai supporti multimediali DVD e DVX rimarranno eterni e che come nostro ultimo omaggio vengono citati in elenco:
anno titolo regia
1937 Scipione l’Africano Carmine Gallone
1937 Il feroce Saladino Mario Bonnard
1938 La principessa Tarakanova Fedor Opez
1940 La notte delle beffe Carlo Campogalliani
1941 Cuori nella tormenta Carlo Campogalliani
1942 Le signorine della villa accanto Giampaolo Rosmino
1942 Giarabub Goffredo Alessandrini
1942 La signorina Ladislao Kish
1942 I tre aquilotti Mario Mattoli
1942 Casanova farebbe così! Carlo Ludovico Bragaglia
1943 Sant’Elena piccola isola Renato Simoni
1944 Tre ragazze cercano marito Duilio Coletti
1944 Circo Equestre Za- Bum Mario Mattoli
1945 Chi l’ha visto? Goffredo Alessandrini
1945 L’innocenet Casimiro Carlo Campogalliani
1945 Le miserie del signor Travet Mario Soldati
1947 Il passatore Duilio Coletti
1947 Il delitto di Giovanni Episcopo Alberto Lattuada
1948 Che tempi! Giorgio Bianchi
1948 Il vento mi ha cantato una canzone Carlo Mastrocinque
1948 Sotto il sole di Roma Renato Castellani
1951 Mamma mia che impressione! Roberto Bavarese
1951 Cameriera bella presenza offresi… Giorgio Pastina
1952 E’arrivato l’accordatore ( Zero in amore) Duilio Coletti
1952 Totò e i re di Roma Steno e Monicelli
1952 Lo Sceicco Bianco Federico Fellini
1953 I vitelloni Federico Fellini
1953 Canzoni,Canzoni, canzoni ( episodio “ Io cerco la Titina”) Domenico Paolella
1953 Ci troviamo in galleria Mauro Bolognini
1954 Un giorno in pretura Steno
1954 Due notti con Cleopatra Mario Mattoli
1954 Amori di mezzo secolo ( episodio “ Dopoguerra 1920”) Mario Chiari
1954 Tempi nostri ( Zibaldone n.2) ( episodio “Scusi , maS” Alessandro Blasetti
1954 Il matrimonio Antonio Petrucci
1954 Via Padova, 46 ( Lo scocciatore) Giorgio Bianchi
1954 Tripoli, bel suol d’amore ( I quattro bersaglieri) Ferruccio Cerio
1954 Gran Varietà ( episodio “ Fregoli”) Domenico Palella
1954 L’allegro squadrone Paolo Moffa
1954 Il seduttore Franco Rossi
1954 Accadde al commissariato Giorgio C. Simonelli
1954 Una parigina a Roma Erich Kobler
1954 Un americano a Roma Steno
1955 L’arte di arrangiarsi Luigi Zampa
1955 Il segno di Venere Dino Risi
1955 Buonanotte Avvocato! Giorgio Bianchi
1955 Un eroe dei nostri tempi Mario Monicelli
1955 La bella di Roma Luigi Comencini
1955 Accadde al penitenziario Giorgio Bianchi
1955 Bravissimo Luigi Filippo D’Amico
1955 Piccola Posta Steno
1956 Lo scapolo (Alberto il conquistatore) Antonio Pietrangeli
1956 I pappagalli ( Alberto e…i pappagalli) Bruno Paolinelli
1956 Guardia, Guardia Scelta, Brigadiere e Maresciallo Mauro Bolognini
1956 Mio figlio Nerone Steno
1956 Mi permette Babbo! Mario Bonnard
1957 Era di venerdì 17 ( Sous le ciel de Provence) Mario Soldati
1957 Arrivano i dollari Mario Costa
1957 Souvenir d’Italie Antonio Pietrangeli
1957 Il conte Max Giorgio Bianchi
1957 Addio alle armi! ( A Farewell to Arms) Charles Vidor
1957 Il medico e lo stregone Mario Monicelli
1958 Ladro Lui, Ladra Lei Luigi Zampa
1958 Il Marito Nanny Loy e Gianni Puccini
1958 Fortunella Eduardo de Filippo
1958 Domenica è sempre Domenica Camillo Mastrocinque
1958 La Vedova elettrica Raymond Bernard
1958 Venezia la luna e tu ( I due Gondolieri) Dino Risi
1958 Racconti d’Estate Gianni Francolini
1959 Nella Città l’Inferno Renato Castellani
1959 Il giovane Leone ( oh, que mambo) John Berry
1959 Policarpo Ufficiale di Scrittura Mario Soldati
1959 Il Moralista Giorgio Bianchi
1959 I Magliari Francesco Rosi
1959 Vacanze d’inverno Camillo Mastrocinque
1959 Costa Azzurra Vittorio Sala
1959 La grande guerra Mario Monicelli
1959 Il Vedovo Dino Risi
1959 Brevi amori a Palma di Majorca Giorgio Bianchi
1960 Gastone Mario Bennard
1960 Tutti a casa Luigi Comencini
1960 Il Vigile Luigi Zampa
