La composizione elettroacustica nell'educazione musicale
Mario Piatti - 07-10-2013
Sabato 23 novembre (dalle 8.30 alle 18.00)
 Sala Ticozzi, Via Ongania 4, Lecco.
Dopo il primo seminario di Musicheria che si č tenuto nel 2010 sul tema "Musica: educazione senza invenzione?", il Centro Studi musicali e sociali "Maurizio Di Benedetto" di Lecco, in collaborazione con il Conservatorio di musica di Como e i Licei musicali di Lecco e di Como, organizza il 2° seminario di Musicheria su un tema che riteniamo particolarmente urgente e attuale.
Il seminario č rivolto agli insegnanti di Musica di ogni ordine e grado di scuola, ai docenti delle scuole di musica, agli studenti dei conservatori e delle universitā, agli educatori professionali, ai musicoterapisti.
Informazioni dettagliate sul programma e sulle modalitā di iscrizione si trovano qui: http://www.csmdb.it/ScaricaFile.asp?IDF=739&Name.

RELAZIONI
Maurizio Vitali, Tracce di suono. Paesaggi elettroacustici nell'educazione al suono e alla musica.
Nicola De Giorgi, Il suono traccia rumore e informazioni.
Antonio Grande, Suono come traccia e come progetto. L'uso consapevole della tecnologia.
Enrico Strobino, Il suono segreto. Musica e computer in classe e a casa.
Roberto Neulichedl, "Cyber bellismo": per una rifondazione estEtica della comunicazione digitale?
Marco Marinoni, L'ausilio del Live Electronics nell'apprendimento musicale.
Coordinamento di Maurizio Fasoli.

GRUPPI DI LAVORO
Coordinati da Maurizio Disoteo, Simone Francia, Mariateresa Lietti, Maurizio Spaccazocchi.
- Per un utilizzo consapevole del PC nell'educazione musicale di base orientata all'invenzione.
- Per un insegnamento strumentale che sa integrare la composizione elettroacustica nelle scuole di musica, nelle SMIM e nei licei musicali.
- Per una didattica dell'invenzione inclusiva delle diverse identitā musicali tra tecnologie e corporeitā.
Sintesi e coordinamento di Mario Piatti.

Tags: educazione musicale, nuove tecnologie


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf