Fermiamo la secessione del Nord!
Osservatorio del Sud - 31-10-2018

secessione

╚ partita dalla Regione Veneto, ma si sta allargando a tutto il Nord Italia, la richiesta di autonomia regionale che farebbe gestire da queste Regioni il 90% del gettito fiscale per sostenere il welfare delle singole regioni. Se dovesse realizzarsi questo progetto, le Regioni meridionali sarebbero duramente penalizzate e verrebbe meno il principio costituzionale della paritÓ di trattamento di tutti i cittadini italiani. Il divario Nord/Sud, giÓ allargatosi durante la recente recessione economica, si trasformerebbe in abisso.
La Lega di Salvini rimane la Lega Nord e ha ingannato i meridionali con il suo slogan "prima gli italiani". Non vogliono il reddito di cittadinanza perchÚ ne beneficerebbero in gran parte i giovani meridionali disoccupati, e hanno ottenuto di spostarlo ad aprile 2019 quando faranno cadere il governo. Non hanno rinunciato alla secessione, ma sono diventati pi¨ furbi e la stanno facendo passare, in silenzio, puntando sulla ignavia del M5S che se non ferma questi provvedimenti si renderÓ complice della definitiva emarginazione della societÓ meridionale.
Fermiamoli!!!
Chiunque ha coscienza della gravitÓ di questo passaggio storico, chiunque ha a cuore l'unitÓ del nostro paese, chi non vuole essere complice della Secessione del Nord, faccia stampare questo appello e lo faccia affiggere nelle scuole, negli uffici pubblici, nelle fabbriche,nei supermercati, presso le edicole e dovunque sia ben visibile e crei opinione. Ogni voto, ogni forma di consenso dato alla Lega costituisce un tradimento della Costituzione e del Sud, un' ingiustizia perpetrata contro le sue popolazioni.



Osservatorio del Sud


Per firmare: osservatoriodelsud@gmail.com


commenta condividi pdf