breve di cronaca
Città americane dicono “NO” alla Guerra in Iraq
Goodnews Agency - 17-01-2003

Attraverso gli Stati Uniti, nelle Giunte comunali rappresentanti milioni
di cittadini americani approvano risoluzioni contro la guerra, e molte
altre sono in procinto di farlo.


Washington, DC, 7 gennaio

Almeno 29 Giunte comunali, da Baltimora a
Seattle, da Filadelfia a Kalamazoo, hanno approvato risoluzioni contro la
guerra in Iraq. Altre risoluzioni contro la guerra sono in corso di
preparazione in molte altre comunità, da Chicago a Houston e in tutti i
punti tra loro. Trovandosi a dover far fronte a schiaccianti deficit di
bilancio, preoccupazioni per la sicurezza circa attacchi terroristici
urbani che potrebbero accompagnare un attacco contro l’Iraq, e la
prospettiva dei loro elettori di combattere una guerra costosa e
sanguinaria, un crescente numero di Giunte comunali hanno approvato
risoluzioni pubbliche che esprimono le preoccupazioni americane prevalenti
per un’ eventuale guerra nel Medio Oriente e per le sue ripercussioni in
patria.
Lo sforzo di dar voce a milioni di cittadini americani attraverso queste
risoluzioni viene organizzato da Cities for Peace , una coalizione che
include: Institute for Policy Studies, Education for Peace in Iraq Center,
National Priorities Project, sedi locali della American Friends Service
Committee ed altre organizzazioni di base, che sostengono la stesura e
l’approvazione delle risoluzioni. Analoghe risoluzioni vengono approvate
nel paese da organismi studenteschi, senati accademici, importanti
sindacati e consigli ecclesiastici. (…)
discussione chiusa  condividi pdf