Adotta un canto, scopri una tradizione Un concorso per le scuole
Francesca - 25-10-2017

Configurato come un viaggio nel cuore delle tradizioni musicali di Abruzzo, Basilicata, Campania, Puglia e Umbria, il concorso "Adotta un canto, scopri una tradizione" mira a sensibilizzare le giovani generazioni sull'importanza di canti e suoni dotati di una loro peculiare identità, irriducibile ad altre espressioni musicali, e intrecciate alla storia delle comunità di appartenenza al punto da costituire un veicolo privilegiato per un recupero consapevole del proprio passato culturale. In questa direzione l'adozione di un canto -vale a dire l'acquisita familiarità con un determinato repertorio o strumento musicale- può condurre davvero alla scoperta di un'intera tradizione, oltre che attivare salutari processi di salvaguardia e promozione in un'ottica di biodiversità culturale.
Promosso dall'associazione culturale Altrosud d'intesa con la Direzione Generale per lo spettacolo del MiBACT e il contributo della casa editrice Squilibri, il concorso è incentrato sull'enorme patrimonio documentario raccolto nella "Rete degli Archivi Sonori" che, per ognuna delle cinque regioni interessate, costituisce la più ampia raccolta di materiali sonori, audiovisivi e fotografici sulle musiche di tradizione orale, dalle prime rilevazioni degli anni Cinquanta fino ai nostri giorni: relativi a materiali già presenti nei diversi archivi sono anche i volumi offerti in adozione gratuita agli istituti scolastici che aderiranno all'iniziativa.
Ogni istituto, in particolare, riceverà un numero di copie del volume prescelto pari al numero di studenti interessati, chiamati a realizzare una recensione individuale o collettiva (max due cartelle di 1.800 battute) entro il 7 dicembre. Ai tre elaborati più significativi sarà assegnato un premio, rispettivamente, di 1.000, 750 e 500 euro. Guidati da un tutor, interno all'istituto, gli studenti potranno così misurarsi, nella lettura e nell'ascolto, con una ricchezza culturale stratificata negli anni e presente in tutta l'area presa in esame attraverso pubblicazioni di rilevante interesse storico e culturale. Dalle pioneristiche registrazioni in Basilicata di Ernesto De Martino e in Salento di Diego Carpitella alla monumentale opera realizzata da Roberto De Simone in Campania, dalle ricognizioni di Elvira Nobilio tra canti e racconti dei contadini d'Abruzzo alle più recenti indagini di Maurizio Agamennone sulle confraternite del Cilento Antico e di Nicola Scaldaferri su tutto il territorio lucano, dalle rilevazioni in Umbria di Tullio Seppilli e Diego Carpitella all'imponente sistemazione data agli stessi repertori umbri da Valentino Paparelli, tutti i volumi in adozione sono corredati da uno o più CD allegati.
In alcune scuole, selezionate dai promotori, saranno attivati anche corsi introduttivi all'uso di uno strumento o alle modalità esecutive di un repertorio particolarmente rappresentativo delle tradizioni musicali del territorio di riferimento.

Per info e iscrizioni
www.archiviosonoro.org, altrosud@altrosud.it


Tags: Configurato come un viaggio nel cuore delle tradizioni musicali di Abruzzo, Basilicata, Campania, Puglia e Umbria, il concorso "Adotta un canto, scopri una tradizione" mira a sensibilizzare le giovani generazioni sull'importanza di canti e suoni dotati di una loro peculiare identità,


interventi dello stesso autore commenta condividi pdf