Napoli sotterranea: la punta di un iceberg?
EX OPG occupato Je so' pazzo - 06-11-2017


ex opgDall' "Ex OPG occupato Je so' pazzo", in due parti (per ora) e senza bisogno di commenti....



Parte prima:
"NAPOLI SOTTERRANEA": UN CLAMOROSO CASO DI SFRUTTAMENTO ED EVASIONE!  OGGI I LAVORATORI DENUNCIANO E COMINCIA LA VERTENZA!
DATECI UNA MANO A FAR GIRARE, E' MOLTO GRAVE!


[Qui trovate la nostra inchiesta, corredata di dati, foto delle lettere di messa in mora e altri materiali: goo.gl/LRUcFP]


Qualche mese fa, portando avanti con la Camera Popolare del Lavoro - Napoli la campagna contro il lavoro nero, ci siamo imbattuti in un gruppo di giovani lavoratori e lavoratrici che denunciava situazioni di sfruttamento disumane. Assenza di contratti, paghe ridicole (anche due euro l'ora), mancanza delle più elementari norme di sicurezza, turni imposti al momento, mansioni di tutti i tipi, nessuna assicurazione, niente ferie, maternità o malattie... Gente cacciata dall'oggi al domani, gente umiliata, un clima di terrore. 

Di schifezze ne abbiamo viste tante in questi anni, ma qui si superava ogni limite. Non parliamo di una fabbrica nascosta negli scantinati: parliamo di una realtà sotto gli occhi di tutti, nel centro storico. Si tratta infatti di "Napoli sotterranea", una delle maggiori realtà della città, una di quelle che sta facendo più soldi in questi anni in cui cresce il turismo ma non i diritti.
Molti di voi avranno pagato ben 10€ per entrare nelle suggestive grotte date in concessione da 30 anni per poco e niente a quest'associazione. Associazione che in teoria sarebbe una ONLUS, e che non potrebbe far "pagare" il biglietto, tantomeno potrebbe fare utili, ma che invece vende, fra le altre cose, souvenir e somministra bevande. Al suo Presidente, Enzo Albertini, sono riconducibili diverse attività commerciali: una pizzeria, un B&B, un bar, nelle quali, sempre a nero, vengono impiegati in condizioni terribili gli stessi lavoratori di "Napoli Sotterranea"...
Ci chiediamo: Ma perché Napoli deve essere sempre umiliata dagli imbrogli? Perché da noi un giovane deve essere sfruttato in questo modo barbaro? E' giusto che mentre noi veniamo pagati 2 o 3 euro all'ora c'è chi sulle nostre spalle si porta a casa migliaia di euro? E' possibile che nessuno in 30 anni abbia controllato ed evitato questi danni alla comunità?
Noi quando abbiamo sentito queste storie ci siamo incazzati. Ci siamo documentati, abbiamo fatto un percorso con i lavoratori, che hanno vinto la "naturale" paura e hanno denunciato...
Ora non lasciamoli soli, non lasciateci soli!
Dateci una mano a vincere questa battaglia, estremamente importante... Facciamo girare, pretendiamo giustizia!
Seguiranno a breve aggiornamenti e altre prove...


https://www.facebook.com/exopgjesopazzo/videos/1249480638491930/


Parte II:

AVETE SEGUITO LA STORIA DI NAPOLI SOTTERRANEA? I LAVORATORI HANNO AVUTO CORAGGIO, DOMANI TOCCA A NOI NON LASCIARLI SOLI!

A una settimana dall'uscita della nostra inchiesta sulle condizioni di lavoro - o meglio di schiavitù - in cui vengono tenuti i lavoratori in uno dei più importanti siti archeologici della città, non dobbiamo mollare. 

In tanti ci avete scritto per sapere come contribuire, come sostenere chi ha avuto il coraggio di denunciare pubblicamente ed esporsi, adesso è il momento di farlo!
Vi invitiamo tutti alle 11 domani mattina, e vi chiediamo, con il cuore in mano perché questa è una battaglia di civiltà, di democrazia, di popolo, di far circolare questo video quanto più è possibile!
Se vincono i lavoratori di "Napoli Sotterranea" contro il padrone furbo e molto potente, vince un'intera città. 

https://www.facebook.com/exopgjesopazzo/videos/1253165594790101/


Noi ci siamo!


commenta condividi pdf