1960 Crimen Mario Camerini
1961 I Due Nemici Guy Hamilton
1961 Il giudizio universale Vittorio De Sica
1961 Una vita difficile Dino Risi
1962 Il commissario Luigi Comencini
1962 Mafioso Alberto Lattuada
1962 Canzoni di ieri canzoni di oggi canzoni di domani Domenico Palella, Paolo Dominaci, Paul Fleming
1962 Il diavolo Gian Luigi Polidoro
1963 Il Boom Vittorio De Sica
1963 Il maestro di Vigevano Elio Petri
1963 Tentazioni proibite Osvaldo Civirani
1964 La Mia Signora ( tutti gli episodi) Tinto Brass, Luigi Comencini, Mauro Bolognini
1964 Il disco volante Tinto Brass
1964 Risate all’italiana di Registi vari 1965 Tre Volti ( episodio “ Latin Lover”) Franco Indovina
1965 Quei temerari sulle macchine volanti Ken Annakin
1965 I complessi ( episodio “ Guglielmo il dentone”) Luigi Filippo D’Amico
1965 Trilling ( episodio “ L’autostrada del sole”) Carlo Lizzani
1965 Made in Italy Nanni Loy
1966 Fumo di Londra Alberto Sordi
1966 I nostri mariti ( episodio “Il marito di Roberta”) Luigi Filippo D’Amico
1966 Le fate ( episodio “ Fata Marta”) Antonio Pietrangeli
1966 Scusi, Lei è favorevole o contrario? Alberto Sordi
1967 Le Streghe ( episodio “ Senso civico”) Mauro Bolognini
1967 Un Italiano in America Alberto Sordi
1968 Il medico della mutua Luigi Zampa
1968 Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa? Ettore Scola
1969 Amore mio aiutami Alberto Sordi
1969 Nell’anno del Signore Luigi Magni
1969 Il Prof. Dott. Guido Tersilli, primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue Luciano Salce
1970 Contestazione generale ( episodio “ Il prete”) Luigi Zampa
1970 Il presidente del Borgorosso Football Club Luigi Filippo D’Amico
1970 Le Coppie ( episodi “ La camera” e “ Il Leone”) Alberto Sordi e Vittorio De Sica
1971 Detenuto in attesa di giudizio Nanni Loy
1971 Bello, Onesto, Emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata Luigi Zampa
1972 Lo scopone scientifico Luigi Comencini
1972 La più bella serata della mia vita Ettore Scola
1973 Roma Federico Fellini
1973 Anastasia Mio Fratello Steno
1973 Polvere di Stelle Alberto Sordi
1974 Finché c’è guerra c’è speranza Alberto Sordi
1975 Di che segno sei? ( episodio “ Il gorilla”) Sergio Corrucci
1975 Un sorriso, uno schiaffo, un bacio in bocca Enrico Lucherini e Mario Morra
1976 Il comune senso del pudore Alberto Sordi
1976 Quelle strane occasioni ( episodio “L’ascensore”) Luigi Comencini
1977 Un borghese piccolo piccolo Mario Monicelli
1977 I nuovi mostri ( episodi: “ First Aid”, “ Come una regina”e “ L’elogio funebre”) Mario Monicelli, Dino Risi, Ettore Scola
1978 Dove vai in vacanza? ( episodio “ Vacanze intelligenti!”) Alberto Sordi
1979 L’ingorgo ( Una storia impossibile) Luigi Comencini
1979 Il testimone Jean- Pierra Mocky
1979 Il malato immaginario Tonino Cervi
1979 Storia di un italiano (TV) Alberto Sordi
1980 Io e Caterina Alberto Sordi
1981 Il marchese del Grillo Mario Monicelli
1982 Io so che tu sai che io so Alberto Sordi
1982 In viaggio con papà Alberto Sordi
1983 Il tassinaro Alberto Sordi
1984 Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno Mario Monicelli
1984 Tutti dentro Alberto Sordi
1985 Sono un fenomeno paranormale Sergio Corbucci
1986 Troppo forte Carlo Verdone
1987 Un tassinaro a new York Alberto Sordi
1988 Una botta di vita Enrico Oldoini
1988 I promessi sposi (TV) Salvatore Nocita
1990 L’avaro Tonino cervi
1990 In nome del popolo sovrano Luigi Magni
1991 Vacanze di natale 1991 Enrico Oldoini
1992 Assolto per aver commesso il fatto Alberto Sordi
1994 Nestore- L’ultima corsa Alberto Sordi
1995 Romanzo di un giovane povero Ettore Scola
1998 Incontri proibiti ( tornato nelle sale col titolo “Sposami papà”) Alberto Sordi


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf