tam tam |  proposta  |
Per Natale!
Rete Lilliput - 06-12-2002


Fra poco è Natale
Natale è tempo di regali …


I nostri ministri del commercio ed i negoziatori dell’Unione Europea ci hanno fatto molti regali negli ultimi anni e ce ne stanno preparando ancora.

Per questo ti invitiamo a mandare un pacco dono a Pascal Lamy, il “nostro” negoziatore al WTO,
Per chiedergli di non regalarci un nuovo GATS che peggiori ulteriormente la nostra vita quotidiana.


Cosa puoi fare?

Prepara un pacco di qualsiasi dimensione:

All’interno non mettere nulla o metti poche cose, tieni conto che il pacco non deve pesare più di 1 Kg.

All'esterno invece coloralo e decoralo utilizzando al massimo la tua fantasia (con scritte, disegni, bandiere, simboli, bollette del telefono, dell'acqua del gas, farsi moduli di rimborso spese sanitarie, biglietti dei trasporti pubblici, eccetera); insomma cerca di rappresentare i pericoli del nuovo GATS.·

Spediscilo a questo indirizzo:

ATTAC-Bruxelles(pour Mr Lamy)89,
Av. du Parc1060 Bruxelles

Attenzione ! iIpacchi devono arrivarea Bruxelles entro l'11 dicembre.



Chi è Pascal Lamy ?
Pascal Lamy è il Commissario europeo al Commercio internazionale ed in tale veste è colui che si occupa di negoziare i nuovi accordi in sede WTO, in rappresentanza degli attuali 15 Stati membri dell’Unione.

Cos’è il GATS

E’ uno degli accordi firmati a Marrakesh nell’aprile del 1994, al termine del ciclo di negoziati denominato Uruguay Round, negoziati che portarono alla creazione dell’Organizzazione Mondiale del Commercio.
Si tratta del primo accordo multilaterale di principi e regole per il commercio nei servizi.
Il termine servizi indica una parte molto ampia delle attività economiche, spesso si definisce come servizio qualsiasi cosa che “non si può calpestare”.
Nella vita quotidiana dal momento in cui al mattino ci alziamo dal letto a quando vi ritorniamo la sera, non facciamo che utilizzare servizi: l'acqua che beviamo, la posta, l'autobus, il treno o la metropolitana sono esempi di servizi. Lo sono anche la manutenzione delle strade, le banche, le agenzie di viaggi, la raccolta dei rifiuti, le scuole, le mense, la sanità, la trasmissione della corrente elettrica, le telecomunicazioni, eccetera.

Il volume del commercio dei servizi costituisce una parte rilevante del prodotto nazionale lordo sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo, rappresentando fra il 50 ed il 75% del PIL in molti paesi del mondo. I Servizi giocano un ruolo chiave nel creare ed attrarre investimenti in strutture essenziali per le economie, e nel contribuire alla creazione di posti di lavoro. Una larga parte del commercio internazionale di servizi avviene per conto e tra multinazionali.
Il GATS mira ad incrementare il commercio mondiale rimuovendo controlli e restrizioni rappresentati da politiche fiscali, standard, prerequisiti, protezioni ambientali o leggi che mantengono il monopolio pubblico su alcuni servizi.

Cos’è la campagna contro il GATS ?

La Campagna italiana contro il GATS fa parte della campagna europea coordinata dalla “Seattle to Brussels network”, una rete costituitasi per contrastare i contenuti dell’agenda promossa dall’Unione Europea e dai suoi stati membri, dominata dagli interessi delle multinazionali tendenti a rafforzare il commercio globale e la liberalizzazione degli investimenti.

discussione chiusa  condividi pdf