Risoluzione sull'insegnamento della storia
Osvaldo Roman - 13-12-2002
La vergognosa vicenda della risoluzione della "Casa della libertÓ" sulla questione dei libri di insegnamento della storia potrebbe solo fare sorridere se non fosse che questi sciagurati dispongono della maggioranza dei voti parlamentari. Gli stessi voti che al Senato hanno consentito loro di infilare all'articolo 2 , comma 1, lettera e) della legge delega, un incredibile e oltraggioso, costituzionalmente parlando, richiamo ad una finalitÓ morale e religiosa, non meglio identificata, della scuola dell'infanzia. Mentre su quest'ultimo passaggio Ŕ necessario un impegno in tutte le sedi per giungere alla sua cancellazione, per la risoluzione di Garagnani, ancor prima delle dichiarazioni di Giovannardi (ministro per i rapporti per il Parlamento, che la dichiara improponibile per il Governo dopo che l'Aprea si era espressa per il voto favorevole) non c'era assolutamente motivo di scandalo o di preoccupazione. I docenti di tutte le scuole una volta scaricata ed esaminata la documentazione di seguito riportata potranno tranquillamente utilizzarla per sostituire la carta igienica che comincia a scarseggiare nelle scuole a seguito del decreto taglia spese del Ministro Tremonti.


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf