No more Hiroshime
Raffaele Ibba - 07-02-2003

No more Hiroshime


e perciò
cessate
quest'inutile strage
pensata e voluta
not in my name
not in our name,
albergate l'invito
peace now
voi che imparate
e che sapete
ubi facitis solitudinem
pacem appellatis.

Ascoltate
ascoltate antiche voci
in lucidi giorni di guerra,
impermeabilizzati
con lubrificanti d'imbecillità sprizzati
da oscuri cesari di turno
pronti a far tombe a sconosciuti,
giorni perforati
da pianificazioni di morte
studiate a tavolino
da cupi servi incapaci
a lavar piatti
o culi di bambino
in tutti gli altri altrove dove
loro non sono abili a stare,
notturne settimane di fatiche
passate a studiar strategie
capaci a piegare
chi ignora perché si debba morire
avanti di dover morire,
lucidi giorni affaccendati
ad allestire il buio.

Ma noi
in nome nostro
stiamo
con antiche voci
silenziose di quiete parole.

Ubi solitudinem faciunt
pacem apellant
no more Hiroshime
not in my name
not in our name
quest'inutile strage
peace now
no more Hiroshime
no
more
Hiroshime


Raffaele Ibba
discussione chiusa  condividi pdf

 Alessandro    - 05-10-2003
Questo è il mio professore!!

Grande professore!
E' bellissima..sia com'è scritta che per il significato.

E non lo dico perchè voglio un voto più alto! :)