IO NON RINUNCIO ALLA MEMORIA
Coordinamento - 14-12-2002
Giornata della memoria
27 gennaio ore 11.59

un SITO per non dimenticare


Oggi come ieri, riaffermiamo la nostra volontà di non dimenticare,
di non rinunciare al bene comune della memoria. Siamo convinti che il ricordo costituisca il mezzo più efficace
per contrastare la tendenza a banalizzare e a rimuovere dalla coscienza civile
taluni nodi cruciali del secolo appena trascorso.
Tra le questioni più emblematiche e significative vanno segnalate la Shoah e la Resistenza.



Come vorremmo vivere, domani?
No, non dite di essere scoraggiati, di non
volerne più sapere.
Pensate che tutto è successo perché
non ne avete più voluto sapere!>>
(G. Ulivi)

Se comprendere è impossibile, conoscere è
necessario, perché ciò che è accaduto può
ritornare, le coscienze possono nuovamente
essere sedotte e oscurate: anche le nostre.
(Primo Levi)



IN OCCASIONE DELLA “GIORNATA DELLA MEMORIA”, DI’ ANCHE TU, CON NOI:

"IO NON RINUNCIO ALLA MEMORIA!"



Ma la sola professione verbale non basta, come ci indica (nell’art. 2) la stessa legge 20 luglio 2000, n. 211 istitutiva della “Giornata della memoria”. Perciò suggeriamo:

- di proporre alla tua classe un minuto di silenzio alle ore 11:59, successivamente di leggere la poesia di Primo Levi "Se questo è un uomo".


Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per un pezzo di pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d’inverno.
Meditate che questo è stato:
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.



- di proporre al collegio docenti ,di far suonare la campanella dell’Istituto dalle ore 11:59 alle ore 12 ricordando quanto scrive Primo Levi ne "La tregua", a proposito della liberazione del Lager di Auschwitz il 27 gennaio 1945 ("La prima pattuglia russa giunse in vista del campo verso mezzogiorno del 27 gennaio 1945")

- di aderire all'appello apponendo la tua firma e diffondendolo tra amici e conoscenti.

La necessità di ricordare è inoltre un nostro diritto e un nostro dovere.



Proteo Fare Sapere
Fuoriregistro
Cidi
edscuola.it
Legambiente nazionale
Fnism
Uciim
Didaweb.net
Scuolidea.it
Aimc
Mce

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Giuseppe Manzoni di Chiosca    - 14-12-2002
Mi sembra, a proposito di memoria, che ci si continui a dimenticare delle foibe, del triangolo rosso, dei GUlag...

Giuseppe Manzoni