breve di cronaca
Niente più tassa sulla solidarietà


La Commissione Bilancio del Senato ha cancellato il Comma 17 dell’articolo 19 della legge Finanziaria che rappresentava un pesante attacco all’associazionismo e al diritto di associarsi.

Il Comma prevedeva che la quota che le associazioni e i circoli versano alle associazioni nazionali di riferimento venisse versata anche ai Comuni introducendo, di fatto, una tassa sulla libera quota associativa. Una vera e propria tassa sulla solidarietà.

Il Comma prevedeva inoltre la riproposizione dell’autorizzazione comunale da anni superata.
Questo provvedimento avrebbe trasformato i circoli associativi aderenti ad enti di promozione sportiva e ad associazioni nazionali in semplici esercizi commerciali.

Il Dipartimento Terzo Settore dei Democratici di Sinistra esprime grande soddisfazione per quanto è avvenuto ieri in Commissione Bilancio del Senato.

Ribadisce la netta contrarietà del nostro Partito a questa ennesima imboscata nei confronti dell’associazionismo messa in atto da un gruppo di deputati della maggioranza di centro-destra.

La grande reazione delle associazioni, l’impegno dei Gruppi Parlamentari di Camera e Senato, l’attenzione in settori della maggioranza hanno fatto si che questo tentativo di restringere il campo di azione dell’associazionismo e limitare il ruolo di una straordinaria risorsa democratica del nostro Paese non sia andato in porto.

Crediamo che bisognerà vigilare ancora in molti ambiti, a partire dall’applicazione della legge 383 sull’associazionismo di promozione sociale, e ci impegniamo a farlo perché crediamo che questo settore vada salvaguardato, reso più forte e autonomo perché è una risorsa di coesione sociale e di partecipazione democratica irrinunciabile per il nostro Paese, per la sinistra.


Mimmo Lucà

Emiliano Monteverde


Roma, 6 dicembre 2002

discussione chiusa  condividi pdf