ILVA: il coraggio di dire la verità
Alessandro Marescotti - 22-11-2019

Ci vuole coraggio per dirla tutta, per raccontare la verità e metterci la faccia. Un coraggio ed una pervicacia che il professore Alessandro Marescotti ha dimostrato, nel tempo, di possedere. La sezione pugliese dell'Unione Sindacale Italiana è al suo fianco.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10157329972848141&id=790708140



Alessandro Marescotti
18 novembre alle ore 08:58
#ILVA IL CORAGGIO DI DIRE LA VERITA'

Ma sono stati proprio così stolti i governanti italiani a dire "non sapevamo" dopo tutta la storia dei Mittal? Perché hanno affittato (affittato!!) a un soggetto noto e arcinoto per le pregresse condotte in Europa? E' venuto il momento di dire le cose come stanno, senza infingimenti. Diciamolo chiaramente: le colpe non stanno in Mittal ma nei governi italiani che, pur di scaricare la patata bollente, hanno delegato a un privato la scelta scomodissima di chiudere l'ILVA, una scelta inevitabile dati i conti in rosso per cinque miliardi di euro, e che era impopolare fare da Roma.
Questa cosa PeaceLink l'aveva prevista e scritta fin dall'inizio, e anche la politica l'aveva astutamente studiata, tenendola nel silenzio della propria exit strategy. Era chiaro, chiarissimo. Ma adesso tutti a gridare contro Mittal, come da copione. Era tutto scritto, era tutto previsto. Era un copione da recitare al momento giusto. E il momento è venuto. Una vergogna tutta italiana. Una commedia degli equivoci in cui tutti hanno la responsabilità di non aver detto la verità fino in fondo.



commenta condividi pdf