tam tam |  giochi  |
Per la conduzione di gruppi
Beniamino Sidoti - 16-01-2003
68 nuovi giochi

Franco Angeli (l'editore milanese specializzato in manualistica e
saggistica) propone nel suo catalogo alcuni volumi di giochi, che a
me personalmente erano sfuggiti. Il più interessante è forse "68
nuovi giochi per la conduzione dei gruppi"
. Il titolo, apparentemente
trasparente, non dice in realtà molto per chi si sia perso gli "83
giochi psicologici per la conduzione dei gruppi"
, uscito per lo
stesso editore nel 1998.

La curatrice di entrambi i volumi, Sabina Manes, è la presidente
dell' Associazione Culturale J.L. Moreno , vero autore di questi
giochi: l'associazione Moreno si ispira al padre dello psicodramma e
lavora da anni a Roma nell'ambito della Psicologia Umanistica; i
giochi non sono però (come potrebbe far pensare la parola
"psicologico" e l'abbondanza di psicoterapeuti e psicologi fra i
collaboratori) dei test o delle attività controllate di valutazione,
quanto delle attività esplorative e creative.
Il tema dei "68 nuovi giochi" è, come recita il sottotitolo, "il
treno della vita per scoprire il nostro sé di ieri, di oggi e di
domani".
Il libro è organizzato in tre sezioni, alla riscoperta dell'infanzia,
nell'esplorazione del presente e alla ricerca di un possibile futuro;
i giochi sono sostanzialmente articolati secondo quattro modelli: lo
psicodramma (ovvero la sperimentazione in sicurezza di ruoli inediti
per il giocatore, e l'interazione con il pubblico), la scrittura
creativa, il gioco di movimento e di espressione corporea (con grande
attenzione alla danza), il training affermativo (rilassamento,
immaginazione guidata, autoconsapevolezza e esplorazione delle
proprie possibilità...)

I giochi sono descritti in rapide schede con indicazioni d'uso,
precedute da una breve introduzione che traccia un percorso
metodologico interessante (in effetti la psicologia umanistica dà al
gioco una grande rilevanza didattica ancora prima che terapeutica o
analitica). I giochi sono in parte inediti (soprattutto nella sezione
dedicata alla riscoperta del sé bambino) e in gran parte rielaborati
in modo intelligente a partire da attività classiche (si vedano per
esempio i libri di Vopel usciti da Elledici; mi sarebbero piaciute
delle indicazioni più puntuali sull'origine dei giochi e una
bibliografia più precisa). Le attività sono in gran parte pensate per
adolescenti, adulti e giovani adulti, ma alcune possono essere
adattate anche per bambini più piccoli.

Sabina Manes (ed.), 68 nuovi giochi per la conduzione dei gruppi,
Milano, Franco Angeli, 1999 (2002, quarta edizione); collana
Strumenti per il lavoro pisco-sociale ed educativo, pp. 128, ¤ 13,00


discussione chiusa  condividi pdf