breve di cronaca
INCOMPRENSIBILE
Cislscuola - 19-02-2003
DICHIARAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE

della CISL SCUOLA


DANIELA COLTURANI




Con una incomprensibile lotta contro il tempo,

esclusivamente dettata da pure logiche politiche,

la Camera ha approvato

una legge di riforma super-blindata

e quindi chiusa ai contributi e alle esperienze

della scuola reale.


Il mancato accoglimento di proposte emendative

che avrebbero allargato il consenso intorno ai contenuti

della Riforma ne renderà ancora più difficile e complessa

la fase attuativa che, peraltro, si dovrà misurare anche

con una copertura finanziaria ancora tutta virtuale.


Roma, 18/2/2003


discussione chiusa  condividi pdf

 Maria Grazia Melegari    - 19-02-2003
Un "comprensibilissimo" ritorno al passato ... nei termini e nei metodi propri di questo Governo che squalifica e smonta i vari sistemi : scuola - politiche sociali - sanità....
LA CISL, GENTILE SIGNORA COLUTRANI, PARTECIPERA' ALL'INIZIATIVA DEL 12 APRILE A ROMA A SOSTEGNO DELLA SCUOLA PUBBLICA?

mi auguro saremo in molti...
Non limitiamoci a dire che questa riforma non ci sta bene... manifestiamolo!

 ilaria ricciotti    - 19-02-2003
Sono pienamente d'accordo con Maria Grazia Melegari: non è il tempo dei proclami, dei discorsi, ma è ora che il corpo insegnante per primo, insieme a tutti i sindacati ed ai cittadini italiani scendano in piazza e manifestino il loro dissenso contro un tipo di scuola di classe, antiquata che non garantisce quanto sancito dalla Costituzione ( art. 32). La scuola è un altro bene, insieme alla pace, per cui un popolo civile deve lottare e difendere, in quanto anche i figli degli operai hanno il diritto di diventare, se lo vogliono, laureati, uomini politici o manager. Pertanto propongo che anche per la scuola si faccia qualcosa, prima che sia troppo tardi.
Facciamo un sondaggio ed appuriamo democraticamente se questa riforma è voluta dagli operatori scolastici, presidi compresi, dai genitori e dagli studenti. Sentendo parlare queste tipologie di persone, molte non sanno nulla di essa, altri hanno le idee confuse, ma tutti quelli da me contattati non la gradiscono, in quanto evidentemente percepiscono che essa contiene qualcosa di molto fumoso: del resto ci sono parecchie scelte fumose che questo governo sta facendo. Il bello è che quando sento alcuni lamentarsi e dico loro che se l'hanno votato debbono accettare da esso deleghe in bianco, quasi tutti affermano di non aver dato il loro voto a nessuno dei partiti scelti dalla maggioranza degli italiani che ci stanno amministrando.
Non vi sembra che ciò sia molto ma molto strano?
Forse non vogliono ammettere di essersi pentiti. Chissa!