breve di cronaca
Jaei
Il Centro - 07-01-2003
NUOVO GRUPPO

Jaei, associazione di studenti
contro disagi e ingiustizie


LANCIANO. Un gruppo di giovani studenti, legato da una parola di origine esotica, Jaei. Questo il nome di un'associazione nata in questi giorni di festa per volontà dei ragazzi, che hanno così voluto riportare l'attenzione sui problemi che affliggono la realtà giovanile. Ma che cos'è Jaei? «E' un simpatico appellativo», risponde la portavoce del gruppo, Maria Giovanna Iovito, studente 18enne, «che abbiamo voluto dare alla nostra associazione. Nella realtà italiana siamo riconosciuti come Studenti.net. Ma noi ci siamo battezzati in questo modo per differenziarci dagli altri sodalizi simili, scegliendo questo nome che ricorda i gridi di battaglia delle popolazione disagiate della Jamaica».
La scelta di costituire una sezione di Studenti.net anche a Lanciano, sull'esempio di quanto avvenuto in tante altre regioni, è nata come rimedio alla mancanza di punti di aggregazione per i giovani. «Sopravviviamo», continua la Iovito, «in una realtà che lascia pochi spazi ai ragazzi. Le possibilità di esprimersi e dire la propria sono ridotte quasi allo zero, non esiste se non in ambito privato un'organizzazione che dà voce e più praticamente spazio, alle realtà giovanili che vanno dall'età scolare a quella universitaria».
Il progetto che l'associazione porterà avanti è articolato ed è rivolto a tutti gli studenti, dalle medie all'università. «Attraverso i nostri iscritti», afferma la rappresentante, «portiamo la nostra voce negli istituti e nei licei. Ci schieriamo dalla parte dei giovani e delle loro problematiche prescindendo dall'appartenenza politica. Ad esempio abbiamo organizzato momenti di confronto nelle scuole sulla riforma Moratti».


discussione chiusa  condividi pdf