breve di cronaca
Concorso Scuola Miur: l'ingiustizia delle griglie di valutazione
Cervelliamo blogspot - 30-04-2013
Fioccheggiano le lamentele dei candidati del concorso a Cattedra del Miur, dopo I primi risultati della correzione delle prove scritte.
Il problema principale sorge proprio dalla pubblicazione e posteriori delle griglie, che presentano descrittori che non erano intuibili nelle tracce svolte.
I candidati hanno basato i loro elaborati sulle scarse tracce che aveva fornito il Miur, ma molte commissioni hanno poi rivoluzionato i criteri nazionali, stabilendo des crittori che il candidato non poteva sapere di dover soddisfare.

Cosa avveva detto il Miur
"Ogni commissione disporrà, per la valutazione della prova scritta, di criteri definiti a livello nazionale quali "pertinenza", "correttezza linguistica", "completezza" e "originalità", ed eventualmente di criteri specifici, differenziati per le diverse aree disciplinari. Ogni commissione inoltre potrà integrare o modificare i criteri proposti in sede nazionale, giustificando le ragioni dei cambiamenti apportati."
I criteri proposti per la valutazione erano assolutamente generali.

Cosa hanno fatto le commissioni
Molte commissioni hanno elaborato delle griglie di valutazione perfette per la prova in oggetto, ma non hanno fornito alcuna spiegazione in merito. Altre Commissioni che non hanno pubblicato alcuna griglia e non si sa se stanno correggendo gli elabotati sulla base degli elementi nazionali, o seguano altri criteri.
Ma molti candidati si sono limitati al rispetto della tracce assegnate, che non chiedevano di spaziare anche con riferimenti interdisciplinari o ricerche.
Però abbiamo la "soddisfacente" spiegazione del Ministro Profumo, che alla domanda sul perchè la valutazione della prova scritta si stia basando su griglie differenziate per regione ha risposto: "è ovvio, le commissioni sono costituite da persone e ognuno ha un metro di giudizio diverso".

I candidati sono enormemente delusi da questo concorso e dalle modalità con cui si è svolto. Sebbene il Miur abbia annunciato trasparenza e chiarezza, di trasparente e chiaro finora abbiamo visto ingiustizie e anomalie.
Per non parlare di quelle commissioni che hanno pure sbagliato la griglia di valutazione e hanno poi dovuto modificarla, per cui è rimasto sempre il dubbio che la correzione degli elaborati precedenti alla modifica della griglia non sia stata rivista.


29.4.13
Pubblicato da Cristina Pipitone
Sullo stesso argomento approfondimenti a partire dalla pagina cervelliamo.blogspot.it/2013/04/concorso-scuola...


discussione chiusa  condividi pdf