Quando si dice una risorsa
Emanuela Cerutti - 07-02-2014
Nel cercare, come sempre, materiali nuovi per quell'italiano che qualcuno si chiede se davvero serva, mi sono imbattuta nella proposta decisamente interessante di Adblog, the official blog of Accademia Del Giglio: Italian language courses and Art school in Florence, Italy.

"50 canzoni per imparare l'italiano" promette il titolo, che introduce "una lista dei 50 esercizi e attività didattiche ... riguardanti l'apprendimento dell'italiano a studenti stranieri attraverso le canzoni".

Una miniera, mi dico, e ben organizzata: "Tutti i post sono stati suddivisi per livello di conoscenza della lingua e ... provati in varie classi durante le lezioni d'italiano per stranieri ..."

La pagina scorre e il cursore naviga tra musica, grammatica e " indicazioni sul tipo di attività da svolgere".
Non manca nulla, neppure i commenti e i meritati complimenti.

Gli obiettivi si susseguono con maggiore o minore dettaglio, e qualche volta si ripetono, come succede per:" Sviluppo capacità di ascolto, cultura italiana, attività per la conversazione", che accomuna le Canzoni di Natale strapazzate, Gianna Nannini, Fabri Fibra, gli Oblivion...

Attimo di retromarcia: Oblivion? Ammetto: mai sentito il loro nome e men che meno la scommessa di cantare i Promessi Sposi, 38 capitoli, in 10 minuti.
Con inevitabile curiosità apro il link e mi ritrovo in un'altra pagina delle meraviglie.
Non solo perché il video è divertente, divergente, dinamico e stimolante, ma soprattutto perché la risorsa è proprio servita su un piatto d'argento: vedere per credere!

Non resta che l'imbarazzo della scelta tra mille possibili percorsi da inventare.

Intanto grazie Adg e buon divertimento ragazzi!





interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf